Home » Scherma

Cala il sipario sulla Coppa Italia Cadetti

17 aprile 2016 Stampa articolo

adria_spf_coppa_italia_cadetti - Foto di: TRIFILETTI / BizziConclusa anche la terza ed ultima giornata di gare all’autodromo di Adria, competizione di scherma valida per la Coppa Italia categoria Cadetti  e  comprendente anche la prova integrata tre armi.

La giornata è iniziata puntualmente alle 8 e 45 come sempre con l’Inno Nazionale e, come nei giorni precedenti, con la presenza del sindaco della città di Adria. Sono quindi scesi in pedana tutti gli atleti iscritti, provenienti da tutte le Regioni d’Italia, che poi hanno dato vita agli avvincenti assalti.

La manifestazione prevedeva per oggi le armi spada femminile e sciabola maschile, che dopo la fase dei gironi con incontri “all’italiana” ha dato accesso alle eliminazioni dirette, portando nel primo pomeriggio alla designazione dei vincitori e degli ultimi pass qualificanti per i Campionati Italiani di categoria, in programma a metà maggio ad Acireale.

Presenti il Consigliere Nazionale della FIS Alberto Ancarani, la vice presidente del Centro Scherma Rovigo  Maddalena Zanetti e il Direttore dell’Autodromo Mario Altoè.

La gara ha visto la partecipazione di nella giornata odierna di circa 300 atleti, portando il complessivo delle tre giornate a circa 900 atleti suddivisi nelle varie armi, dei quali circa 70 per la prova integrata (compresa nel circuito delle prove di qualificazione per le paraolimpiadi).

classifiche finali della giornata:

Sciabola Maschile

  1. Alberto Nigri (Petrarca Scherma M°Ryszard Zub Padova), 2. Luca Fioretto (Club Scherma Roma), 3. Tommaso Mariani (ARS Accademia Romana di Scherma), 3. Vittorio Napoli (Il Discobolo Sciacca)

Spada Femminile

  1. Mariella Gigliola (Scherma Lame Azzurre Brindisi), 2. Micol Cattana (Circolo Scherma Giuseppe Delfino Ivrea), 3. Agata Alberta Grasso (As Methodos Catania), 3. Margherita Bruno (CdS Mangiarotti Milano)

Sono intervenuti alla cerimonia di premiazione sul podio del palaeventi dell’Autodromo Adria Raceway il Consigliere Nazionale della Federazione Italiana di Scherma Alberto Ancarani, il Presidente del Comitato Organizzatore Maddalena Zanetti, rappresentanti del Panathlon Club di Rovigo e Adria, il Fiduciario del CONI per la Provincia di Rovigo Lucio Taschin in rappresentanza anche del Presidente Regionale Gianfranco Bardelle.

Tutte le varie fasi sono state seguite e riportate in diretta sul sito della federazione Italiana di Scherma e un ampio reportage fotografico della manifestazione è presente sul profilo ufficiale Facebook della Federazione Italiana di Scherma www.facebook.com/FederScherma.

Alla fine della gara di scherma di Adria, che ormai si può annoverare tra le classiche del calendario, soddisfazione è stata espressa sia dal Comitato Organizzatore che dalla Federazione Italiana Scherma per la riuscita e il regolare svolgimento dell’evento reso possibile anche grazie al sostegno per ogni esigenza dal personale dell’autodromo. Presente inoltre un rappresentante del 51° stormo dell’Aereonautica Militare di Istrana con il servizio navetta per gli atleti.

 

 

Prova integrata paralimpicaLa gara, che designa i vincitori della Coppa Italia di scherma per la categoria Cadetti (ragazzi dai 16 fino ai 18 anni),  prevista per i giorni 15, 16 e 7 aprile 2016, è iniziata regolarmente alle 9.00 del giorno 15 con l’Inno Nazionale che ha risuonato all’interno del paddock.

Ha dato inizio alla manifestazione il sindaco di Adria Massimo Barbujani, che è ritornato sui campi di gara anche nella seconda giornata.

Nella prima giornata erano previsti gli assalti per le armi fioretto maschile e femminile.

150 gli atleti presenti che hanno occupato le 32 pedane allestite per l’occasione dai tecnici della Federazione Italiana di Scherma.

Erano e sono presenti alla manifestazione tutti i più forti giovani atleti d’Italia che rappresentano il futuro di questo sport. Hanno gareggiato nella prima giornata anche gli atleti Mattia Marchesini e Irene Pivari, della società organizzatrice Centro Scherma Rovigo, atleti che con il solito impegno hanno superato brillantemente la fase a gironi finendo poi col conseguire un piazzamento di metà classifica nella fase ad eliminazione diretta.Coppa Italia cadetti

La seconda giornata prevedeva invece gli incontri di spada maschile e sciabola femminile con circa 320 atleti complessivamente che  hanno animato gli incontri.

Hanno fatto da cornice, all’interno di un ambiente nel quale questo sport bene si integra, gli stand di materiale tecnico per la scherma e l’entusiasmo del comitato organizzatore, rappresentato dai componenti della società Centro Scherma Rovigo e dai suoi giovani atleti,.

Le varie fasi di qualificazione a gironi, seguite poi dalle dirette hanno portato alle classifiche finali  con la proclamazione dei vincitori.

Coppa Italia cadettiNella stessa giornata si è inoltre svolta la “gara nazionale paralimpica integrata tre armi”, che ha visto in pedana, come sempre, grande determinazione da parte degli atleti, alcuni dei quali della categoria “Olimpici”.

Alla manifestazione, a rappresentare la Federazione Nazionale di Scherma erano presenti il  Consigliere nazionale Ancarani Alberto, che rimarrà per tutti i tre giorni della manifestazione e il Presidente Regionale della F.I.S. Guido Di Guida.

I rappresentanti della Federazione, insieme al Presidente del comitato organizzatore, Maddalena Zanetti  e ai rappresentanti del Panathlon di Adria Aldo Marafante e di Rovigo Gianpaolo Milan e hanno premiato tutti gli atleti sul podio della manifestazione.

Tutte le varie fasi sono state seguite e riportate in diretta sul sito della federazione Italiana di Scherma.

La manifestazione proseguirà oggi con le gare previste per le armi spada femminile e sciabola maschile,

Sul podio nella giornata di venerdì 15 aprile gli atleti:Prova integrata paralimpica (30)

fioretto maschile:

  1. Davide Di Veroli (G.Verne Roma), 2. Lorenzo Lauria (Club Scherma Bolzano), 3. Filippo Macchi (Circolo Scherma Navacchio) 3. Matteo Mariucci (Club Scherma Ancona)

 

fioretto femminile:

  1. Sofia Bottazzo (Comense Scherma), 2. Giorgia Marazzini (Fiamme Oro), 3. Camilla Rossi (Cs Aretino), 3. Ludovica Genovese (Ss Lazio Scherma Ariccia).

 

 Sabato 16 aprile:

 

Premiazioni (1)
spada maschile:

  1. Amodio Matteo Maisto (Club Schermistico Partenopeo), 2. Michele Perillo (Club Schermistico Partenopeo), 3. Marco Balzano (Club Scherma San Nicola), 3. Michele Tedeschi (Club Scherma Casale)

 

sciabola femminile:

  1. Nadia Costa (Champ Napoli), 2. Sara Candida De Matteo (Club Scherma Pisa Antonio di Ciolo), 3. Elena Fantozzi (Frascati Scherma), 3. Federica Maria Scisciolo (Sef Virtus Scherma Bologna),

 

prova integrata spada maschile:

  1. Gianfranco Di Summa  (Circolo Scherma Navacchio – Pisa) , 2. Emanuele Lambertini  (Zinella Scherma S.Lazzaro Di S. – Bologna), 3.Matteo Betti  (G.S. Fiamme Azzurre) , 3.Matteo Dei Rossi  (Scherma Treviso)Premiazioni (2)

 

prova integrata sciabola:

  1. Pietro Manduca  (Club Scherma Pinerolo Olimpica), 2. Alessio Sarri  (Fiamme Oro Roma), 3.Pietro Miele  (ASD Frascati Scherma), 3. Loredana Trigilia (Club Scherma Roma)

 

prova integrata fioretto:

  1. Matteo Betti  (G.S: Fiamme Azzurre Roma), 2. Marco Cima  (G.S. Forestale Roma), 3.Marco Rossi  (PISA SCHERMA Pisa), 3.Emanuele Lambertini  (Zinella Scherma S.Lazzaro Di S. – Bologna)

 Premiata inoltre anche Matilde Spreafico, atleta più giovane della prova paralimpica.

no images were found

 

 

 

 

 

 

 

C.S.



Articoli correlati


Buone prestazioni del Centro Scherma Rovigo a Vicenza
Fiorettisti rodigini al Trofeo Palladio di Vicenza
Schermitori rodigini in luce alla prova nazionale di fioretto
Matteo Zuppa e Giosuè Raule sul podio a Faenza
Conclusa la prima giornata di gare ad Adria
Seconda giornata di gare di Coppa Italia Cadetti e Giovani 2017