Home » vari

Primo campionato di Boccia paralimpica

29 aprile 2016 Stampa articolo

Volantino CampionatoSi terrà a Masarà in provincia di Padova il primi campionato italiano assoluto di Boccia Paralimpica che si disputerà sabato e domenica.

Sabato

alle  8 apertura dell’attività agonistica con la presentazione delle società partecipanti.

alle 9 riunione tecnica e verifica attrezzature

alle 10 inizio gare – gironi individuali elimintatori

alle 19 termine prima sessione di gare

Domenica

alle 8 apertura dell’attività agonistica

alle 9 inizio seconda giornata gare e- giorni finali

al termine gare Premiazioni

 

E’ stata costituita in Maserà di Padova, per volere di alcuni atleti e genitori, la società sportiva dilettantistica ORANGE BOWL ASD per il gioco della boccia paralimpica. L’attività è rivolta a tutte le persone con grave disabilità fisica, alle persone tetraplegiche, pluriamputate, con malattie degenerative allo stadio avanzato e alle persone con lesioni midollari. La boccia è probabilmente lo sport più antico mai effettuato dal genere umano, sono presenti raffigurazioni risalenti al 5200 AC di uomini egiziani che giocano lanciando pietre. E’ uno sport paralimpico, giocato per la prima volta nelle paralimpiadi del 1984. In Italia è presente solo da pochi mesi e nel Veneto dal mese di gennaio 2016 grazie alla società ORANGE BOWL ASD, affiliata Libertas e FISPES. Gli atleti si allenano per ora nella palestra di Maserà di Padova, ma sono in programma attività anche a Rovigo. Per informazioni Targa Loreno 3667800938 – Mattiolo Maura 3319870939 orangebowl.asd@gmail.comlogo Boccia in pdf

La boccia è uno sport molto simile ad un altro sport paralimpico: il bowls (che lo è stato per sette edizioni consecutive dal 1984 al 1996). Si tratta di uno sport che richiede precisione e controllo muscolare, come avviene anche nello sport per normodotati delle bocce, solo che in questo caso gli atleti che lo praticano sono in carrozzina oppure cerebrolesi.

Tutte le competizioni sono “open” (aperte sia agli uomini che alle donne) e possono essere sia a livello individuale che a squadre. Lo scopo del gioco è quello di avvicinarsi al pallino avendo a disposizione sei biglie, ognuna di diverso colore per ciascuna squadra.

È uno sport praticato in gran parte del mondo e, attualmente, è sport paralimpico da sette edizioni consecutive dei Giochi paralimpici a partire da New York nel 1984 in occasione dei VII Giochi paralimpici estivi (wikipedia)

C.S.



Articoli correlati


Con Coni Ragazzi lo sport è davvero per tutti
“Coni Ragazzi”, iscrizioni fino al 20 gennaio
Sport, sorrisi e sorprese: Andrea Lucchetta incanta il Polesine
Chiesa gremita per l'ultimo saluto al giornalista Renato Piombo
La “Festa Coni young” fa ancora il pieno
Nuovi bandi regionali dedicati allo sport