Home » Rugby

Addio a Nelie Smith, l’allenatore del decimo scudetto rossoblu

2 maggio 2016 Stampa articolo

Nelie Smith va a trovare gli alunni della prima elementare. é il giugno del 1988rossoblu dal 1986 al 1989 che portò la Rugby Rovigo a vincere il suo decimo scudetto nella stagione 1987/88 contro Treviso nella famosa Finale del Flaminio.

(Nella foto sopra: è il giugno del 1988, Nelie Smith fa una sorpresa agli alunni  della prima elementare dell’Istituto De Silvestri, portato professor Angelo Morello li va a trovare e firma gli autografi). 

Una lunga e brillante carriera ovale quella del sudafricano Smith, che tra il 1963 e il 1965 giocò negli Springboks, debuttando contro l’Australia, vestendone i gradi di capitano contro la Francia un anno dopo e in altre tre occasioni.

Diventò allenatore della Nazionale sudafricana nel 1981. Oltre ai Bersaglieri Smith ha anche allenato squadre del calibro di Northern Free State ed Eastern Province, ed è stato Director of Rugby del club irlandese Ballymena dal 1996 al 1998.

Alla famiglia Smith le più sentite condoglianze del Presidente  Francesco Zambelli e di tutta la Rugby Rovigo Delta.

Con lui, sempre dal Sud Africa, arrivarono due campionissimi come Naas Botha e Gert Smal, e con loro Smith costruì una squadra vincente. Una squadra bella e forte che raggiunse l’apice due anni dopo, nel 1988, quando conquistò il decimo scudetto – quello della stella – al Flaminio di Roma battendo in finale la Benetton Treviso.

Nei suoi tre anni in Italia sedette sulla panchina del Rovigo per 77 partite con 56 vittorie, 3 pareggi e 18 sconfitte. E lasciando un ricordo che non si è mai spento e, oggi, a Rovigo è giorno di lutto.(http://rugby1823.blogosfere.it/)

Redazione



Articoli correlati


Rugby Rovigo: primo test precampionato
Intervista a Marco Pastonesi, giornalista de La Gazzetta dello Sport
L'Adige Cup torna a Rovigo
Rugby Frassinelle protagonista anche nel sociale
Biscopan Frassinelle tuona ad Este
Rugby Rovigo al Trofeo Pedrini di Badia Polesine