Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo pareggia ma non basta

8 maggio 2016 425 visite Stampa articolo

Delta vs Arzignano - PeraDelta Calcio Rovigo – Forlí 3-3

Delta Calcio Rovigo: Careri, Busetto, Bertoldi, M’Boup, Villagatti (25’st Beghin), Mazzolli (17’st Cinti), Gattoni, Di Giovanni, Pera, Pradolin (15’st Baldrocco), Boliini. A disposizione: Cherchi, Beghin, De Masi, Marchesano, Cinti, Fabbris, Evali, De Cristoforo, Baldrocco. Allenatore: Passiatore Francesco

Forlí: Lombardi, Vesi, Salvi, Capellupo, Fantini, Cola, Pasquini (27’st Peluso), Spinosa (12’Enchisi), D’Appolonia (20’st Nocciolini), Turchetta, Bussaglia. A disposizione: Bartolini, Lo Russo, Andreoli, Rrapaj, Zeqiri, Casadei. Allenatore: Gadda Massimo

Arbitro: Marco Ricci di Firenze

Assistenti: Paglianiti di Vibo Valentia, Nista di La Spezia

Ammonizioni: Beghin (D), Capellupo Enchisi (F)

Reti: 11′ 32′ 89′ Pera (D), 19′ D’Apolonnia 36′ Spinosa 80′ Bussaglia

ROVIGO – Il Delta Rovigo pareggia con Forlì, 3-3, con tripletta di Pera ma anche se avesse vinto non sarebbe stato sufficiente per accedere ai play off visto che la Correggese non ha fallito l’obiettivo contro una Fortis Juventus già retrocessa.

Il Delta parte subito molto bene infatti al 9’ Pera, riceve da destra la sfera e brucia Lombardi in uscita e manda la squadra in vantaggio. Un paio di minuti dopo Pasquini effettua un tiro in porta che viene parato dal Careri. Subito dopo D’Appolonia fa altrettanto ma ancora una volta il portiere rodigino para. Al 19’ ancora D’Appolonia su assist di Bussaglia si propone e questa volta insacca ed è il pareggio.

Al 24’ Delta Rovigo guadagna un calcio d’angolo alla sinistra del portiere che però devia.

Al 32’ Pera raddoppia, cinque minuti dopo Forlì ripareggia i conti Spinosa. Le due squadre dunque vanno a riposo sul 2 a 2.

Quando si rientra in campo dopo la pausa i due team rallentano anche se comunque i entrambi cercano il gol del vantaggio ma i tentativi vengono sempre vanificati dai rispettivi portieri. Al 63’ Mister Passiatori richiama in panchina Mazzolli e manda in campo Cinti, dopo due minuti tocca al Forlì fare un cambio, entra Nocciolini al posto di D’Appolonia. Poco dopo ancora un cambio tra le fila del Delta entra Beghin al posto di Villagatti. Al 71’ per il Forlì entra Peluso al posto di Pasquini. Quindi cross radente di Turchetta che però Careri respinge. All’83’ Forlì va in vantaggio con Bussaglia che centra la porta su assist di Salvi. Il Delta però non è domo e insiste. All’89’ Lombardi commette un fallo di contrasto ai danni di Baldrocco. L’arbitro concede il tiro dal dischetto. È il bomber Pera che s’incarica di calciarlo e non fallisce, spiazza Lombardi insaccando la palla nell’angolo in basso. Al 93’ Bussaglia è a terra per crampi, Passiatore protesta per la perdita di tempo e il direttore di gara lo espelle dal campo.centro attività motorie

Manuel Pera con la tripletta di oggi arriva a 28 goal chiudendo la regular season come leader dei cannonieri. A fine partita il club Vecchia Guardia gli consegna lo scarpino d’oro.

Ultima giornata di Regular season

ArzignanoChiampo-Mezzolara 3-0

Bellaria Igea-Clodiense 3-1

Castelfranco-Legnago Salus 2-5

Delta Rovigo-Forlì 3-3

Fortis Juventus-Correggese 0-3

Imolese-Lentigione 3-2

Ravenna-Ribelle 1-1

Sammaurese-Parma 0-2

San Marino-Romagna Centro 1-4

Villafranca-Altovicentino 0-2

Classifica: Parma 94, Altovicentino 77, Forlì 69, San Marino 65, Correggese 64, Imolese 63, Delta Rovigo 61, Ribelle 61, Lentigione 59, Sammaurese 54, Union Arzignano Chiampo 53, Legnago 51, Ravenna 44, Romagna Centro 44, Virtus Castelfranco 42, Mezzolara 35, Villafranca VR 33, Bellaria Igea Marina 29, Clodiense 27, Fortis Juventus 13.

Iole Sturaro



Articoli correlati


Ilari si unisce al Delta Rovigo
Castaldo: “Spero di meritare la fiducia di Parlato”.
Vittoria risicata ma utilissima a Fiorenzuola    
Sentinelli: “Dopo il successo di ieri andremo a festeggiare lo ‘scudetto’ a Ravenna il 23 aprile”
Augusti: “L’Arcella deve sentire il nostro fiato sul collo”
Castelbaldo Masi. Albieri: “La Promozione è dietro l’angolo ma dobbiamo ancora….aggirarlo”