Home » Calcio a 5, Femminile

Impresa Granzette: batte Hellas

Un punto solo divide la squadra rodigina dalla serie C
10 maggio 2016 Stampa articolo

Sinigaglia-OmiettiCAMPIONATO FIGC C5 FEMMINILE SERIE D

10° giornata – Girone di Ritorno

GRANZETTE – Hellas Verona 3-2

ROVIGO – Alla fine, contro tutti i pronostici, l’impresa è arrivata: il Granzette vince 3-2 contro l’Hellas Verona domenica tra le mura amiche di San Pio X a Rovigo e, ad una giornata dal termine, è ad un punto dalla promozione diretta in serie C. Le veronesi sono già matematicamente le vincitrici del campionato proprio grazie alla vittoria delle rodigine contro l’Agsm di sette giorni fa, ma chiunque abbia assistito alla partita tutto può dire tranne che abbiano giocato per perdere, anzi hanno pressato nell’area delle neroarancio dal primo
all’ultimo minuto. Ecco perché la vittoria ha il sapore dell’impresa, ed ecco che il netto 3-0 dell’andata è stato ribaltato per meriti del Granzette e soprattutto grazie alla crescita delle singole atlete, settimana dopo settimana. Le ospiti partono subito forte e trovano la rete del vantaggio su calcio piazzato con uno schema eseguito e
finalizzato alla perfezione dalla numero 8 veronese, un pivot di categoria superiore dal punto di vista tattico ma soprattutto tecnico, in assoluto nel suo ruolo la migliore del campionato. Lo svantaggio non demoralizza le padrone di casa, e sicuramente non demoralizza il pivot neroarancio Piemontese che tiene testa alla diretta avversaria e si fa trovare, puntuale e precisa come sempre, sul secondo palo quando Andreasi raccoglie un passaggio su calcio d’angolo di Sinigaglia: 1-1 e palla al centro.
Entrambe le squadre giocano a viso aperto, tutte e due vogliono vincere, chi per confermare il primato e chi per consolidare il terzo posto, ma è il Granzette ad avere la meglio al 19′ quando Malin servita da Marchetto salta la diretta avversaria, sulla sua strada trova l’estremo difensore che para in spaccata; ma nessuno fa i conti con
Sinigaglia, la quale segue l’azione e rimette al centro per la compagna Malin che non sbaglia e realizza la rete del 2-1 su cui si chiude il primo tempo.
La ripresa inizia da subito con un pressing senza sosta delle veronesi, le ragazze dell’Hellas attaccano in area le rodigine ed Omietti è costretta spesso al lancio lungo per le compagne che devono così spendere energie per uscire dal pressing. Il Verona attacca ed il Granzette si difende con le gambe ma soprattutto con il cuore, dove
non arriva l’instancabile Andreasi arriva capitan Marchetto, la numero 4 non perde un contrasto nemmeno in situazioni disperate e questo è frutto di una condizione fisica eccellente ma soprattutto di una intelligenza tattica di categoria elevata. Chi fa la differenza però è Omietti: la numero 1 non sbaglia niente, perfetta in uscita, perfetta
tra i pali e perfetta nel dare calma a tutta la squadra, la stessa calma che ha Sinigaglia al minuto 18′. Marchetto chiama lo schema su calcio d’angolo, Piccinardi finta di calciare la palla arriva ad Andreasi che calcia, Sinigaglia davanti al portiere e spalle alla porta non ci pensa due volte e con un colpo di tacco fa passare la palla sotto le gambe dell’estremo difensore e segna il 3-1, mandando in delirio le compagne ed il numeroso pubblico. L’Hellas però non molla ed al 24′ trova su una ripartenza la rete del 3-2. Il Granzette vuole i tre punti e non molla un centimetro su nessun pallone fino al 32′ ed al triplice fischio finale esplode la gioia al palazzetto di San Pio X.
Ora la serie C è ad un punto, ma mister Bassi e tutto lo staff tecnico hanno creato una mentalità tale da guardare sempre chi sta sopra e non chi sta sotto, ecco perché il passaggio di categoria è ad un punto ma il secondo posto è a tre punti. Se tutto andrà come deve andare domenica contro il Monte di Malo sarà serie C, voluta, meritata e guadagnata con la forza delle gambe, del gruppo e soprattutto del cuore.

C.S.



Articoli correlati


Granzette sconfitto dal Noale
Granzette un pareggio che soddisfa
Traguardo storico per Granzette
Granzette pronta ad iniziare
Granzette cede di misura alla leader
Per Alessia Longato il calcio è tutto!