Home » Azzurro, Volley

L’Italia batte la Corea del Sud

La nazionale azzurra, nella gara preolimpica, inizia con un successo
14 maggio 2016 Stampa articolo

ItaliavsCoreadelSudPreolimpico femminile

ITALIA-COREA DEL SUD  3-1
ITALIA:  Orro 1, Del Core 15, Chirichella 10, Ortolani 14, Piccinini 2, Guiggi 11, De Gennaro (L). Gennari  7, Centoni 2, Sylla 6, Egonu 6. Non entrate: Malinov, Danesi,  Sirressi (L), All. Bonitta.
COREA DEL SUD:  Kim Su-Ji 6, Kim Hee-Jin 10, Lee Jae-Yeong, Yang Hyo-Jin 13, Lee Hyo-Hee, Kim Yeon-Koung 26, Kim Hae-Ran (L), Lee So-Young 5, Kang Soh-Wi, Yeum Hye-Seon,Hwang Youn-Joo 1, Bae Yoo-Na 3, Park Jeon-Gah 2, Nam Jie-Youn (L), All. Lee Jong-Chul.
ARBITRI: Espicalsky (Bra) e Macias (Mex)
Spettatori: 2500. Durata set: 23, 27, 34, 27.
Italia: bs 3, a 4, mv 12, et 16.
Corea del Sud: bs 13, a 6, mv 13, et 26.
Tokyo. Gran debutto delle azzurre nel Tornemo Mondiale di Qualificazione Olimpica. le ragazze di marco Bonitta hanno superato per 3-1 (25-17 25-19 25-27 25-18) la Corea del Sud, al termine di un match giocato con grande convinzione, che avrebbero chiudere anche 3-0, senza un leggero calo nel terzo set, in cui hanno comunque avuto a disposizione un match-point.
L’Italia schierata inizialmente con Orro in regia, Ortolani opposto, Guiggi e Chirichella centrali, Del Core e Piccinini di banda, De Gennaro libero ha condotto il gioco per tutto il primo set, poi nel secondo ha incontrato le prime difficoltà quando la compagine asiatica ha aumentato il ritmo e utilizzato meglio e di più la fuoriclasse Kim. Sotto 6-10 l’Italia ha stretto le fila, l’innesto di Gennari per Piccinini è stato positivo e le azzurre hanno iniziato a giocare meglio a muro ed in difesa. In un batter d’occhio hanno rimontato e di slancio sono arrivate a chiudere 25-20.
Terzo set dall’andamento similare, con la Corea inizialmente avanti, ma Italia vigile pronta a rimontare. Sul 10-12 Centoni ha rilevato Ortolani (positiva nel suo rientro in squadra dopo 4 anni) colpita da crampi  e le azzurre hanno allungato sino al 19-15, quando un momento di rilassamento ha consentito alle coreane di rimontare. La squadra di Bonitta è arrivata egualmente sul 24-23, ma Centoni ha sbagliato il servizio e l’inerzia del set è passata dalla parte asiatica: con il 27-25 che ha riaperto la gara.
Nel quarto le azzurre sono partite male. Sotto 4-1, Il ct tricolore ha lanciato in campo Sylla per Gennari ed Egonu per Ortolani. Il loro slancio e la loro potenza hanno riportato l’Italia avanti. In due hanno siglato 12 punti, quelli decisivi per il 25-18 finale.
Domani sempre alle 3 di notte italiane c’è la scorbutica Thailandia. Gara egualmente difficile, da affrontare con la massima concentrazione. Ma il successo odierno è di grande valore. Un primo passo verso l’ambita qualificazione per i Giochi Olimpici

La soddisfazione di Marco Bonitta e le sue azzurre dopo la Corea del Sud
Tokyo. Nel immediato dopo gara il tecnico azzurro e le sue atlete hanno commentato con soddisfazione il successo ottenuto sulla Corea del Sud.
Marco Bonitta: “La chiave della bella vittoria di oggi è che la squadra ha partecipato. Mi faceva molto piacere vedere che chi era in panchina era davvero partecipe di quello che accadeva in campo. Oggi voglio sottolineare, che oltre alla qualità dell’esperienza, oltre alla forza verde delle giovani, lo spirito di gruppo è stato determinante. Abbiamo giocato due set con grandissima attenzione e totale applicazione strategica. Siamo andati un po’ in difficoltà nel finale del terzo ed ho ritenuto opportuno d’intervenire con due cambi nel quarto. Il nostro capolavoro lo abbiamo fatto proprio nell’ultimo set, perché rientrare in campo dopo aver sciupato l’occasione di vincere 3-0 e riuscire, grazie anche ai cambi, a chiudere la gara 25-18 è una gran  cosa. Domani contro la Thailandia sarà una partita ancora più difficile. Loro non hanno un gran giocatore come Kim, ma hanno molte soluzioni in attacco. Do mani per vincere dovremo giocare meglio di oggi”.
Miriam Sylla: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Una delle caratteristiche delle squadre asiatiche è che non mollano mai, che riescono a rigiocare anche palloni impossibili. Siamo state brave perchè abbiamo sempre provato a tenere la testa avanti. Nel terzo set loro hanno fatto due giocate meglio di noi. Nel set successivo ci siamo riprese ed abbiamo vinto, credo meritatamente 3-1. Sono contenta.”
Cristina Chirichella: “Inutile sottolineare che siamo molto soddisfatta. Questo risultato è molto importante per raggiunger il nostro obiettivo: la qualificazione per Rio”.
Paola Egonu: “Quando sono entrata ho cercato di dare il mio contributo. Ho giocato una palla dopo l’altra e spero di aver fatto bene. Entrare in un torneo così importante è stata davvero una grandissima emozione”.
Alessia Orro: “Bisogna non farsi travolgere dell’emozione, anche se oggi era forte. Io gioco in un ruolo particolare e mi impegno per essere sempre concentrata e con le idee chiare. Abbiamo avuto pochissimo tempo per allenarci e ci sono ancora tante cose da provare e trovare, per far si che il nostro gioco funzioni al meglio. Speriamo che nell’arco della manifestazione riusciamo ad oliare i nostri meccanismi”.

Preolimpico femminile – Vincono anche Thailandia ed Olanda
1a giornata – 14 maggio: Corea del Sud-Italia 1-3; Thailandia-Dominicana 3-1 (26-24 26-28 25-16 25-20); Kazakhistan-Olanda 1-3 ( 12-25 25-21 14-25 8-25); Giappone-Perù.
2a giornata – 15 maggio: Italia-Thailandia (ore 03.00); Perù-Dominicana; Olanda-Corea del Sud; Giappone-Kazakhistan.
3a giornata – 17 maggio: Kazakhistan-Perù; Dominicana-Italia (ore 05.45); Thailandia-Olanda; Corea del Sud-Giappone.
4a giornata – 18 maggio: Perù-Italia (ore 03.00); Kazakhistan-Corea del Sud; Olanda-Dominicana; Giappone-Thailandia.
5a giornata – 20 maggio: Thailandia-Kazakhistan; Corea del Sud-Perù; Italia-Olanda (ore 08.30); Giappone-Dominicana.
6a giornata – 21 maggio: Corea del Sud-Thailandia; Kazakhistan- Rep. Dominicana; Perù-Olanda; Italia-Giappone (ore 12.10).
7a giornata – 22 maggio: Rep. Dominicana – Corea del Sud; Thailandia – Perù; Italia-Kazakhistan (ore 8.30); Olanda – Giappone.
Nota: gli orari indicati sono quelli italiani
FORMULA – La competizione, che si svolgerà con la formula del round robin (tutti contro tutti), qualificherà per Rio 2016 la prima asiatica in classifica e le tre migliori formazioni della graduatoria finale.
TELEVISIONE – Tutte le gare della nazionale azzurra saranno trasmesse in diretta da RaiSport. (FONTE FIPAV)

C.S.



Articoli correlati


Alva Inox batte Bassano al Trofeo Biasin
Alva Inox cede al Monselice
Fruvit due punti d'oro
Fruvit raggiunge la vetta
Gabriele Pavan Ds del Delta Volley Porto Viro
Alva Inox: esordio da 3 punti in coppa