Home » Rugby

Le Ascare a scuola dei campioni del passato

31 maggio 2016 Stampa articolo

DinoDeAnnaAscareRugbyLadiesRovigoNel week end che ha riportato, dopo un digiuno durato per 26 lunghi anni, uno scudetto alla città di Rovigo grazie alla vittoria dei “Bersaglieri” nella finale con il Calvisano, tricolore doppiato dalla vittoria dei rossoblu dell’under 18 nella finale con la Capitolina Roma e nel quale si è pure registrata la promozione nella serie A del Rugby Badia, anche le Ascare Rugby Ladies Rovigo hanno avuto il loro momento di notorietà in questo irripetibile fine settimana che ha riportato il mondo del rugby polesano agli onori delle cronache sportive nazionali.

CristinaMarinelli&DinoDeAnna

Cristina Marinelli e Dino De Anna

Le ragazze di Franco Visentin e di Alessandro Trivellato venerdì 27 Maggio, nella sala meeting all’Autodromo di Adria (Rovigo), hanno partecipato infatti come ospiti dell’interessante convegno “Integrazione e sport fuori campo”, evento organizzato dalla Polisportiva Adria Rugby e che aveva
ottenuto il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Adria, del Comitato Regionale Veneto e del CONI Regionale. Per parlare dello sport come veicolo importante per la trasmissione di valori dove il rugby, in particolare, si fa promotore di principi che trovano la loro applicazione in qualsiasi campo sono intervenuti: Giorgio Sbrocco, ex giocatore di Petrarca Padova, Conegliano, Villorba, San Donà e Montebelluna, giornalista, scrittore e docente di Teoria, Tecnica e Didattica GiorgioSbroccodel Gioco del Rugby nel Corso di Laurea in Scienze Motorie all’Università di Padova e Ferrara; la dottoressa Cristina Marinelli, psicologa dello sport presso la Federazione Italiana Gioco Calcio, il professor Dino De Anna, campione degli anni ’70 con le maglie di Sanson Rovigo e Petrarca, medico e Senatore della Repubblica e Gianni Amore, ex rugbista e candidato alla presidenza FIR nelle prossime elezioni.

Per le nostre ragazze la partecipazione al convegno è stato un momento importante di confronto utile alla loro crescita sportiva. I temi toccati dai relatori si riveleranno infatti utili per il proseguo della loro esperienza nel mondo del rugby ma anche nella vita di tutti i giorni. Ascoltare i racconti di campioni del passato come Dino De Anna, non possono infatti che rinvigorire la loro passione per lo sport della palla ovale e le esperienze raccontate dai vari relatori alternatisi al tavolo, moderato dal coordinatore dell’evento Pierangelo Mazzetto, aiuteranno a comporre il mosaico del loro curriculum sportivo perché il rugby è sport “nobile” e va allenato nel fisico e, soprattutto, nell’anima e nella mente.

C.S.



Articoli correlati


Se n'è andato Milto Baratella
Rugby Rovigo pareggia con San Donà
Rugby Frassinelle regola il Piazzola
Il week end della Monti Rugby Junior
Rugby Rovigo in trasferta a Piacenza
Rugby Rovigo definita la prima squadra