Home » vari

“A tutto sport”: una seconda giornata da incorniciare

Scuole e federazioni protagoniste in piazza
5 giugno 2016 Stampa articolo

 

premiazioni_schermaQualche goccia di pioggia non è bastata a fermare la voglia di sport di Rovigo. La seconda giornata di “A Tutto Sport”, l’atteso fine settimana organizzato dal Coni Point di Rovigo, si è tradotta in un’autentica maratona di giochi e promozione sportiva nel cuore della città. Le scuole primarie rodigine e i tesserati delle federazioni provinciali oggi hanno invaso piazza Vittorio Emanuele II e piazza Garibaldi regalando due momenti di grande aggregazione, divertimento e spettacolo, coinvolgendo l’intera cittadinanza.

La mattina si è aperta con le attività dedicate ai giovani protagonisti dei progetti “Sport di classe”, promosso dal Miur, e “Sport a scuola”, organizzato dal Coni Point di Rovigo con la collaborazione dell’ufficio scolastico provinciale e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.Premiazioni_atletica

Una grande festa sul “liston” per circa 150 alunni provenienti dalle scuole primarie “Papa Giovanni XXIII”, “Mattioli” e “Pascoli”. A guidarli in una serie di entusiasmanti giochi 10 esperti in Scienze motorie, che già li avevano seguiti nei vari plessi nell’ambito degli stessi progetti sportivo-educativi. A gestire l’intera mattinata il coordinatore tecnico del Coni Point di Rovigo Enrico Pozzato, grazie anche al prezioso supporto del referente per l’educazione fisica dell’Ufficio Scolastico Piero Ambretti. Per tutti i bambini merenda offerta da Alì e Alìper, che dopo aver sostenuto il Coni Point di Rovigo nel progetto “Sport a scuola” non sono voluti mancare in quest’ultimo appuntamento in centro a Rovigo per promuovere uno stile di vita sano tra i più giovani e distribuire materiale didattico a tema “Esplorando il corpo umano”.

Premiazioni_baseballNel pomeriggio spazio alle federazioni provinciali che hanno allestito nelle due piazze Vittorio Emanuele II e Garibaldi ben 13 campi di gara per promuovere le loro discipline grazie ai tesserati di alcune società locali. A partire dalle 16 si è giocato a calcio grazie alla Scuola Calcio del Duomo, si è tirato di scherma con il Centro Scherma Rovigo, si è provato il tiro con l’arco insieme alla Compagnia Arcieri di Rovigo, il judo con il Duomo Judo, il tennis con i Ct Don Bosco e Ct Tre Martiti. I più piccoli si sono cimentati in una gimcana ciclistica grazie al Gruppo Ciclisti Bosaro Emic; si è provata l’ebbrezza della canoa attraverso un simulatore del Gruppo Canoe Polesine e si è imparato a conoscere meglio l’equitazione con il C.E. “Il Bosco” e la palla pugno. Proprio nel centro di piazza Vittorio Emanuele si è anche giocato a sitting volley insieme a una campionessa: la giocatrice della nazionale italiana Nadia Bala, grande protagonista del pomeriggio a cinque cerchi insieme alla Polisportiva Qui Sport Trecenta. Per gli amanti del “batti e corri” c’era il gonfiabile del Baseball Softball Club Rovigo. Immancabile Confindustria Atletica Rovigo per l’atletica leggera e, infine, due canestri spuntati all’ultimo hanno consentito anche alla Fip di partecipare alla festa. Quasi a sorpresa i pattinatori dello Skating Club Rovigo hanno compiuto qualche giro della piazza in rappresentanza della loro federazione.Premiazioni_Calcio

Due leggeri scrosci d’acqua hanno solo consentito di riprendere fiato. Poi tutti di nuovo in campo per arrivare alle 18.30, orario previsto per le premiazioni finali. L’intero pomeriggio è stato seguito in diretta su Delta Radio che dalla piazza ha seguito l’evento con Salvatore Binatti, impegnato a coinvolgere uno dopo l’altro i tanti protagonisti del pomeriggio sportivo organizzato dal Coni Point di Rovigo. Di fronte a Palazzo Nodari gradito ospite del Comitato polesano a cinque cerchi il banchetto dell’Avis comunale di Rovigo. Per l’intero pomeriggio il Centro Attività Motorie di Rovigo, partner dell’intero weekend “A Tutto Sport”, ha distribuito magliette a tutti gli atleti, tecnici e dirigenti impegnati in piazza.

Premiazioni CanoaDal palco allestito davanti al Comune, i saluti delle autorità hanno preceduto la carrellata di premiazioni che hanno chiuso la riuscita giornata di sport. “Se il Veneto è la regione con il miglior rapporto tra praticanti e abitanti, lo si deve al fatto che tutte le nostre provincie sono di ‘ Serie A’ – ha sottolineato il vicepresidente del Coni Veneto Guido Di Guida – E questa giornata lo dimostra ampiamente. Probabilmente a Rovigo c’è anche il miglior rapporto tra scuola e sport. I buoni sportivi diventano anche buoni cittadini, perciò grazie al Coni Point di Rovigo e anche al Comune di Rovigo che ha capito che una manifestazione di questo tipo può essere da traino anche dal punto di vista turistico”.

Presente sia al mattino che al pomeriggio l’assessore allo sport di Palazzo Nodari Luigi Paulon. “Credo che questa sia stata una giornata di ‘investimento’: noi stiamo investendo in tutti questi ragazzi. Più fanno sport e più saranno aperti e pronti ad affrontare il futuro”, ha ricordato l’assessore.premiazioni Ciclismo

Maddalena Zanetti, consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ha ricordato quanto stia facendo l’ente da lei rappresentato per lo sport polesano attraverso i bandi “Sportivamente” a sostegno delle società sportive e, dallo scorso anno, anche dell’impiantistica. Ha partecipato alle premiazioni anche Giampaolo Milan del Panathlon di Rovigo, non prima di aver sottolineato i valori del fair play e della correttezza che da sempre lo stesso Panathlon si propone di sostenere e diffondere.

Non è voluto mancare alla grande giornata del Coni Point di Rovigo nemmeno l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari che ha portato il suo saluto sia al mattino durante l’attività delle scuole, sia al pomeriggio agli atleti delle federazioni provinciali.

Premiazioni TennisApplauditissima sul palco dei premiati anche la nuotatrice Sara Zanca della società Uguali Diversamente, che a luglio parteciperà ai “Trisome Games” di Firenze, le prime Olimpiadi riservate ai ragazzi con sindrome di down. C’è da scommettere che per l’atleta polesana sarà una pioggia di medaglie. Dalla piazza è arrivato un gigantesco in bocca al lupo. Dal palco, invece un appello a contribuire ai dispendiosi allenamenti di Sara.

Premiazioni 1 Premiazioni 2

 

 

 

 

C.S.



Articoli correlati


Due Bandi regionali sotto la lente d'ingrandimento del Coni
“L’impianto ottimizzato”, il corso del Coni indica la strada
Convegno "Make The Difference" Lo sport apre alle realtà transgender - sabato 8 aprile
Genitori e insegnanti: diventare adulti, che emozione!
Three days for the future
Il fitness si fa functional