Home » Triathlon

Un weekend da Ironman

Aglio da applausi nell’impegnativo Triathlon di Nizza. Ben quattro esordienti tra i cinque finisher al Challenge Venice di domenica
8 giugno 2016 Stampa articolo

 

Il gruppo Rhodigium Team a VeneziaNIZZA – E’ stato un weekend davvero da incorniciare per la Rhodigium Team. Dal triathlon sono arrivate enormi soddisfazioni. E non su una distanza qualsiasi. Piazzare ben 6 finisher nell’Ironman nella stessa giornata non è cosa da tutti i giorni. Farlo addirittura a cavallo tra l’Italia e la Francia rappresenta qualcosa di davvero incredibile.

Domenica 5 giugno è stato innanzitutto il gran giorno di Michele Aglio, non certo al battesimo con la lunghissima distanza del triathlon. Al prestigioso Ironman di Nizza si è confrontato con un percorso a dir poco ostico, reso ancora più impegnativo da un meteo non proprio invitante. IromanNelle acque della Costa Azzurra l’alfiere nerazzurro ha percorso i 3,8 km a nuoto in acque libere in 1h 3’, per poi affrontare la frazione preferita: quella in bici. Aglio ha coperto i 180km previsti (con un dislivello di 2000 metri), arrivando in zona cambio in 5h 24’; un crono superlativo che gli ha consentito di recuperare ben 30 posizioni. Poi la stanchezza ha iniziato a farsi sentire nella maratona finale (42 km), chiusa in 4h 3’. Al traguardo per il triathleta rodigino il cronometro si è fermato su 10h 43’ 20”. Per lui 81esimo posto su 2885 partenti, a conferma dello spessore della prova sfoderata.

Contemporaneamente sei compagni di squadra erano impegnati sulla stessa distanza al Challenge Venice, quattro di loro all’esordio assoluto nell’Ironman: Sara Fusetti, Christian Marzana, Alessio Trombin, AglioGiampietro Giomo, più Piergiorgio Marchetti e Massimo Casaroli, entrambi già finisher. Un numero davvero notevole se si considerano i sacrifici richiesti per preparare e per portare a termine una sfida che mediamente tiene occupati i triatleti per 11 ore. A far da cornice alla fatica, fisica e mentale, l’incanto di Venezia per una “prima” nell’Ironman da ricordare. Christian Marzana ha chiuso la sua prova in 10h 52’ 33”, Alessio Trombin subito dietro in 10h 52’ 55”. Giampietro Giomo è arrivato al meritato traguardo in 11h 08’ 03”, ottimo anche il tempo tra le donne di Sara Fusetti che ha fermato il cronometro in 11h 30’ 23”. A chiudere il plotone nerazzurro Piergiorgio Marchetti in 11’ 37’ 03”. Sfortuna nera per Massimo Casaroli che al termine della frazione a nuoto si è procurato una profonda ferita al piede e, nonostante una medicazione, non è poi riuscito a continuare la sua gara. Aglio all'arrivo Giomo Trombini, Fusetti

C.S.



Articoli correlati


Omar Bertazzo tra i grandi
Alessandro Fabian in gara al grand prix di Cesenatico
Rhodigium Team Protagonista su tutti i fronti
In 200 per l'Aquathlon "Città di Rovigo"
Bronzo tricolore per il presidente
Doppio impegno per Progetto Vista Team