Home » ladies gaelic football, Sport Gaelici

Il cielo è cremison sopra Berlino

9 giugno 2016 Stampa articolo

Venetian_Lionesses. Le Venetian Lionesses tornano in campo e lo faranno in grande stile sabato 11 giugno nel torneo di Berlino, terza ed ultima tappa del campionato regionale South/East Europe. Un torneo, quello che si giocherà nella capitale tedesca, molto importante e che vedrà tutte le squadre partecipanti andare a caccia degli ultimi punti disponibili per scalare la classifica in vista delle finali continentali che si giocheranno nel prossimo autunno.Ma il torneo berlinese non vedrà in lizza solo le squadre del campionato South/East Europe. La competizione riservata alle ladies verrà infatti arricchito anche della partecipazione straordinaria delle compagini appartenenti al raggruppamento Benelux. Già lo scorso anno, nell’ultimo appuntamento della prima parte della stagione giocato a Padova a metà giugno, si era sperimentato l’intergirone con l’inserimento dei tre team di Belgio, Olanda e Lussemburgo, un esperimento ben riuscito e che aveva notevolmente elevato il tasso tecnico della competizione femminile. Il board della Gaelic Athletic Association ha così deciso di riproporre la formula anche nel torneo di Berlino.

All’ombra della Porta di Brandeburgo le nostre ragazze cercheranno di ripetere l’exploit ottenuto in aprile a Rubano nel torneo organizzato dalla New Ascaro Rovigo in collaborazione con la Polis 4×4 ed il Roccia Rugby, dove conquistarono un prestigiosissimo terzo posto con la formazione “Cremison”. A Berlino le Venetian Lionesses parteciperanno con una squadra di tutto rispetto pronta a ripetere l’impresa e, se possibile, migliorarla. Da segnalare il rientro del capitano Chiara Sandonà, assente a Rubano per motivi personali, che garantirà la solita quantità di lavoro tra difesa e centrocampo dispensando alle compagne anche una buona dose di grinta che certo non le manca.Venetian_Lionesses

Per motivi lavorativi da registrare invece le assenze del portiere Mariangela Gallo e del difensore Tiziana Najjar. Assenti  a causa dei gravi infortuni patiti nel corso del torneo casalingo giocato ad aprile anche Michela Mentini e l’irandese Amy Nì Ghallchobhair. Quattro assenze pesanti che comunque non faranno vacillare lo spirito combattivo delle “leonesse” cremisi-oro dell’Ascaro che partiranno venerdì pomeriggio dall’Aereoporto “Marco Polo” di Venezia. Queste le convocate da coach Franco, che per motivi personali non potrà seguire la squadra a Berlino che verrà affidata, per l’occasione, alle cure del preparatore atletico Andrea Chieregato: Rossella Astolfi, Samanta Botter, Maria Grazia Leali, Angela Masiero, Stefania Menan, Debora Migliorini, Debora Poli, Chiara Sandonà, Silvia Stoppa, Carolina Tosatto e, le due irlandesi Emma Lester e Maeve Henegan. Nonostante le assenze le Venetian Lionesses si presenteranno comunque con una squadra di tutto rispetto, forse un pò corta di cambi nel reparto difensivo ma che a centrocampo ed in attacco può contare su quantità e qualità. Per sopperire alle carenze in difesa e per permettere anche a Masiero, Henegan e Sandonà di rifiatare, bisognerà chiedere qualche sacrificio ad alcune delle ragazze del centrocampo e dell’attacco che saranno chiamate a coprire anche ruoli difensivi quando la situazione lo richiederà.

Insomma le prospettive per ben figurare ci sono tutte e da Berlino arriveranno certamente un sacco di soddisfazioni per tutto il movimento del ladies gaelic football nazionale.

Ci sarà comunque da combattere, le Venetian Lionesses infatti sono state inserite nel girone A dove affronteranno le Shamrocks di Bratislava e le campionesse europee del Belgio. Lo scorso anno a Padova, nell’unico precedente con il team belga finora disputato, le Leonesse uscirono dal campo sconfitte ma con l’onore delle armi concesso dal capitano del team campione d’Europa. Nel gruppo B Monaco di Baviera “A”, Lussemburgo e Vienna mentre nel gruppo C il team Holland Ladies, Berlino, Monaco di Baviera “B” e la franchigia formata da Zurigo, Basilea e Praga si contenderanno l’accesso alla seconda fase del torneo.

Torneo come detto molto competitivo e le nostre ragazze per accedere alla semifinale dovranno sfoderare due super prestazioni visto che il primo posto nel girone A sembra già prenotato dal Belgio e che alla semifinale, oltre alle vincenti dei gruppi B e C, accederà anche la miglior seconda classificata, ossia quella che nella prima fase, otterrà la miglior differenza punti.

C.S.



Articoli correlati


Un sogno che si avvera
Quando McGrath chiama l'Italia risponde!
Dicembre infuocato per il Ladies Football
Nuovo corso nella New Ascaro Rovigo
Conosciamo Helen Harrington, capitano della S.S. Lazio Calcio Gaelico Ladies
Samanta Botter tra le migliori del torneo di Praga