Home » Podismo

Pretty Run: una rosa con mille petali

La città si colora per dire no alla violenza sulle donne. Una prima edizione da record nel ricordo di Monica Benetolo. Il ricavato sarà devoluto allo sportello Pronto Qui Donna di Rovigo
26 giugno 2016 Stampa articolo

 

Pretty_Run_2016“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Un messaggio rimbalzato mille volte questa sera, 25 giugno, lungo le strade di Rovigo per dire “no” alla violenza sulle donne. Tanti sono stati infatti i podisti che hanno indossato la maglietta rosa ufficiale della prima riuscita edizione della Pretty Run, la grande corsa rosa che l’Ads CorriXRovigo ha organizzato per sensibilizzare anche il nostro capoluogo contro uno dei fenomeni più deplorevoli dei nostri tempi. Il millesimo pettorale è stato assegnato poco prima delle 20, orario fissato per la partenza.

Un evento mai visto a Rovigo. Una festa di sport ma anche un impegno sociale. Nonché un momento per ricordare chi con la sua battaglia personale è diventata da poco un simbolo di caparbietà e coraggio. La prima edizione della Perry Run è stata dedicata a Monica Benetolo, l’avvocato rodigino recentemente scomparso. Prima del via il coordinatore dell’evento Marco Bonvento ha consegnato al marito Massimo il pettorale numero 1, ritirato dalle iscrizioni: “Grazie per averci permesso di dedicare questa prima edizione a Monica, una donna che ha sempre lottato senza mai arrendersi”, ha detto Bonvento consegnando il pettorale al marito pochi istanti prima della partenza.Pretty_Run_2016

Come da programma le prime a partire sono state le grandi protagoniste della serata: le donne. Il grande plotone femminile ha mosso i primi passi tra una pioggia di coriandoli. In testa le donne della “Footloose”, la squadra appositamente allestita dalla Caritas di Rovigo con le partecipanti al corso di alfabetizzazione “Vivere in Italia” insieme alle operatrici e insegnanti volontarie. Solo 10’ più tardi hanno preso il via gli uomini, alcuni con bimbi e passeggini al seguito. Letteralmente bruciate durante la settimana le preiscrizioni, con appassionati di corsa giunti da tutta la provincia di Rovigo e anche da molti Comuni tra Ferrara e Padova.

Due i percorsi proposti: uno da 10km e uno da 5,5, entrambi cittadini. Spettacolare l’ondata rosa che un po’ alla volta si è riversata sulle piazze e sulle strade rodigine. Con quel messaggio stampato sulle magliette ufficiali, comprese nel pacco gara e indossate da tutti i partecipanti, a riecheggiare tra le facciate di case e palazzi per invitare a diventare protagonisti del cambiamento.

Pretty_Run_2016Con l’Asd CorriXRovigo in prima linea nell’organizzazione della prima Pretty Run l’associazione Ametiste di Rovigo, operativa da gennaio 2015 nel capoluogo polesano con lo sportello Pronto Qui Donna Rovigo. Le volontarie dell’associazione presieduta da Alessandra Tozzi si sono messe a disposizione per tutta la serata dando una mano a raccogliere anche le ultime richieste di iscrizione, arrivate qualche minuto prima della partenza. L’intero ricavato della manifestazione, al netto delle spese, sarà devoluto proprio allo sportello Pronto Qui Donna che potrà così dare nuova linfa ai propri servizi.

Tanti gli altri volontari che lungo il tracciato hanno presidiato gli attraversamenti più delicati e potenzialmente pericolosi. A dare una mano anche le associazione Giovani in cammino e Uguali…diversamente. In totale un “esercito” di 60 persone senza le quali la Pretty Run non sarebbe stata possibile.

All’arrivo per tutti i partecipanti ricco ristoro offerto dal Novecento di Rovigo. Il negozio rodigino Finish Line ha premiato 25 Pretty_Run_2016fortunati, estratti tra tutti i partecipanti, con materiale tecnico New Balance. Hanno sostenuto l’evento anche Asm Set, Pizzeria La Deliziosa, Futurama e Archimedia.

“A nome mio e di tutto il comitato organizzatore esprimo una grandissima soddisfazione – commenta Marco Bonvento – Abbiamo avuto tantissimi partecipanti, con iscritti da tutta la provincia di Rovigo ma anche da Ferrara e Padova. Tuttavia ciò che ci rende particolarmente orgogliosi è essere riusciti a fare, attraverso la corsa, un importante atto di sensibilizzazione nei confronti di un tema che purtroppo è ancora di grande attualità: la violenza sulle donne. La frase che abbiamo stampato sulla maglietta consegnata ad ogni partecipante è il nostro invito a non accettare passivamente alcuna situazione. A reagire. A denunciare. Soprattutto quando a subire sono le donne”.

C.S.



Articoli correlati


La Bice.run "Xmas Edition" mette la quinta
Venti africani all'Half Marathon Rovigo
In 300 per l'esordio della quinta edizione
La CorriXRovigo torna in campagna
CorriXRovigo- Casa per casa, sodalizio vincente
La pioggia non rallenta la “CXR Generation”