Home » Triathlon

Battocchio, uno sposo sprint!

Al Ledroman 2016, grande prestazione del triatleta della Rhodigium Team, appena rientrato dal viaggio di nozze. Bene anche gli altri portacolori della società nerazzurra. Buone notizie anche dalla Silca Cup
14 luglio 2016 Stampa articolo

 

Nicola Battocchio (maglia rossa)Dopo il sì davanti all’altare, l’exploit al “Ledroman 2016”. Non perde tempo Nicola Battocchio, atleta di punta della Rhodigium Team. Tornato solo martedì scorso dal viaggio di nozze, domenica insieme ad altri 11 portacolori della società rodigina si è presentato al via della terza edizione del triathlon organizzato sul lago di Ledro (Trento) nella distanza Sprint (750 metri a nuoto, 20 km in bici e 5 km di corsa). E sul traguardo è arrivata l’ennesima conferma dell’ottima stagione finora disputata dal triatleta nerazzurro. Per Battocchio 19esimo posto assoluto e quarto di categoria. Frutto di una condotta di gara impeccabile che gli ha permesso di recuperare nel finale molte posizioni.

“Durante il briefing ha iniziato a piovere e tutti ci siamo preoccupati molto pensando all’impegnativa discesa che avremo dovuto affrontare in bici – racconta l’alfiere della Rhodigium Team – La frazione in acqua è andata piuttosto bene. Anche in sella mi sono difeso trovando una buona andatura (400 metri il dislivello complessivo, ndr), ma è nell’ultima parte a piedi che ho fatto la differenza rimontando su molti concorrenti”. Alla fine il cronometro si è fermato a 1h5’22”, ossia 3’ in meno rispetto al tempo fatto registrare dallo stesso triatleta lo scorso anno. “Considerando anche la strada bagnata nella frazione in bici, direi che è stato un buon miglioramento – commenta – Questa è una gara che mi piace molto, mi si addice. Del resto qui ci sono venuto anche in vacanza”.Rhodigium team al Ledroman 2

Nel passato di Battocchio tanto, tantissimo pattinaggio. Ma nel futuro solo il triathlon. “Ho praticato pattinaggio a rotelle in linea ininterrottamente dai 6 ai 29 anni, ma a ottobre dello scorso anno ho interrotto gli allenamenti per dedicarmi esclusivamente al triathlon – spiega – Recentemente ho provato il mezzo Ironman a Rimini, ma credo che la mia dimensione ideale sia quella delle distanze medio-corte, anche perché piazzamenti come quelli di domenica mi spingono a insistere su questo tipo di gare”.

Al “Ledroman 2016” sono arrivati buoni riscontri anche dal resto del plotone Rhodigium Team. Tra le donne Barbara Loro ha chiuso con un ottimo 1h31’04” che le è valso il 14simo posto di categoria S4; una scivolata nella frazione in bici non ha impedito a Stefania Schiesari di portare a termine la sua prova (1h37’11”). In campo maschile applausi soprattutto per Gian Luigi Vecchiati che ha staccato il 114esimo tempo assoluto e 16esimo tra gli M1 (1h11’23”). Nella stessa categoria Matteo Bazzan (1h15’26”) ha tagliato il traguardo 40esimo. Subito dietro Roberto Zanforlin e Maurizio Piovan, giunti all’arrivo poco sopra 1h16’. E poi tanta fatica, ma anche tanta soddisfazione, per Massimo Bertelli (1h23’01”), Alberto Bernini (1h25’04”), Massimo Gavioli (1h25’33”), l’esordiente assoluto Massimo Gasparetto (1h26’29”)e Marco Giovanni Gheller (1h38’03”).

Sempre domenica la la Rhodigium Team ha schierato tre triatleti anche al via della “Silca Cup” a Farra D’Alpago. Anche in questo caso di è trattato di una gara Sprint. Crono di tutto rispetto per l’esperto Massimo Casaroli (1h11’13”) con conseguente 14esima piazza tra gli M3. Notevole l’esordio assoluto di Mirko Zandron, capace di tagliare il traguardo in 1h16’05” nonostante le logiche difficoltà di un primo impatto col nuoto in acque libere. Addirittura a podio nella categoria M5 Stefano Bruschi: il suo tempo di 1h16’52” è valso il secondo posto.Rhodigium Team al Ledroman 1

C.S.



Articoli correlati


Omar Bertazzo tra i grandi
Alessandro Fabian in gara al grand prix di Cesenatico
Con Fusetti e Trombini cala il sipario
Bertazzo senza rivali a Barberino del Mugello
Progetto Vista, doppio impegno a Lavarone e Fidenza
Rhodigium Team spalla a spalla con i migliori d’Italia