Home » canoa

Ricchiero sfiora il podio europeo

Con questi risultati la polesana stacca il pass per i campionati del Mondo di Minsk in Bielorussia
16 luglio 2016 Stampa articolo

Elena RicchieroGiornata da incorniciare per il Polesine e per il Gruppo Canoe Polesine che ha raggiunto risultati di altissimo livello oggi con Elena Ricchiero e Matteo Cavessago (ex GCP ed ora in forza alla Canottieri Padova) che si sono classificati oggi, 15 luglio ’16 a Plovidv sulla vetta della canoa Europea. Elena ha sfiorato il podio nella finale con il suo favoloso K4 su mt 500,  mentre Matteo Cavessago nel K2 Junior 500 mt ha tagliato il traguardo in seconda posizione guadagnando l’argento continentale!

Il meteo ha condizionato il programma con un forte temporale estivo che si è abbattuto sul campo gara ed ha ritardo il regolare svolgimento delle gare in programma di almeno un’ora.  Nessuna conseguenza però per Elena Ricchero che in equipaggio con Alessia Agostinetti (Canoa Club Livorno), Alessandra Casotto (Canottieri Padova) e Veronica Bordignon (Canoa Club San Donà) che dopo una combattuta finale sul fotofinish, per soli 4 decimi di secondo, cede il metallo di bronzo alle ungheresi Banki/Jenei/Szendy/Gamsjager, in una gara dominata da Russia e Bielorussia.

Oggi festeggiamo un quarto posto ma forse potevano avere tra le mani una medaglia perché proprio il giorno prima nelle gare di qualificazione la compagna di barca Alessia accusava una sindrome influenzale ed oggi l’atleta ha gareggiato in finale non avendo ancora pienamente recuperato.  Resta il fatto che Elena è davvero giovane e che davanti a sè ha altri due anni nella categoria Junior e che sicuramente non mancherà di avere altre occasioni per misurarsi ad altissimi livelli.

Anche se in forza alla canottieri Padova ritroviamo il “nostro” Matteo Cavessago che in coppia con Gianluca Pommella nel  K2 Junior 500mt porta a casa la medaglia d’argento in una bella e intensa finale conclusa in 01:36.996; a 8 decimi di secondo dall’oro della Russia di Flin/Shmyrov. La bielorussia di Smalianik e Suhak è terza in una gara combattuta al fotofinish con l’equipaggio tricolore.

Con questi risultati i due polesani si sono guadagnati anche l’accesso ai campionati del Mondo a Minsk in Bielorussia, il requisito della federazione canoa era infatti che gli equipaggi iscritti agli Europei si classificassero entro le prime sei posizioni.   Ci aspettiamo quindi che Elena e Mattea vengano a breve catapultati su di un altro areo per disputare gare anche in questo prestigioso contesto che si terrà dal 28 al 31 luglio.

Grandissima la gioia in casa GCP con un risultato che ripaga di anni di impegno e sacrificio da parte dei ragazzi e di tutto lo staff tecnico e dirigenziale che si adopera quotidianamente spesso in condizioni davvero avverse, costretti a sopportare continui disagi a causa delle condizioni in cui versa ormai da anni la sede sociale del Porticciolo Turistico.

Una situazione che si trascina da troppo tempo (2012!) e che non ha nulla a che vedere con lo sport ed i valori che si coltivano ogni giorno nell’ambito della nostra attività.  Confidiamo che questi risultati di eccellenza, punta dell’iceberg di una attività strutturata e continuativa, che coinvolge centinaia di ragazzi polesani ogni anno, possano ulteriormente contribuire a far trovare, da parte dell’Amministrazione Comunale di Rovigo e da tutte le persone di buon senso una soluzione concreta ed accettabile all’annoso problema del Porticciolo che tra l’altro ha smesso dal 2013 di essere anche sede di competizioni internazionali con le ben note ed indiscutibili ricadute di immagine (ma anche economiche) per l’intera comunità di Rovigo.

C.S.



Articoli correlati


Canoe Rovigo campione d’Italia
Il Canoe Rovigo promuove l’attività del progetto “A scuola in canoa”
Canoe Polesine in luce a Castel Gandolfo
Canoe Rovigo sulle acque mosse del Brenta
Canoe Rovigo conquista 3 bronzi
Giada Marchetto, del Canoe Rovigo, campionessa d’Italia