Home » vari

Polesani alle Olimpiadi: Marta Menegatti

4 agosto 2016 Stampa articolo

Marta MenegattiMarta Menegatti, la stella del beach volley di Ariano nel Polesine, nata a Rovigo il 16 agosto 1990, continua a brillare a Londra nel 2012 ha disputato la sua prima olimpiade in coppia con la bergamasca Greta Cicolari, mentre per l’edizione di Rio è in coppia con Victoria Orsi Toth,

mentre per l’edizione di Rio sarebbe stata in coppia con Victoria Orsi Toth, ma questa è risultata positiva all’antidoping per cui ha fatto le valige ed è tornata a casa. Per non perdere il posto in un primo momento alla polesana era stata assegnata come compagna la Becky Perry che però secondo le norme della Fivb non ha disputato il numero minimo di tornei necessario (12) per poter partecipare ai Giochi, quindi si è in fretta furia ricorsi a Laura Giombini che  negli scorsi mesi è stata compagna della Perry.  Si presenta quindi un’Olimpiadi in salita per la coppia in quanto Giombini ha giocato con la polesana  soltanto due tornei europei a livello Under 23 nel 2009 e nel 2010 e adesso gioca nel suo stesso ruolo. Dopodomani per loro scatta la prima gara.

A Londra l’atleta polesana con la compagna Cicolari si era classificata in quinta posizione.

Marta, testarda quanto basta, dal momento in cui ha detto quel fatidico sì al mondo del beach volley ha sempre accettato nuove sfide e il progetto olimpico è riuscito a darle il giusto sprint caricandola di tutte le motivazioni necessarie.

Impossibile dimenticare le medaglie conquistate fino a questo momento da Marta: nel 2007 fu argento ai mondiali under 19 a Myslowice con Gilda Lombardo, mentre nel 2009, dopo soli 2 mesi di gioco con Greta, diventò campionessa italiana. Nello stesso anno la Menegatti vinse i campionati europei under 20 a Kos in coppia con Deborah Allegretti e conquistò quattro medaglie nel circuito Cev insieme alla Cicolari: un argento a Zagabria e tre bronzi a Cipro, Laredo e Vaduz. I risultati non sono mancati neanche in ambito internazionale: buono il quarto posto a Sanya, in Cina.Marta Menegatti - Vittoria Orsi Toht

Nel calendario si cambia anno, ma la stella arianese non si ferma mai di brillare: prima con Laura Giombini salì sul secondo gradino del podio all’europeo under 23 a Kos, poi con Viktoria Orsi Toth in quello dei mondiali under 21 a Alanya. Sempre nel 2010, all’Open di Phuket con Valeria Rosso ottenne uno storico secondo posto e a Myslowice nel 2011 fece il bis con Greta Cicolari. Non possono sfuggire all’occhio il bronzo nelle tappe di Gstaad e Phuket. Dopo uno sfortunato nono posto ai mondiali di Roma, nell’estate scorsa la coppia Menegatti-Cicolari dimostrò il suo vero valore al campionato europeo di Kristiansand dove l’inno di Mameli prevalse sulle austriache Hansel-Montagnolli. Indimenticabile quel 2-0 e quella gara a senso unico dove i due parziali eloquenti, di 21-10 e 21-12, proiettarono le ragazze azzurre sul tetto d’Europa.

Hal luglio 2013 viene accoppiata alla giovane Victoria Orsi Toth e nel giro di pochi mesi le due sportive centrano due semifinali nei Grand Slam di San Paolo e Mosca piazzandosi al 4º posto, migliori risultati femminili nella stagione 2013.

La stagione 2014 sotto la vede protagonista del circuito Mondiale concluso al 10º posto del ranking mondiale con una prestigiosa Medaglia d’Argento conquistata a San Paolo in una finale combattutissima contro Larissa-Talita.

Nel 2015 aprono la stagione agonistica con una prestigiosa Medaglia di Bronzo a Mosca nel primo Grand Slam dell’anno.

Il settembre 2015 entra nuovamente nella storia del Beach Volley Italiano, per aver vinto insieme a Viktoria Orsi Toth la prima Medaglia d’Oro in una tappa del World Tour a Sochi (Russia).

Nell’ottobre 2015 conquistano la terza medaglia stagionale, un Bronzo al torneo di Puerto Vallarta seguita dalla quarta medaglia stagionale, l’argento all’Open di Antalya in Turchia. (fonte Wikipedia)

Redazione



Articoli correlati


Cerimonia di intitolazione della palestra di Borsea a Silvano Modena
“Sani Sapori”: lezioni di sport e corretta alimentazione in centro storico
Sport, sorrisi e sorprese: Andrea Lucchetta incanta il Polesine
I disturbi specifici dell’apprendimento spiegati ai genitori
Non solo rugby
Da Anci e Ics un aiuto importante all'impiantistica sportiva