Home » Triathlon

Esordio da applausi per Luca Chinaglia

All’Italy Man Triathlon di Lecco il portacolori della Rhodigium Team completa il suo primo “medio” grazie a una perfetta gestione e a una grande frazione di corsa
23 agosto 2016 Stampa articolo

Luca ChinagliaLECCO – Esordio con i fiocchi per il giovane Luca Chinaglia che domenica ha affrontato il suo primo triathlon medio a Lecco. Gli sforzi e i sacrifici fatti in mesi di duri allenamenti sono stati ripagati dalla prestazione che l‘atleta della Rhodigium team è riuscito a sfoderare sull’impegnativo percorso che, come consuetudine di ogni, “70.3“, si è articolato in 1.900 metri a nuoto, 90 chilometri in bici e una mezza maratona di 21 chilometri. Una prova per la quale la sola prestanza fisica e la forza di volontà non sono sufficienti, occorre anche una perfetta gestione delle energie per non restare senza benzina prima della linea del traguardo.

Ed è proprio grazie alla tattica che Chinaglia ha portato a termine una gara da applausi interpretando benissimo il tracciato: sforzi contenuti nelle prime due frazioni, pur molto impegnative, per poi liberare tutto il suo entusiasmo e le sue capacità nella corsa. Le condizioni meteo, tra l‘altro, non hanno agevolato il nuoto al punto che la partenza è stata posticipata per problemi di vento; diversi atleti hanno deciso addirittura di non partire. L’acqua è rimasta comunque molto mossa tanto che i tempi di tutti si sono alzati molto. Impegnativa la frazione in bici con 1.500 metri di dislivello positivo accumulati al termine di un continuo saliscendi. Ma è nella mezza maratona che Chinaglia ha dato il meglio di sè correndo alla media di 4‘44“ al chilometro, un ritmo davvero notevole che gli ha consentito di chiudere la sua prova col tempo di 6h07‘25“ e un incoraggiante sesto posto nella categoria S3.

Ora all’orizzonte si intravedono gare molto attese dalla Rhodigium Team. A iniziare dall‘Ironman di Vichy (Francia) che domenica vedrà ai nastri di partenza l’esperto Paolo Franzoso, intenzionato a portare a termine una meravigliosa doppietta dopo l’Ironman di Klagenfurt chiuso alla grande appena due mesi fa. E poi c’è naturalmente l’appuntamento iridato che il 4 settembre vedrà Omar Bertazzo impegnato in Australia (Sunshine Coast) a difendere i colori azzurri, e anche quelli nerazzurri della Rhodigium Team, al Mondiale “70.3“.

C.S.



Articoli correlati


Il sogno iridato di Omar Bertazzo
Omar Bertazzo tra i grandi
Sempre tra i primi, anche ai Mondiali
Progetto Vista, la stagiona agonistica entra nel vivo
Doppio impegno per Progetto Vista Team
Progetto Vista di scena a Lido delle Nazioni e Peschiera