Home » vari

Cerimonia di intitolazione della palestra di Borsea a Silvano Modena

11 settembre 2016 Stampa articolo

Intitolazione palestra a Maestro ModenaA Borsea c’è la palestra Modena. Si è svolta domenica mattina 11 settembre, la solenne intitolazione della nuova palestra nella frazione di Borsea, una cerimonia che è terminata con la scoperchiatura della targa che intitola la struttura sportiva alla memoria del maestro rodigino di pugilato, Silvano Modena.

La manifestazione è stata preceduta dalla celebrazione eucaristica da parte di Monsignore Claudio Gatti insieme al parroco don Silvio Baccaro. Presenti tra gli altri i ragazzi della Pugilistica Rodigina, il presidente del consiglio comunale Paolo Avezzù, l’assessore ai lavori pubblici Gianni Antonio Saccardin, l’assessore con delega allo sport Luigi Paulon, la senatrice Emanuela Munerato e Raffaello Franco fiduciario del Coni di Rovigo. C’era anche la famiglia  di Mario Steffenel, a cui poco prima era  stato intitolato il campo di hockey a Rovigo.Intitolazione palestra a Maestro Modena

Durante la celebrazione oltre al maestro Modena sono stati menzionati altri sportivi che non ci sono più, come Mario Steffenel, Nini Costantini e Nicola Perin, il giovane rugbista di Borsea, in particolare al termine della funzione, l’assessore Paulon intervenendo al microfono, ha ricordato che ciò che li univa sono stati i valori della solidarietà: ”Il messaggio che il maestro Modena ha voluto portare – ha proseguito Paulon – è che nella casa degli sportivi siamo tutti uguali”.

Intitolazione palestra a Maestro ModenaRicordando commosso Silvano Modena, nel suo intervento, il maestro Cristiano Castellacci della Pugilistica Rovigo lo ha descritto: ”come un uomo che ha sempre fatto del bene agli altri, un uomo che non guardava il colore della pelle degli altri e che ha trasformato dei ragazzi in campioni. Oggi siamo noi che per la prima volta doniamo qualcosa a lui “.

I valori dello sport sono stati anche richiamati nella omelia del vicario generale Gatti che ha riconosciuto che: ”nello sport abbiamo bisogno di maestri, che sono gli allenatori, come il maestro Modena, che sono stati, appassionati dello sport, ma dei modelli di vita, che hanno insegnato con tecnica e responsabilità. Lo sport è un valore che ci unisce e permette a tanti di realizzare sé stessi”.

Silvia Fantinati

Silvia Fantinati



Articoli correlati


“Sani Sapori”: lezioni di sport e corretta alimentazione in centro storico
Polesine protagonista a Feltre per l’attività intercentri
Andrea Lucchetta e i campioni polesani
Convegno "Make The Difference" Lo sport apre alle realtà transgender - sabato 8 aprile
“A tutto sport” riempie la piazza
Sport Training Convention 2017