Home » Sport Gaelici

Un sogno che si avvera

14 settembre 2016 Stampa articolo

copertina“Sogno Irlandese – la storia curiosa degli sport gaelici in Polesine”, è il libro di prossima pubblicazione che verrà presentato ufficialmente venerdì 23 settembre, alle ore 21, presso la Club Hause dello Stadio “M. Battaglini” di Rovigo. Scritto da Raffaello Franco è stato realizzato grazie al filantropico contributo della IRE Impianti Elettrici di Badia Polesine che nella persona del suo titolare Antonio Queraiti ha creduto in questo ambizioso progetto editoriale ideato dalla Polisportiva New Ascaro Rovigo asd nell’ambito delle iniziative volte a festeggiare i primi cinque anni di attività del sodalizio sportivo Polesano. Il volume, edito dalla Editrice Cattolica Italiana, si sviluppa su 225 pagine divise in 18 capitoli e da una ricca sezione fotografica a colori. Raccontano il viaggio, la storia e come si sia giunti a realizzare un sogno, grazie alla passione, al lavoro ed al sacrificio messi in questo primo lustro di sport gaelici, ma non solo, in Polesine.

Con “Sogno Irlandese – la storia curiosa degli sport gaelici in Polesine” si va ad inaugurare nel nostro Paese un nuovo filone della letteratura sportiva. Il volume infatti è il primo realizzato in Italia e scritto in lingua italiana dedicato agli sport della tradizione irlandese che fecero la loro comparsa, per la prima volta quasi per caso, giusto cinque anni fa a Rovigo. Curioso leggere come da una piccola città della Pianura Padana sia scoccata quella scintilla che ha acceso la passione sportiva di molte persone, di come questa pazza idea si sia sviluppata e si sia evoluta. Un viaggio che affonda il suo percorso anche nelle radici storiche e nella cultura celtica che ha dato origine a questi sport oggi non più confinati solo in Irlanda.

LA TRAMA

Tutto partì da un pallone acquistato in Irlanda e da un gruppo di amici che hanno dato vita ad una nuova avventura sportiva. Mai prima di quel fatidico 2 giugno del 2011 infatti, in Italia, si era giocato al football gaelico!  Passione, sudore e fatica hanno contribuito a costruire, giorno dopo giorno, un sogno che sembrava, ai più, irrealizzabile. Ci è voluto tempo e pazienza ma i ragazzi della New Ascaro Rovigo asd ci hanno creduto ed hanno portato il loro football gaelico in tour per la Penisola fino ad arrivare in Puglia. Hanno visitato l’Irlanda, patria di questo gioco antico, hanno giocato nei Paesi Bassi, in Francia ed in Germania. Hanno conosciuto l’Europa e sono stati riconosciuti dall’Europa tanto che oggi il logo dell’Ascaro Rovigo fa bella mostra di se a Dublino sul Club Wall del Croke Park, lo stadio-tempio degli sport gestiti dalla Gaelic Athletic Association.

Dalle buone prestazioni a livello Continentale, alle delusioni nell’Adige Cup, la coppa stregata che ancora oggi è l’unico trofeo italiano e che, purtroppo, non ha ancora ritrovato la via di casa, fino ai primi arbitri di “scuola italiana” formati a Rovigo, come a Rovigo si è formata anche la prima nazionale femminile che si ricoprì di onore a Tolosa nella storica sfida alla Francia.

Tutto questo è il “Sogno Irlandese” dell’Ascaro Rovigo, un laboratorio sportivo sempre in fermento dove le idee e le novità non mancano mai. Dopo il football infatti arrivarono anche l’handball, il poc fada ed il rounders.  Nel suo piccolo ci troviamo di fronte ad un centro della cultura celtico-irlandese perché per capire e, soprattutto, per praticare uno sport è necessario prima conoscerne le origini e la storia, anche se a volte qui si è andati contro la storia aprendo le porte al rugby, sport “inglese” che in Irlanda negli stadi “gaelici” non è tra i giochi più graditi. Qui però, fortunatamente, siamo affrancati dai secoli di lotte anglo-irlandesi e lo sport lo pensiamo per come dev’essere: un’occasione di crescita, un dovere sociale che va a vantaggio della comunità nella quale tutti noi viviamo. Così, grazie alla New Ascaro, dopo molti anni, anche a Rovigo è tornato il rugby femminile, l’altra faccia di una stessa medaglia di uno sport che, nella “Città delle rose”, è vissuto alla stregua di una religione.

L’AUTORE

Raffaello Franco, nato a Ferrara nel ’71, vive a Rovigo con la moglie Elisabetta. Professione bancario. Ha praticato e pratica molti sport, dal calcio, al rugby, all’atletica leggera, all’hockey su prato, dallo sci, allo snowboard, fino al baseball, solo per citarne alcuni.

Giornalista sportivo pubblicista dal 2007, in passato ha collaborato per la rivista Area Sport ed ha gestito l’Ufficio Stampa del Baseball & Softball Club Rovigo. Attualmente collabora, fra gli altri, con i siti AgoraSportonline.it e PolesineSport.it.

C.S.



Articoli correlati


Quando McGrath chiama l'Italia risponde!
Gaa Rounders Italy Day scrive un’altra pagina di storia
Sogno irlandese raddoppia
Intervista a Rossella Astolfi vice presidente della New Ascaro Rovigo asd
Ascaro "doppio" bronzo
Rugby e sport gaelici tornano a scuola