Home » Sport Gaelici

Quando McGrath chiama l’Italia risponde!

21 settembre 2016 Stampa articolo

da-sx-zago-grego-raimondi-rasi-furlan-mcgrathE con questa fanno quattro su quattro! Quattro come le edizioni delle finali europee di football gaelico che hanno visto inserite nel pannel arbitrale almeno un direttore di gara italiano. Ancora una volta infatti, da Dublino, è arrivata la designazione di Tom McGrath per Andrea Furlan e Lorenzo Zago. Per l’ancor giovanissimo e davvero poco strutturato movimento del football gaelico nostrano è un onore che va al di la di ogni più rosea aspettativa, soprattutto se si pensa al fatto che queste nostre “giacchette nere gaeliche” hanno frequentato il corso tenutosi a Rovigo nella primavera del 2013 il primo e, finora unico, corso per arbitri di football gaelico tenutosi in Italia. Da quel momento infatti i nostri 5 direttori di gara hanno iniziato la loro brillante carriera internazionale sui vari palcoscenici europei. Fin da subito hanno saputo adattarsi ambientandosi in questo nuovo mondo! Dei pionieri che hanno aperto una strada, facendosi apprezzare fin da subito in un ambiente difficile e che non più di 3 anni fa, era piuttosto scettico sulle capacità di un direttore di gara italiano impiegato a redimere le questioni in uno sport che, all’epoca, semplicemente non esisteva nel nostro Paese. Erano insomma visti con molta curiosità, un po’ come bestie rare in uno zoo. Grazie alle loro capacità, come neve al sole, lo scetticismo si è immediatamente sciolto fin dal primo torneo internazionale di Parigi giocato nel settembre del 2013 e nel quale si registrò il debutto del rodigino Lorenzo Zago. Fu un successo! Serviva però la controprova per fugare ogni dubbio e dimostrare che la prestazione di Zago non era stata frutto di una coincidenza fortunata. Così, nel successivo mese di ottobre, McGrath raddoppiò convocando Raimondi e Zago alle finali europee che si giocarono ad Athlone, in Irlanda. Andare nella terra dove questo sport è nato è per tutti una scommessa! Elevato, per i nostri arbitri, il rischio di bruciare sul nascere una carriera appena iniziata. I due rodigini però riuscirono a ripagare abbondantemente la fiducia che il designatore europeo ripose in loro sfoderando una serie di prestazioni egregie e ricevendo i complimenti da tutti, compresi gli esigenti spettatori irlandesi! La scommessa era vinta e McGrath potè passare alla cassa per incassare il premio. Da quel momento, la scuola arbitrale italiana gode del rispetto assoluto di tutto l’ambiente, un ambiente in continua espansione tanto che oggi, al di fuori dell’Irlanda, sono oltre 80 i club attivi nella sola Europa.

Sabato 24 Settembre a Maastricht le migliori squadre europee si contenderanno il titolo continentale 2016 e, come detto, ci saranno anche i nostri Andrea Furlan e Lorenzo Zago che saranno impiegati, ancora una volta, sia nel torneo maschile che in quello riservato alle ladies. Per i nostri direttori di gara un’altra straordinaria occasione per accrescere la loro esperienza internazionale.

Che sia la volta buona che ci scappa una finale?

C.S.



Articoli correlati


New Ascaro All Star Awards 2016
Intervista a Sergio Corsini presidente della S.S. Lazio Calcio Gaelico
Nuovo corso nella New Ascaro Rovigo
Un anno con la New Ascaro Rovigo
Arbitri “gaelici” protagonisti in Europa
Rugby e sport gaelici tornano a scuola