Home » Motori, Speedway

Covatti conquista il titolo italiano

11 ottobre 2016 Stampa articolo

finale-campionato-italiano-speedway-11Chiusura in grande stile per Nicolas Covatti nelle ultime due prove del Campionato Italiano Speedway, ospitate a Badia Calavena dal Moto Club Riders Arena.

Il neo-campione italiano, al suo terzo alloro tricolore, non sbaglia un colpo in Lessinia e vince a man bassa tutte le batterie e le due finali, a conclusione di una stagione che lo ha visto sul gradino più alto del podio in otto occasioni su nove, a dimostrazione di una netta superiorità nei confronti degli avversari. Con la medaglia d’oro in bella vista, con la consueta pacatezza, Covatti esprime tutta la propria soddisfazione dopo aver corso la sera precedente in terra britannica: “È andato tutto bene. Sabato ero molto stanco per il viaggio dall’Inghilterra, ho dormito in finale-campionato-italiano-speedway-14aeroporto e sono arrivato in pista giusto in tempo per la gara. La moto non mi ha mai dato problemi, la pista qui a Badia ora è bellissima, permette diverse traiettorie e con la sua particolare conformazione con curve paraboliche mi ha fatto davvero divertire. Sono davvero contento per questo terzo titolo. Volerò a novembre in Argentina per salutare la mia famiglia, mi riposerò un po’ e tornerò in Europa nei primi mesi del 2017 per organizzare al meglio la prossima stagione. Ringrazio tutti i meccanici e le persone che mi hanno seguito, i tifosi sempre calorosi e il Moto Club Olimpia che mi dà sempre un grande aiuto”.

finale-campionato-italiano-speedway-10Di diverso umore Paco Castagna, secondo classificato nel campionato che a Badia non è riuscito a gareggiare come avrebbe voluto, mancando in entrambe le gare il podio. Quarto posto finale il sabato, dopo aver cullato il podio che gli è stato “scippato” da Tessari, autore di una gran prestazione. Amaro quinto posto la domenica, che non può soddisfare il figlio d’arte berico, palesemente contrariato nel dopo gara: “Sono state due giornate difficili. Meglio sabato quando ho disputato delle buone manche di qualifica, sbagliando però nella finale in cui per chiudere una traiettoria ho lasciato scoperto il corridoio interno. Domenica da dimenticare, mai una partenza come avrei voluto. Mi tengo stretto il secondo posto assoluto, pensavo e speravo di poter dare più fastidio a Nico (Covatti) ma non ci sono riuscito”.

Chi gioisce è Nicolas Vicentin, che centra nelle due gare il secondo posto di giornata, con due brillanti prestazioni dopo gli alti e bassi di Terenzano di due settimane fa. Sorride anche Guglielmo Franchetti che mette in bacheca una meritata medaglia di bronzo, conquistata nonostante il forfait di gara 6 a Terenzano, chiudendo quinto il sabato e terzo la domenica. Mattia Lenarduzzi, nonostante due giornate con poche soddisfazioni, centra il suo primo titolo under 21.

no images were found

 

C.S.



Articoli correlati


Dopo vent'anni Luise torna sull'isola d'Elba
Il pilota Massimo Rossi perde la vita in Germania
Qualificazioni Europee Franchetti e Castagna sfortunati
L’inglese Cook vince a Lonigo davanti a Fricke
Under 21 debutto per due piloti italiani
Tragedia nel Bolognese: Cristiano Lucchinelli, figlio dell'ex iridato della 500, muore dopo un grave...