Home » Calcio, Serie D

Delta Rovigo. Ferrari: “Presto tornerò a segnare molto”     

11 ottobre 2016 519 visite Stampa articolo

nicola-ferrariROVIGO – Oggi, alla ripresa degli allenamenti dopo la sconfitta di Piancastagnaio, il neo preparatore atletico Alan Marin ha guidato per la prima volta il lavoro dei biancazzurri. Marin è stato cinque anni e mezzo assieme a Carmine parlato: tre anni a Rovigo, uno a Pordenone e uno e mezzo a Padova sino all’esonero del tecnico napoletano e di tutto il suo staff.

Grande l’amarezza in casa biancazzurra per l’inaspettato e bugiardissimo stop contro i toscani. Un match nel quale Sentinelli e compagni hanno subito gol nell’unica occasione della Pianese mentre sono state tantissime le palle gol fallite. Uno degli errori è stato di Nicola Ferrari e lo ammette lui stesso: “Io e altri compagni abbiamo sbagliato e abbiamo pagato tali errori con una sconfitta che grida vendetta per come è maturata. Meritavamo una larghissima vittoria e invece abbiamo incassato la terza sconfitta stagionale ben oltre i nostri demeriti. Mettiamoci anche un pizzico di sfortuna (leggi: traversa colpita da Fortunato, ndr) e il quadro è chiarissimo”.

Ferrari ha segnato sinora un solo gol (alla Colligiana) ma guarda al futuro con ottimismo: “È vero: quest’anno sto segnando molto meno di quanto sperassi. La società e la gente pretenderebbe molto di più da me ma per un motivo o per l’altro non riesco ancora ad esprimermi come vorrei. Sono certo però che le cose miglioreranno col passare del tempo; siamo in zona play out ma la classifica è talmente corta che basterebbero un paio di vittorie di fila per risalire decisamente la classifica. Puntiamo a una franca vittoria contro il Fiorenzuola domenica prossima per iniziare a rilanciarci. Spero di tornare al gol (magari decisivo) contro i piacentini che hanno quattro punti in più. Sarà una partita difficile ma non possiamo permetterci di sbagliare”.centro attività motorie

Ferrari è nato a Sassuolo il 14 settembre 1989 ed ha mosso i primi passi nelle giovanili dei neroverdi di casa (ora in serie A). Per successivamente stagioni nella Primavera della Sampdoria, e poi in serie C e Lega Pro a Viareggio, Manfredonia, Fano, Sudtirol, Foligno, e in serie D a Aprilia (due anni con l’intervallo del Tuttocuoio). Eccezionali le ultime due stagioni: nel 14/15 alla Correggese di Massimo Bagatti (ex Delta Rovigo) dove in 33 partite ha siglato 14 gol. Ancor più prolifica la stagione scorsa con ben 20 reti in 38 partite a Mestre con l’altro ex tecnico biancazzurro Luca Tiozzo.

Ferrari abita a Sassuolo, è “felicemente single” (come dice lui), il suo piatto preferito è lo gnocco e tigelle (da buon modenese), tifa attualmente Juventus dopo aver prediletto i colori del Milan da bambino. Il suo cantante preferito è Vasco (anch’egli modenese) mentre guarda volentieri i film di Willie Smith ed ha una gran passione per Rohan, il suo cane di razza Alaskan Malamute, parente stretto egli Husky.

Da segnalare intanto come domenica Carmine Parlato abbia fatto giocare per dieci minuti Simone Soro (nato nel luglio 1999); un segno che con lui tutti, ma proprio tutti, abbiano la possibilità di mettersi in mostra.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo, bene la prima di Mister Parlato
Careri: “Con Parlato ho vinto a Pordenone; vorrei ripetermi”
Delta Rovigo travolge la Correggese e risale in classifica
Le cifre della penultima giornata di andata
Il recupero con l’Imolese il 25 gennaio
Uisp. 9^ giornata di ritorno