Home » Calcio, Serie D

Alessandro Miotto: “vogliamo e dobbiamo vincere”

12 ottobre 2016 427 visite Stampa articolo

alessandro-miottoOggi nella doppia seduta di allenamento c’è stato il ritorno tra i ranghi di Andrea Migliorini che si è allenato (finalmente!) col gruppo dopo un lunghissimo periodo nel quale ha combattuto con un problema muscolare all’addome. È chiaro che è in ritardo di preparazione ma il suo ritorno in una partita vera (magari uno spezzone) potrebbe accadere entro la fine di ottobre.

Intanto il Delta Rovigo si sta preparando con grande impegno alla partita di domenica contro il Fiorenzuola: un match molto importante dopo l’immeritata sconfitta con la Pianese. I piacentini hanno quattro punti in più e Sentinelli e compagni sono chiamati ad operare un deciso avvicinamento.

Parlato potrà praticamente contare sull’intera rosa (ad esclusione ovviamente di Migliorini) nella quale spiccano tanti giovani. Uno di questi è Alessandro Miotto, nato a Motta di Livenza (in provincia di Treviso) il 17 aprile 1998, ha giocato tutte le sei partite di campionato sinora disputate. Si presenta così: “Sono venuto al Delta Rovigo perché la società è seria e qui sono convinto di potermi mettere in luce e fare un piccolo (ma importante) passo verso campionati più prestigiosi, Non nascondo la voglia di giocare in serie A; per ora però penso solo al Delta Rovigo, convinto come sono che potremo disputare un campionato da protagonisti”.

Il biondo centrocampista trevigiano guarda alla partita di domenica scorsa con malcelato disappunto: “Abbiamo giocato bene – afferma. Ci è mancato solo il gol mentre i toscani hanno realizzato nell’unica occasione capitata loro. Abbiamo dovuto fare i conti anche una buona dose di sfortuna (leggi soprattutto la traversa di Fortunato, ndr) ma sono certo che i conti li faremo alla fine e spero siano tutti a nostro favore”.

Miotto dà un’occhiata alla partita di domenica prossima: “Vogliamo e dobbiamo vincere per dare una strambata al nostro campionato sinora troppo altalenante. Sappiamo che per vincere dovremo sudare le classiche sette camicie (e anche di più); non abbiamo però alternative alla vittoria che perseguiremo con tutte le forze”.

Miotto è single anche se a Rovigo ha già spezzato il cuore a tante ragazze rodigine (pensa per ora solo al calcio, ndr). Adora la musica rap, tifa Juventus e mangia volentieri pasticcio e tiramisù. Nelle due scorse stagioni era in forza alla Spal e può annoverare una presenza in Lega Pro nell’annata 14/15; l’anno scorso sempre con la casacca ferrarese ha giocato solo in Coppa Italia.

Pierre



Articoli correlati


Granzette perde di misura dalla Noalese
Domenica insidioso derby ad Adria. Boccanera predica prudenza
Capogrosso: “Il mio gol era validissimo”
“Bepi” Ruzza, rieletto presidente regionale Figc, guarda al futuro
De Anna: “Che emozione col Castelvetro!”
De Anna: “A S. Giovanni ho toccato il cielo con un dito”