Home » Calcio

Delta Rovigo. Parlato: “Vittoria importante ma dobbiamo migliorare ancora”

17 ottobre 2016 382 visite Stampa articolo

mister-parlato-1Dopo un successo per 3-1 verrebbe da pensare che un allenatore fosse arcifelice. Non è invece il caso di Carmine Parlato, perfezionista nato, che oggi aveva parecchio da ridire sulla prestazione globale contro il Fiorenzuola. “I tre punti sono importantissimi ma quella di domenica non è ancora la squadra che vorrei. È indubbiamente migliorata rispetto a quando ho cominciato ad allenarla ma ci sono ancora cose che non quadrano”.

Quali? “Ci vogliono maggiori serenità, continuità e personalità. In alcuni frangenti (soprattutto nelle ripartenze) abbiamo peccato a volte di scarsa serenità nelle giocate scelte. Mancava soprattutto la personalità necessaria per mettere sotto una squadra molto giovane ma atleticamente e tecnicamente ben preparata. E quando ci siamo riusciti lo abbiamo fatto a sprazzi e non con la continuità che mi aspetto dai ragazzi”.

Subito dopo però Parlato si rasserena e pensa al bottino pieno conquistato: “Una settimana prima a Piancastagnaio abbiamo subito una sconfitta pur dominando la gara, ieri col Fiorenzuola il successo è stato più tribolato di quanto possa dire il rotondo risultato. È comunque una vittoria importantissima che ci permette di risalire alla grande la classifica e di portarci a sei punti dalla vetta, ora detenuta dal Lentigione”.

La partita di ieri è cambiata con l’ingresso di Alessandro, autore della doppietta che ha fissato il 3-1 finale. Uno spauracchio per la difesa piacentina che ha finito per inchinarsi alla velocità e tecnica dell’argentino.

“Devo ancora capire completamente quale sia il ruolo a lui più congeniale – afferma Parlato -. Ieri ha segnato due gol da vera punta, altre volte si destreggiato bene partendo dalla fascia. Il ragazzo è bravo, serio e voglioso di essere il più utile possibile alla nostra causa; se continuerà così sono certo che di gol ne segnerà parecchi per la gioia nostra e di tutto l’ambiente”.delta-rovigo-vs-fiorenzuola-12

Domenica prossima il Delta Rovigo sarà a Castiglione, frazione di Ravenna, dove gioca la Ribelle. “I ravennati sono anch’essi molto giovani – osserva il tecnico biancazzurro. Battendo il Fiorenzuola abbiamo effettuato il sorpasso sui ravennati che avranno il dente avvelenato. Dobbiamo preparaci al meglio con l’intendimento di conquistare i primi punti in trasferta, consapevoli che dovremo preparare la gara con la massima cura”.

Mercoledì intanto verrà squalificato capitan Sentinelli, espulso nel finale di gara per doppio giallo. Per lui molto probabilmente lo stop sarà per una sola partita e pertanto tornerà in casa col Mezzolara.

Giovanili. Se per la prima squadra del Delta Rovigo è stata festa non è stato così per i ragazzi che giocano a livello nazionale e regionale. Gli Juniores Nazionali sono ancora al palo dopo aver incassato la quinta sconfitta consecutiva (1-4 contro il Montebelluna). Per loro lo score parla di 3 gol fatti e ben 17 subiti. Ancora peggio hanno fatto gli Allievi Regionali che non si sono nemmeno presentati a Longare; mercoledì subiranno la sconfitta a tavolino per 0-3, un punto di penalizzazione e una multa salata. Il responsabile del settore Stefano Toso commenta così: “Eravamo ridotti all’osso e avevamo chiesto al Longare il rinvio della gara, ricevendo però un secco rifiuto. Alla faccia della sportività!”. Per ora gli Allievi biancazzurri hanno perso tutte le 4 partite giocate con due soli gol all’attivo e 21 al passivo.

Hanno perso (1-3) anche i Giovanissimi Regionali dello stesso Toso col Longare; uno scontro tra le due prime della classe che hanno così demandato al prosieguo del campionato la questione vittoria finale.

Pierre

titolo: Delta Rovigo. Parlato: “Vittoria importante ma dobbiamo migliorare ancora”

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Parlato: “Non dobbiamo ancora guardare la classifica”
Problemi per alcuni giocatori
Pareggio a reti inviolate per il Delta Rovigo
Vittoria risicata ma utilissima a Fiorenzuola    
Sentinelli: “Dopo il successo di ieri andremo a festeggiare lo ‘scudetto’ a Ravenna il 23 aprile”
Una bella Adriese stende l’Este