Home » C2, Rugby

Rugby Rovigo Cadetta travolge Rugby Frassinelle

24 ottobre 2016 Stampa articolo

rugby-rovigo-cadetta-vs-frassinelleRugby Rovigo Cadetta: Giacomo Biffi, Antonio Arrigo, Johnny Parolo, Francesco Scanavacca, Luca Pavarin, Daniel Pasini, Riccardo Loro, Enrico Nordio, Tommaso Marra, Emanuel Manfrinato, Alberto Bolognesi, Leonardo Vianello, Dario Bordonaro, Andrea Cincotto, Mattia Merlo, Nicholas Falletti, Massimo Marzola, Vladislavs Sagins, Andrea Tenani, Juan Martin Ramirez, Diego Magagnini, Nico Nicoli. Allenatore: Roberto Pedrazzi

Frassinelle: Mortella, Martarello, Sisto; Argenton, Cominato (cap); Bassora, Parolo, Pavanello; Patrian, Benetti; Bianchini, Orlando, Borghesan, Greggio; Spolaore, Pucciarini, Berenga, Arziliero, Cominato Nicolas, Baccaro, Soffiato, Visentin, Scuro, Cantarello, Zotti.

ROVIGO – Partita persa nettamente con un punteggio davvero pesante: i padroni di casa vanno a segno otto volte e mettono tra i pali sette trasformazioni. Supremazia davvero schiacciante da parte dei rossoblu: forti degli innesti della prima squadra, hanno dominato la partita fin dalle battute iniziali dell’incontro. Anche la mischia ordinata, uno dei punti di forza del Rugby Frassinelle in questo primo scorcio di campionato, ha subito la superiorità dei padroni di casa. I rossoblu sono andati subito a segno a partita appena iniziata, e hanno aperto un solco importante tra loro e i galletti, che hanno praticamente subito issato bandiera bianca. I ragazzi agli ordini di Romeo e Dardani si sono subito scoraggiati, intravedendo un percorso del match in forte salita, e non riuscendo a contrastare le folate offensive dei rossoblu. Minuto dopo minuto il Rovigo ha costruito tra sé e gli avversari un divario irrecuperabile: alla fine del primo tempo i padroni di casa avevano già meritatamente segnato le quattro mete del bonus. Le fonti di gioco sono state sempre appannaggio dei Bersaglieri, in particolare la mischia. La difesa del Frassinelle non è riuscita a contrastare e fermare sul nascere le folate offensive del Rovigo. Pochissimi palloni dalle fonti di gioco hanno fatto sì che il Frassinelle non sia praticamente riuscito a esprimersi in maniera nemmeno lontanamente simile a quanto fatto nei precedenti incontri.

La maglia nera va invece all’arbitro dell’incontro, incapace di contenere la tensione che ha caratterizzato tutti gli ottanta minuti di gioco. Una tensione agonistica sicuramente esagerata se paragonata alla posta in palio. In troppe occasioni le due compagini sono venute alle mani, il direttore di gara ha dimostrato di non avere la capacità di evitare che queste situazioni insorgessero.

“Sono pienamente soddisfatto del risultato conquistato dai miei ragazzi, – ha detto il tecnico Pedrazzi- con il pieno dominio in mischia chiusa e nel gioco aperto. Abbiamo commesso qualche errore di troppo nelle rimesse laterali, su cui lavoreremo nelle prossime settimane. Sono inoltre contento della disciplina dimostrata dalla mia squadra che non ha reagito alle continue provocazioni degli avversari, senza quindi subire sanzioni. Stiamo migliorando partita dopo partita, siamo un gruppo giovane, l’età media è di 19 anni ed il più”anziano” ha 24 anni, con tanta voglia di crescere e di vincere”.

C.S.



Articoli correlati


Se n'è andato Milto Baratella
Rugby Rovigo pareggia con San Donà
Rugby Frassinelle in campo con Padova 555
La squadra Cadetta del Rugby Rovigo travolge Este
Rugby Rovigo alla sfida con la leader Calvisano
Rugby Rovigo vince l’ultimo test contro la Lazio