Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo. Contri: “Raccogliamo meno di quanto seminiamo”

25 ottobre 2016 519 visite Stampa articolo

francesco-contriÈ iniziata oggi la preparazione in vista della partita di domenica prossima al Gabrielli contro il Mezzolara. Prima della seduta Parlato ha preso in considerazione la prestazione di domenica scorsa contro la Ribelle; quando, in vantaggio per 2-0 sino a dieci minuti dal termine, i biancazzurri si sono fatti raggiungere, per un 2-2 finale che grida ancora vendetta.

Sotto la lente d’ingrandimento soprattutto il primo gol romagnolo quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore, i biancazzurri hanno perso palla a centrocampo innescando un contropiede velocissimo, chiuso col gol del 2-1.

Protagonista dell’azione (anche se in maniere indiretta) è stato Francesco Contri, esterno destro di difesa: “Noi là dietro non potevamo fare di più – afferma -; nel calcio d’angolo a nostro favore qualcuno era salito in area avversaria e sulla ripartenza non siamo stati capaci di controllare la velocità avversaria. Peccato! Già assaporavamo i tre punti ed invece abbiamo dovuto accontentarci della divisione della posta che non è stata in linea con la nostra condotta di gara. Purtroppo abbiamo sbagliato e abbiamo pagato ben oltre i nostri demeriti”.

Contri però guarda avanti con rinnovata fiducia: “Col mister e il suo staff stiamo lavorando al meglio e sono certo che ben presto raccoglieremo i frutti delle nostre fatiche. Per ora accontentiamoci del primo punto in trasferta”.

Con i punti persi a Piancastagnaio e a Castiglione di Ravenna il Delta Rovigo sarebbe a un tiro di schioppo dalla capolista Lentigione che invece rimane sei punti sopra. Contri recrimina: “È questo un girone nel quale non c’è un padrone designato. Noi abbiamo le peculiarità per essere protagonisti e sono certo che alla distanza diremo la nostra sino alla fine; vogliamo vincere il campionato e ce la metteremo tutta”.

Domenica arriva il Mezzolara e Contri guarda all’impegno con qualche preoccupazione: “Arriverà un’altra squadra giovane con la quale duelleremo con intensità. Vogliamo e dobbiamo centrare la vittoria per effettuare il sorpasso (Il Mezzolara ha un punto in più, ndr) ed essere magari più vicini alla vetta”.

Andiamo a conosce meglio il terzino biancazzurro. Francesco Contri è nato a Verona il 21 giugno 1997, è alto 1,84 metri per un peso di 82 chilogrammi. La sua carriera sì è svolta quasi per intero nei quadri dell’Hellas Verona di cui ha percorso tutte le categorie prima di approdare due anni fa all’Ambrosiana in Eccellenza, dove ha segnato cinque reti in 20 presenze. Nella scorsa stagione è tornato alla Primavera scaligera dove ha segnato un gol in 22 presenze. La sua squadra del cuore (non poteva essere che il Verona).

È single per “scelta” (“per ora penso solo al calcio”), tifa (ovviamente per il Verona, va matto per il risotto all’amarone cucinato da mamma Nicoletta. Contri è giovane ma gradisce la musica d’antan degli 883 e al cinema preferisce la commedia Italiana. Con i cinepanettoni in arrivo il suo gradimento aumenterà di certo.

Pierre

titolo:

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo rimedia una sconfitta con Lentigione
Zubin re del gol. Ne ha segnati ben 256 in 566 gare
Dopo l’espulsione di Mezzolara Fortunato fermato per 3 turni.
Lo Stroppare espugna alla grande il terreno dello Scardovari
L’Adriese affonda il Poggibonsi e ritorna a sorridere
Il Delta Rovigo ancora a mani vuote