Home » ciclismo

Samuele Schiavina non ce l’ha fatta

Anche la grande famiglia del 2 Torri si stringe attorno ai parenti e famigliari di Schiavina
26 ottobre 2016 Stampa articolo

schiavinaArticolo di Laura Guerra per gentile concessione di http://www.tuttobiciweb.it/

LUTTO | Samuele Schiavina non ce l’ha fatta. L’ex professionista ferrarese ha lottato come un leone per oltre un mese dopo il brutto incidente in moto avvenuto lo scorso 22 settembre a Reno Centese mentre rientrava a casa dal lavoro.

Il suo fisico forte da atleta ha cercato in tutti i modi di compiere quelle pedalate preziose verso la vittoria più importante, tornando a vivere, ma questo avversario è stato troppo duro da battere: gravi fratture e complicazioni che non gli hanno lasciato scampo. Samuele si è spento nella notte all’Ospedale Maggiore di Bologna, all’eta di 45 anni.

Il 22 settembre scorso, poco prima delle 13, Schiavina ha perso il controllo della moto da semi cross uscendo di strada e, in un destino così beffardo, ha colpito violentemente col corpo un paletto riflettente di segnalazione della curva. L’impatto gli ha causato serissimi danni a una gamba, bacino e femore e diversi altri ematomi che non hanno agevolato la situazione già molto critica. Intervenuto immediatamente sul posto, il 118 ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso che lo ha trasportato, cosciente nonostante la perdita di molto sangue, all’Ospedale Maggiore di Bologna, in rianimazione in prognosi riservata ed in pericolo di vita, situazione in pratica dalla quale non è mai uscito.

Samuele Schiavina ancora continuava a pedalare nei ranghi amatoriali, continuando a vincere e, di recente si era cimentato anche in piccole gare motoristiche, la sua seconda passione.

Samuele è stato professionista dal 1994 al 1999 vestendo le maglie di Carrers, Asics e Riso Scotti. Otto le sue vittorie, sei delle quali – una tappa al Giro del Messico, tre alla Vuelta a Burgos, due al Giro di Galizia – ottenute alla stagione d’esordio.

Alla famiglia Schiavina l’abbraccio e le condoglianze della nostra redazione.

 

Anche la grande famiglia del 2 Torri si stringe attorno ai parenti e famigliari di Schiavina con queste parole di cui Alessandro Cappellini si è fatto portavoce:

a Samuele

Samuele Schiavina ex prof. con il Presidente Fogagnolo

Samuele Schiavina la Presidente Fogagnolo

La Comunità dei Ciclisti di Rovigo e Provincia si stringono attorno ai famigliari e, alla compagna Sonia, in questo triste momento della scomparsa del loro Caro Samuele.

Una “assenza” che  lascia un vuoto profondo negli appassionati, amici e tifosi che avevano apprezzato le doti immense e la cristallina classe di Samuele autore di importanti vittorie nella sua fulgida carriera. Non vogliamo essere banali dicendo, come luogo comune in questi tragici momenti, che non ha vinto l’ultima “gara” . Samuele, (Samu per gli amici), continuerà a gareggiare perché il ciclismo era la sua vita, il ciclismo era nelle sue vene, “Lui” viveva per “correre”, era un predestinato, era un vincente. Il “Caso” ha voluto che terminasse le competizione “terrene” con la divisa di una società rodigina, il “2 Torri”, Siamo stati onorati dalla presenza di Samuele che difendeva i colori della nostra città e “Lui” coglieva questo nostro orgoglio ripagandoci con massime prestazioni. Samuele si sentiva dei “nostri”  l’appartenenza alla nostra comunità era palpabile in ogni sua esternazione.

Ogni volta che un ragazzo, una persona giovane, ci lascia si sente dire “che è un disegno del Signore”. Dissentiamo da questa affermazione suggestionale, perché i giovani le persone con una vita davanti da vivere dovrebbero rimane in questa terra con i loro affetti.

Samuele, ti ricorderemo come Uomo e come ciclista di enormi possibilità dimostrate in tantissime occasioni e a livelli estremi. Siamo certi che salendo in cielo idealmente e con orgoglio, indosserai  e sarai fasciato dalla Tua divisa da ciclista quella del “2 Torri”, che avevi scelto per continuare a vivere la tua grande passione. Noi ti ringraziamo di tutto quello che hai fatto e, ti ricorderemo con tanto affetto e stima anche per questa Tua ultima scelta.

Ciao SAMU, riposa in pace e, siamo certi troverai tanti nostri amici  ciclisti in cielo…………

Schiavina

Schiavina vittorioso

 

C.S.



Articoli correlati


Bosaro Emic, pioggia di medaglie in terra emiliana
Cambio al vertice per la Fci di Rovigo
Tricolore sul velluto per Filippo Fontana!
È partita da Bosaro l’edizione 2017 del “Pinocchio in bicicletta”.
Il 2 Torri successi su tutti i fronti
4° trofeo Emic – Memorial Angelo Rondina