Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo. Il pari col Mezzolara vale otto punti dalla vetta

30 ottobre 2016 670 visite Stampa articolo

delta-vs-mezzolara-10Delta Rovigo-Mezzolara 1-1

Delta Rovigo: Boccanera, Contri, Fabbri, Gattoni (12’ s.t. Oliveira), Dionisi, Sentinelli, Miotto, Fortunato, Ferrari, Alessandro (19’ st Caraccio), Ilari. A disp.: Careri, Capogrosso, Lo Perfido, Migliorini, Fabris e Crescenzi. Allenatore: Parlato.

Mezzolara: Malagoli, Pappaianni, Martelli, Galeotti, Quesada, Bagnai, Asanay, Negri, Rossetti, Costantini (43’ st Tazzini), Marzillo (15’ st Raspadori). A disp.: Zapparoli, Hrsulya, Dongellini, Bolelli, Dall’Ara, Fedor e Brugiotti. Allenatore: Alberti.

Arbitro Sanzo di Agrigento (assistenti Corradini del Basso Friuli e Valeri di Maniago).

Reti: 13’ st Alessandro, 34’ st Galeotti.delta-vs-mezzolara-1

Note: cielo sereno, temperatura ideale, terreno piuttosto spelacchiato. Calci d’angolo 5-3 per il Delta Rovigo, ammoniti Sentinelli, Ferrari, Fabbri, Asanay, Fortunato, Galeotti, Costantini e Dionisi. Espulso al 37’ st Ferrari per doppia ammonizione. Spettatori 300 circa.

Con il pareggio al Gabrielli e la contemporanea vittoria del Lentigione ora i punti dalla vetta sono otto; pochi o tanti secondo i punti di vista. Di sicuro a un quarto di campionato il gap rischia di essere troppo ampio per una squadra che continua a peccare sul piano della continuità e della fluidità di gioco e a perseverare sulla via dell’errore.

centro attività motorieIl Mezzolara si presentava al Gabrielli con la migliore difesa del campionato (4 gol al passivo come il Ravenna) e sin dalle prime battute si è visto come fosse difficile infilarsi nella sua area. Il Delta Rovigo esercita un discreta superiorità territoriale che però non riesce a concretizzare. Bisogna arrivare al 12’ quando Ferrari controlla e tira ma Malagoli mette in agolo. Prima del tè altra conclusione di Alessandro con palla deviata in angolo. Il primo tempo è tutto qui.delta-vs-mezzolara-9

La ripresa è un tantino più vivace e al 13’ Alessandro porta in vantaggio i biancazzurri con un’iniziativa personale con tiro alla sinistra di Malagoli che nulla può. Il Mezzolara alza il baricentro e va al tiro con Galeotti (altissimo) e poi Rossetti che trova uno straordinario Boccanera che mette in angolo. Al 31’ i biancazzurri poitrebbero “uccidere” la partita: su rapido contropiede Ferrari ha il tiro del 2-0 ma la sua conclusione termina sul palo alla sinistra di Malagoli; la difesa allontana.

Gol fallito, gol subìto (una regola del calcio scritta da nessuna parte ma validissima). Al 34’ una punizione di Galeotti supera la barriera e batte Boccanera. Gli animi si accendono e Ferrari viene cacciato per doppiua ammonizione e pertanto salterà la trasferta di Rignano così come Fortunato, giunto alla quinta ammonizione. A tempo scaduto altre due occasioni a stretto giro per Oliverira prima e Caraccio dopo ma la difesa felsinea e il portiere in particolare negano il gol ai biancazzurri.delta-vs-mezzolara-13

Gli altri risultati: Adriese-Ravenna 1-0, Castelvetro-S.Donato T. 4-4, Colligiana-Correggese 3-1, Imolese-Scandicci 0-2, Lentigione-V.Castelfranco 2-1, Poggibonsi-Pianese 1-2, Ribelle-Fiorenzuola 1-1, Sangiovannese-Rignanese 1-1.

Classifica. Lentigione 20; Imolese, Castelvetro e Scandicci 16; Correggese 15; Rignanese, Mezzolara e Pianese 13; Delta Rovigo e Fiorenzuola 12; Ravenna e Ribelle 11; Adriese e S.Donato T. 10; V.Castelfranco 9; Sangiovannese e Colligiana 8; Poggibonsi 7.

 

 

 

Pierre



Articoli correlati


L'Adriese incassa l'intera posta
Parlato: “Domenica avevamo più ‘fame’"
Presentate le squadre del San Pio X
Delta Rovigo è la migliore in casa, Adriese battuta 8 volte
Calcio d’essai. Emiro Beciani: un mito senza tempo
Carnacina: “Abbiamo praticamente già centrato l’obiettivo salvezza”