Home » Calcio, Calcio a 5, Femminile

Manita del Granzette al Verona

2 novembre 2016 468 visite Stampa articolo

vannini-piemontese-andreasi-malin1° giornata ritorno– Girone B

AGSM Verona – GRANZETTE 2-5

VERONA – Un Granzette che, guardando il risultato, sembra guarito dal “mal di gol”: cinque reti per continuare ad inseguire il sogno Final Four. Al giro di boa della Coppa Italia la squadra rodigina porta a casa tre punti dalla trasferta di Verona battendo 5-2 l’AGSM. Una squadra quasi perfetta quella di mister Bassi nei primi 15′, corre gioca e segna, prima con Vannini che approfitta di un’incertezza difensiva veronese e poi con Andreasi in azione solitaria che si “beve” tre avversarie e mette la palla alle spalle del portiere. Il 2-0 esalta le ospiti e fa crollare le padrone di casa, in difficoltà sicuramente per i tanti infortuni e con quindi una rosa ridotta all’emergenza. Sinigaglia al 19′ si trova sui piedi la palla del 3-0 ma mette a lato, 2′ dopo è Vannini ad essere sola davanti al portiere che però chiude bene, a seguire Piemontese prova di prima a calciare in porta ma il numero uno prima para e sulla ribattuta mette in angolo. È un assedio, si gioca ad una porta, ma finché la palla non supera la linea il bel gioco non fa aumentare il numero di gol fatti, anzi, proprio la foga del voler realizzare una rete può costare caro, infatti al 29′ Omietti deve compiere un miracolo in uscita a protezione della propria porta.

La ripresa inizia esattamente come si è chiusa la prima frazione di gara: il Granzette sa di poter far male e vuole a tutti i costi chiudere la gara, ma la porta sembra stregata, Marchetto prova con il tiro da fuori calciando a fil di palo, Piccinardi servita da Guberti a portiere battuto tocca male e la palla esce a lato, per fortuna al 10′ ci pensa Malin con un tap-in vincente a mettere in rete la palla del 3-0. Nemmeno il tempo di esultare che il Granzette si distrae e prende il gol del 3-1. Per fortuna, nonostante le imperfezioni sotto porta, la gara non è mai in discussione e, 5′ dopo, su punizione dal limite calciata perfettamente da Malin, puntuale sul secondo palo arriva Piemontese che sigla il 4-1.  A chiudere i giochi ci pensa il duo Sinigaglia – Malin, la numero 5 rodigina vede partire la compagna e serve un pallone perfetto sulla corsa a tagliare il campo, Malin stoppa, salta il portiere e segna il 5-1. Prima dello scadere il Granzette si distrae una seconda volta e, complice anche un’ottima azione corale dell’Agsm, subisce il 5-2.

Una vittoria che dà morale, e soprattutto mantiene a tre punti Noalese e Sanvemille prime a pari punti nel girone; domenica altra “finalissima” contro la Noalese: all’andata la gara è terminata 4-2 per le veneziane, ma il Granzette farà di tutto per ribaltare il risultato sperando ovviamente anche nell’aiuto del proprio pubblico. Appuntamento quindi a San Pio X con calcio d’inizio alle 18.30.

C.S.



Articoli correlati


Il Delta Rovigo aspetta tra le mura amiche la Colligiana
Fortunato: “Il Delta Rovigo è come la mia Atalanta”     
Salomonico pareggio in bianco col Ravenna       
Gravissima sconfitta dell’Adriese a Castelfranco
I granata double face cedono al Ravenna e fanno un passo indietro
Adriese. I granata battono sonoramente lo Scandicci e continuano a sperare