Home » CALCIO, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo. Migliorini: “Non vedo l’ora di giocare da titolare”

4 novembre 2016 Stampa articolo

andrea-miglioriniDomenica prossima a Rignano, alla luce della squalifica di Fortunato, potrebbe essere arrivato il momento del debutto da titolare per Andrea  Migliorini il quale sinora ha giocato solo alcuni minuti contro il Fiorenzuola e il secondo tempo contro la Ribelle.

“Se così fosse – ammette Migliorini -sarei felicissimo. In luglio, dopo solamente quattro giorni di ritiro, mi sono procurato un fastidiosissimo problema tendineo alla gamba destra che mi ha costretto a tanto lavoro differenziato. Ora, con l’aiuto del fisioterapista, sono finalmente a posto e domenica vorrei esserci per dare il mio contributo”.

Migliorini si guarda alle spalle e dà anche una sbirciata a presente e futuro: “Siamo troppo altalenanti – ammette -; abbiamo però un’ottima rosa e sono certo che, se troveremo la giusta continuità di risultati positivi, potremo dire la nostra per la vittoria finale”.

La Rignanese, dopo un avvio difficoltoso (3 punti a Adria, 2-1) e tre sconfitte nelle prime quattro partite, ha infilato una serie di 10 punti nelle ultime cinque giornate; un percorso importante per una squadra piuttosto giovane (21,6 anni la media per giocatore). Migliorini sbotta: “Forse loro saranno più pronti sul piano della velocità. Credo però che noi siamo globalmente migliori sotto il profilo tecnico e se riusciremo ad essere alla pari sul piano fisico potremmo avere molte chance di vittoria”.

Andiamo a conoscere meglio il centrocampista biancazzurro che ha vestito la maglia del Delta da gennaio 2014 (7 presenze senza gol). E’ nato a Mirano il 22 marzo 1988, è alto 1,80 metri per un peso di 73 chilogrammi. Ha iniziato la sua carriera al Livorno (Serie B, 2 caps, zero gol) nella stagione 08/09;  a gennaio 2009 passa alla Ptro Patria (C1, 8 presenze, 0 gol) e poi tre anni alla Spal (C1) con 66 maglie e 5 gol. Nel 12/13 si trasferisce al Venezia (C2, 5-0) e nel gennaio 2013 va al Kuka, serie A slovena (5 caps, 0 gol). Nella stagione successiva inizia in Australia nel Melbourne (9 presenze, tre gol); doveva andare al Sidney di Alessandro Del Piero (con cui si è allenato) ma per problemi di tesseramento ha dovuto spostarsi a Melbourne. Il resto è storia recente: nel gennaio 2014 (come detto) approda al Delta e l’anno dopo va a Pordenone dove in 19 partita segna 3 gol. Nella scorsa stagione al Mestre, allenato da Luca Tiozzo, Migliorini disputa 21 partite segnando un  solo gol.

“Non ho segnato molto nella mia carriera – ammette Migliorini -; sono uno che predilige mandare in gol gli altri e spero che questo accada con frequenza a Rovigo”. E’ single e tifa Juventus ed è un “generalista”: non ha predilezioni culinarie (carne o pesce per lui pari son), ascolta musica italiana in genere e al cinema evita solamente i fil dell’horror.

I numeri della Rignanese. In casa ha battuto Colligiana (1-0) e Imolese (2-0), non vi ha mai pareggiato e perso ad opera dello Scandicci (0-2) e del Poggibonsi (0-1). In trasferta, oltre che ad Adria, ha vinto a Castelvetro (3-2), pareggiato con Sangiovannese (1-1) e perso a Ravenna (0-2) e Lentigione (2-3). Ha segnato 11 gol in totale; tanti quanto quelli subiti e il capocannoniere è Baccini con 4 gol (2 rigori), seguito a 2 da Degli Innocenti, e a uno da Bettini, Biagi, Meacci, Meucci e Privitera.

L’arbitro di domenica sarà il frusinate Ivan Catallo, coadiuvato da Stefano Capelli di Lugo di Romagna e Caterina Sugamiele di Cesena.

Il giudice sportivo ha accolto il ricorso della Ribelle contro la Sangiovannese per posizione irregolare di un giocatore toscano. La partita, terminata col 3-1 a vantaggio della Sangiovannese, è stata omologata con il 3-0 per i romagnoli. La classifica aggiornata vede il Lentigione con 20 punti; Castelvetro, Scandicci e Imolese 16; Correggese 15; Ribelle 14;  Mezzolara, Pianese e Rignanese 13; Delta Rovigo e Fiorenzuola 12; Ravenna 11; S.Donato T. e Adriese 10; V.Castelfranco 9; Colligiana 8; Poggibonsi 7; Sangiovannese 5.

 

Pierre



Articoli correlati