Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

A Rignano per in invertire la rotta in trasferta

5 novembre 2016 331 visite Stampa articolo

mister-parlato-1Vittoria sì, vittoria no! Per il Delta Rovigo la citazione che rimanda al referendum costituzionale del 4 dicembre non è puramente casuale. I biancazzurri infatti andranno a Rignano dove è nato il premier Matteo Renzi che ha voluto la consultazione. E ci vanno con l’unico obiettivo della vittoria se non vorranno trovarsi ancora più distanti dalle prime.

Però domare i toscani non sarà una passeggiata poiché sono la squadra più in forma del momento alla luce dei dieci punti raccolti nelle ultime quattro giornate (tre vittorie e un pareggio). Hanno addirittura fatto meglio di tutto il lotto e del Lentigione capolista in particolare che nello stesso lasso di tempo ha intascato sette punti.

Carmine Parlato “canta” il solito refrain da quando è approdato al Delta Rovigo: “Solo con continuità di rendimento dal primo e ultimo  minuto, la velocità, la concentrazione e l’amalgama (calca la voce su questi concetti) potremo pensare a espugnare Rignano”.

I suoi spesso hanno “cantato” con lui ma nelle ultime prestazioni non sono mancate alcune “stecche” che hanno portato il Lentigione in fuga con otto punti in più dei biancazzurri e quattro su Imolese, Castelvetro e Scandicci. Per recuperare bisogna che il Delta Rovigo trovi un passo spedito e che davanti si fermino. Parlato chiarisce: “Noi dobbiamo guardare solo a noi stessi. Se tutti applicassero sul campo quanto prepariamo in settimana senza distrazioni finali sono convinto che potremmo puntare ad una salutare vittoria. Qualora invece qualcuno (ne basta solo uno) non profondesse il massimo impegno tutto potrebbe essere tremendamente difficile. Dobbiamo cominciare a fare punti anche in trasferta”. Il Delta Rovigo, per la cronaca, è terzo in casa con 11 punti in 5 gare, dietro (a parità di partite giocate) a Lentigione con 13 e Imolese con 12. In trasferta invece sono ultimi con un solo punto in 4 gare (pareggio con la Ribelle) assieme alla Virtus Castelfranco (5 gare).

Domani il tecnico biancazzurro dovrà fare a meno solamente degli squalificati Fortunato e Ferrari che potrebbero essere sostituiti rispettivamente da Migliorini e Alessandro. Lo schema dovrebbe essere il solito 4-3-3 con Contri, Dionisi, Sentinelli e Fabbri davanti a Boccanera, Miotto, Migliorini e Gattoni a centrocampo, Ilari, Alessandro e Oliveira di punta.

Ecco il resto del programma di domani:Correggese-Lentigione, Fiorenzuola-Sangiovannese, Mezzolara-Castelvetro, Pianese-Ribelle, Ravenna-Poggibonsi, S.Donato T.-Colligiana, Scandicci-Adriese e V.Castelfranco Imolese. Calcio d’inizio ore 14,30.

Classifica: Lentigione 20; Castelvetro, Imolese e Scandicci 16; Correggese 15; Ribelle 14; Mezzolara Pianese e Rignanese 13; Delta Rovigo e Fiorenzuola 12; Ravenna 11; Adriese e S.Donato T. 10; V.Castelfranco 9; Colligiana 8; Poggibonsi 7; Sangiovannese 5.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo e Adriese devono vincere
Delta Rovigo. Fabbri: “Contro la Ribelle puntiamo al primo successo esterno”
Il Delta Rovigo umilia lo Scandicci ed è secondo
Capitan Lollo: “Vogliamo arrivare a metà classifica”
Delta Rovigo: "Portami allo stadio"
Nonostante i due pareggi di fila nulla è ancora compromesso definitivamente