Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Parlato: “Domenica condizionati dal campo e dalla pioggia”    

8 novembre 2016 322 visite Stampa articolo

carmine-parlatoROVIGO – Tre pareggi di fila fotografano il momento attuale del Delta Rovigo che non riesce a dare l’attesa strambata al proprio campionato. E’ pur vero che domenica ha guadagnato un punto (ora sono sette) sulla capolista Lentigione, battuta sonoramente (0-3) a Correggio, ma nel contempo lo 0-0 di Rignano ha fatto scivolare i biancazzurri in undicesima posizione.

Dopo il pari oggi il Delta Rovigo è tornato al lavoro per preparare il match interno proprio con la Correggese di mister Massimo Bagatti (sulla panca biancazzurra per sette partite nella scorsa stagione).

Carmine Parlato fa un distinguo sui tre pareggi di fila: “A Castiglione contro la Ribelle (2-2) e in casa col Mezzolara (1-1) eravamo in vantaggio e siamo stati raggiunti per demeriti nostri più che per meriti degli avversari; giocando comunque un buon calcio. A Rignano invece abbiamo giocato ad un livello tecnico inferiore ed abbiamo dovuto soffrire parecchio per portare a casa almeno un punto”.

Quali le difficoltà? “Innanzitutto le condizioni ambientale (pioggia continua e terreno pesantissimo) ci hanno condizionato parecchio – ricorda Parlato -. La nostra è una squadra leggera in più elementi e molto tecnici; abbiamo dovuto giocare ad handicap e proprio per questo elogio i miei che non si sono mai persi d’animo”.

Nemmeno quando l’arbitro ha concesso un rigore ai toscani al 20’? “Nell’occasione è stato bravissimo Boccanera che ha intuito la direzione del tiro – ammette il tecnico biancazzurro -; ed è stato eccezionale anche subito dopo quando ha tolto dal sette una palla che poteva fare molto male. Sono stati gli episodi che potevano essere decisivi; il doppio intervento ci ha dato invece entusiasmo e fiducia”.

Parlato è fondamentalmente soddisfatto: “Ad inizio gara e nel finale abbiamo giocato meglio noi. Negli ultimi minuti abbiamo colpito un palo con Caraccio e Alessandro ha avuto due palle gol fallite per un soffio. La cosa più bella è che non abbiamo preso gol per la seconda volta (l’altra è l’1-0 contro il Fiorenzuola, ndr). Dobbiamo e vogliamo guardare avanti con fiducia”.

Domenica arriverà al Gabrielli la Correggese di Bagatti molto probabilmente senza il bomber Sciamanna (8 gol sinora, 1 rigore). Parlato non vuole sentire che tale l’assenza sarà un vantaggio: “Sciamanna mancava anche domenica nella vittoria per 3-0 sulla capolista Lentigione. Basta questo per impedire nocivi rilassamenti: sarà una gara durissima da vincere a tutti i costi per dare al nostro campionato la scossa che aspettiamo da tempo”.

Tutti i biancazzurri non hanno subìto particolari traumi nel match di Rignano e molto probabilmente l’intera rosa sarà a disposizione di Parlato. Compresi Jacopo Fortunato e Nicola Ferrari, assenti domenica per squalifica. Sarà una gara particolare per Ferrari che a Correggio ha giocato nella stagione 14/15 con Bagatti in panca (33 partite, 14 gol) e una finale di Coppa Italia persa col Monopoli di Francesco Passiatore, appena esonerato dal Delta Rovigo. In fondo anche nel calcio tutte le strade portano…..a Roma.

 

Pierre



Articoli correlati


Granzette cede alla leader del girone
I numeri della tredicesima giornata
Ferrari: “Segnare fa piacere ma l’importante è vincere”
Delta Rovigo. Il cammino del girone d’andata
Delta Rovigo migliore in casa, Adriese sempre più positiva
Domani parte la nuova stagione dell'Adriese