Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Tarantino: “Abbiamo tempo per recuperare ma non bisogna sbagliare”

9 novembre 2016 329 visite Stampa articolo

pir-angelo-tarantinoPier Angelo Tarantino, nato a Taranto il 5 agosto 1990, è approdato al Delta Rovigo per volere del tecnico Francesco Passiatore, suo concittadino. Col tecnico pugliese ha giocato da titolare le prime tre gare (una vittoria e due sconfitte) ed era tra gli undici di partenza anche alla prima di Carmine Parlato (1-0 alla Sangiovannese). Poi per lui quattro gare senza scendere in campo mentre domenica scorsa ha rilevato Migliorini al 10’ del secondo tempo.

Lo 0-0 finale gli brucia ancora parecchio: “A causa della pioggia che non ci ha lasciato tregua abbiamo giocato su un terreno al limite della praticabilità – osserva Tarantino -. Con la conseguenza che abbiamo fatto fatica a imporre la nostra maggiore tecnica; la Rignanese si copriva e ripartiva con folate offensive improvvise, mettendoci qualche volta in difficoltà”.

Tanto che nei primi 25 minuti per due volte Boccanera ha dovuto superarsi per mantenere la porta intatta: “Indubbiamente Pier Paolo è stato bravissimo a parare il rigore e a togliere dal sette un successivo tiro dei toscani. Per come si stavano mettendo le cose dopo che avevamo dominato per gran parte del primo tempo, avremmo fatto fatica a recuperare”.

Nella ripresa i biancazzurri si sono fatti a loro volta molto minacciosi: “Abbiamo colpito un palo con Caraccio – ricorda Tarantino – e Alessandro  ha avuto due ghiotte occasioni che ha fallito di un nonnulla. Alla fine a recriminare maggiormente siamo stati noi ma anche un pareggio è buon risultato contro una squadra veramente ostica che corre  molto. Soprattutto se, come detto, si è giocato su un terreno sempre più pesante”.

Domenica arriva la Correggese: “Non l’ho mai affrontata – osserva il centrocampista pugliese – ma mi dicono che sia compagine quadrata che non per caso è terza a due punti dalla capolista Lentigione che domenica scorsa ha messo sotto con un eloquente 3-0. I reggiani arriveranno a Rovigo carichi di entusiasmo e certezze ma noi a nostra volta cercheremo un’altra vittoria interna per cominciare a scalare una classifica molto corta e ‘bugiarda’ per quanto ci riguarda. Il tempo per recuperare c’è ancora ma non dobbiamo più sprecarlo”.

Tarantino è alto 1,85 metri per un peso di 80 chilogrammi; è fidanzato con Maria Paola da cinque anni, da buon pugliese mangia volentieri orecchiette alle cime di rapa (soprattutto se preparate dalla nonna materna Umberta). Non tifa particolarmente per nessuna squadra (“mi piace vedere il calcio in tutte le salse, soprattutto se giocato bene), il suo idolo musicale è Vasco e gradisce i film thriller.

La sua carriera è costellata da parecchie presenze in serie C e Lega Pro (Mezzocorona, Pavia, Viareggio, Treviso e Monopoli) ma anche in serie D (Alma Juve Fano, Civitanovese, Celano e Piacenza); per un totale di 179 partite e cinque gol.

GIOVANILI. Il Giudice sportivo ha comminato ai Giovanissimi del Delta Rovigo un’ammenda di 60 euro per offese del pubblico contro l’arbitro.

Pierre

titolo: 

Pierre



Articoli correlati


Presentate le squadre del San Pio X
Delta Rovigo. Contri: “Raccogliamo meno di quanto seminiamo”
Adriese. Il nuovo allenatore è Gianluca Mattiazzi
Gattoni: “Chi dice che giochiamo così male?”
Boara Pisani. Il presidente Calabria “I play off non sono ancora persi, ci crediamo fermamente”
Adriese perfetta, Delta Rovigo ko