Home » vari

“L’impianto ottimizzato”, il corso del Coni indica la strada

13 novembre 2016 Stampa articolo

 

corso-coni-impianti-1 ROVIGO – L’offerta formativa del Coni Point di Rovigo ha abbracciato questa mattina il delicato tema della gestione dell’impianto sportivo. Il corso di aggiornamento di primo livello, tenutosi nella Sala Mediateca del Palazzo delle Federazioni sportive del Coni di Rovigo e organizzato in collaborazione con la Scuola regionale dello sport del Coni Veneto, è stato finalizzato proprio a proiettare le società sportive verso un futuro che le vedrà maggiormente coinvolte nell’organizzazione di impianti di proprietà pubblica.

Ad accogliere i partecipanti è stato il delegato provinciale a cinque cerchi Lucio Taschin. “Attraverso questi appuntamenti cerchiamo di rendere semplici materie che per chi normalmente opera in un ambito esclusivamente sportivo possono sembrare complicate – ha ricordato il numero uno del Coni di Rovigo – Ma è bene approfondirle perché anche qui a Rovigo ci sono molti casi di impianti gestiti direttamente da società sportive”.corso-coni-impianti-2

Ad aprire gli interventi è stato Antonio Donà, esperto della Scuola regionale dello sport del Coni Veneto specializzato in aspetti tributari e fiscali delle Asd. La sua relazione si è concentrata sulla gestione e organizzazione dell’impianto sportivo di proprietà pubblica. “Riteniamo che fra due anni nessun impianto sarà più gestito dalle amministrazioni, un po’ per mancanza di fondi e un po’ per mancanza di competenza – ha osservato – Ciò è un bene per le società sportive che ne usufruiscono, ma comporta anche la necessità da parte loro di superare un importante esame di maturità. Devono iniziare a ragionare da aziende, non più da associazioni”. Si sono quindi affrontati gli aspetti amministrativi e contabili della gestione, quello delle risorse umane impiegate e quello del rispetto delle regole civilistiche e amministrative.

L’avvocato veronese Stefano Fanini successivamente ha affrontato il delicato tema della responsabilità del gestore dell’impianto sportivo esaminando nel dettaglio la normativa vigente. Un argomento poi approfondito dal commercialista Federico Loda attraverso l’illustrazione di casi concreti. Gli stessi professionisti si sono quindi messi a disposizione dei presenti per rispondere alle tante domande e questioni basate sulle reali problematiche sorte in ambito polesano.

 

C.S.



Articoli correlati


Asm Set ti dà 100 buoni motivi per fare sport
Il Bsc Rovigo organizza un ciclo di incontri dedicati ai genitori dei bambini delle scuole materne e...
Torna la “Festa Young”
Giocagin 2017,va in scena la carica dei... mille
Adriatic LNG e Down Dadi Adria Onlus di nuovo insieme per l’integrazione e l’inclusione sociale
Tornano i “Centri Coni”