Home » CALCIO, Delta Rovigo, Serie D

Parlato: “Siamo stati bravi ma ora ci vuole continuità”

14 novembre 2016 Stampa articolo

delta-rovigo-vs-corregese-6Alla vigilia del match con la Correggese si diceva che sarebbe stato un’autentica prova del nove per i biancazzurri. Ebbene, Sentinelli e compagni dopo avere “studiato” molto bene in settimana, hanno superato a pienissimi voti (5-2) l’impegno. Risalendo così in maniera decisa la classifica e avvicinandosi alle prime piazze, confermando che per la vittoria finale il Delta Rovigo reciterà un ruolo da protagonisti.

Carmine Parlato il giorno dopo getta acqua sul fuoco di prematuri entusiasmi: “Non abbiamo fatto…..nulla. Volevamo e dovevamo vincere per mantenere intatte speranze di gloria e la vittoria è stata bella e convincente contro una buonissima squadra che ha fatto vedere ottime trame; anche se spesso sterili. Venivamo da tre pareggi di fila e ora dobbiamo dare continuità ai nostri risultati pieni”.

I reggiani hanno giocato un’ora con un uomo in meno dopo l’espulsione di Bovi. Quanto ha influito sulla gara? “Non possiamo negare – afferma il tecnico biancazzurro – che sia stato un indubbio vantaggio. Però bisognava essere in grado di approfittare di tale situazione a nostro vantaggio e noi lo abbiamo fatto, segnando cinque reti e fallendo altre occasioni importanti. La Correggese indubbiamente ha giocato un calcio veloce e fraseggiato ma nel secondo tempo non è praticamente mai entrato in area se non nel finale con il tiro di Bertozzini che ha esaltato le grandi doti di Boccanera e sul gol di Ghirardi lasciato troppo solo”.

Il “professor” Parlato ha interpretato la gara diversamente (nei ruoli e nello schema) rispetto al solito. Ha invertito la posizione di Contri e Dionisi schierando il giovane veronese al centro e il reatino sulla fascia destra. Ha messo Fortunato nel ruolo di trequartista alle spalle dell’inedita coppia d’attacco Ferrari-Ilari. Contri ha giocato centrale anche nelle giovanili del Verona, Fortunato si è espresso alla grande in un ruolo a lui congeniali mentre Ilari seconda punta ha giocato anche nel Padova di Parlato.

Il quale elogia i suoi: “Tutti hanno dato il massimo e i risultati si sono visti. Del nuovo assetto ha approfittato più di tutti Ferrari a segno tre volte osserva il tecnico biancazzurro -. Bravo lui ma anche tutti i compagni che gli hanno permesso di giocare come più gradisce; sapevo che aveva grandi potenzialità, finalmente le ha espresse in pieno”.

Ora bisogna migliorare anche in trasferta dove i biancazzurri sono ultimi come la Virtus Castelfranco con 2 soli punti in cinque gare (vedi altro articolo, ndr). Concorda Parlato: “Siamo primi in casa col Lentigione e ultimi in trasferta con la Virtus Castelfranco; dobbiamo trovare i giusti equilibri che ancora mancano. A cominciare dalla trasferta in casa del S. Donato Tavarnelle; alla quale penseremo da domani. Per ora godiamoci la vittoria sulla Correggese”.

GIOVANILI. Risultati in chiaroscurissimo per loro. Bene I giovanissimi regionali che hanno battuto per 2-1 la Rocca portandosi al quarto posto a nove punti dalla capolista Longare. Male gli Juniores Nazionali, battuti per 2-0 in casa della capolista Eclisse in una gara contraddistinta dalle espulsioni di Festa e El Otmani che si allenano in prima squadra. Malissimo ancora una volta gli Allievi Regionali che, dopo la rinuncia a due trasferte consecutive, si sono recati a Ariano subendo una tragica sconfitta per 15-0 da parte del Bocar Juniors. I biancazzurri sono ultimissimi (-1 in classifica per una delle tante irregolarità commesse) avendo sempre perso con uno score di 2 gol fatti e ben 67 subiti. Ironia della sorte le due migliori gare sono state quelle……non giocare visto che hanno subito la sconfitta “solo” per 3-0.

 

Pierre



Articoli correlati