Home » Calcio, Calcio a 5, Femminile

Un buon pareggio per Granzette

16 novembre 2016 324 visite Stampa articolo

piccinardi-andreasi-sinigagliaGranzette – Sanvemille  4-4

ROVIGO – Marchetto, capitano e veterana del Granzette l’aveva detto, la sconfitta della settimana scorsa con conseguente perdita della qualificazione alla Final Four di Coppa Italia, avrebbe potuto fare bene alla squadra. Nonostante appunto i tre punti persi, le rodigine riescono a fermare l’ottimo Sanvemille pareggiando 4-4 e chiudendo terze nel proprio girone di Coppa Italia.

La prima azione pericolosa è di Andreasi imbucata perfettamente da Guberti, novità del quintetto titolare.

Al minuto 8 però è il Sanvemille a trovare la rete, vincendo un rimpallo su Andreasi, la numero 6 trevigiana mette una compagna davanti a Grandi che nulla può fare.

Lo svantaggio però non ha rallentato entusiasmo e ritmo delle neroarancio, Piccinardi si rende pericolosa su punizione al 12′, ma è Andreasi che al 14′ si invola sulla banda destra e mette in mezzo un tiro per Guberti, davanti alla numero 6 neroarancio si trova un’avversaria che involontariamente mette in rete, 1-1 e palla al centro.

Gioia che dura poco per le padrone di casa perché due minuti più tardi l’ennesima ripartenza su passaggio sbagliato permette alle ospiti di ritrovare il gol del vantaggio; per fortuna il Granzette non si demoralizza e sa di avere tutte le carte per poter recuperare, infatti dopo una grande parata in uscita di Grandi, Malin riparte dalla destra servendo Sinigaglia a centro campo, la numero 5 serve a memoria Piccinardi sulla banda sinistra che tira a botta sicura ma trova un’ottima risposta del numero uno avversario, giocatrice di categoria superiore e dalle ottime qualità tecniche, sicuramente una delle migliori tra le trevigiane.

Il Granzette però è in partita, ed al minuto 26′ mette in atto un’azione da manuale: quattro passaggi, Andreasi-Vannini-Bazzan-Andreasi, la numero 8 di sinistro non sbaglia e mette alle spalle del portiere la palla del 2-2.

Nel recupero però il Granzette si addormenta e lascia sola il capitano del Sanvemille la quale non sbaglia e manda tutte al riposo portando la sua squadra in vantaggio per 3-2.

La ripresa inizia con una doccia fredda per la squadra di Bassi, l’orologio doveva ancora terminare il secondo giro di lancette ed il Sanvemille allunga la distanza portandosi sul 4-2.

Dopo la rete la squadra di casa sembra aver perso le speranze, per fortuna Guberti scuote le compagne con voce e corsa ed al 7′ serve dalla banda destra Piccinardi, la numero 10 sistema la palla con la suola e mette la palla nell’angolino alla destra del portiere, 4-3, e la gara non solo si riapre ma si accende letteralmente facendo divertire tutto il pubblico del palazzetto.

Il Granzette spinge, i cambi permettono di avere sempre atlete fresche le quali mantengono il ritmo altissimo: il giro-palla neroarancio mette in difficoltà le ospiti, Piccinardi e compagne sembrano averne più delle avversarie, anticipano e ripartono con una naturalezza mai vista nella prima frazione di gara, infatti al 13′ Andreasi e Guberti si trovano alla perfezione in un triangolo, la numero 8 calcia in porta ma la palla sfiora il palo; sulla ripartenza sempre Andreasi anticipa l’avversaria su rilancio del portiere ed al volo calcia in porta ma la palla si stampa sulla traversa facendola risuonare per tutto il palazzetto. Il Granzette c’è e quando le quattro di movimento concedono spazio per la troppa foga c’è Grandi che risponde presente.

La partita è un susseguirsi di azioni con le rodigine alla ricerca del pareggio prima con Malin servita da Sinigaglia e poi con Vannini in azione solitaria; purtroppo però sulla strada del gol trovano sempre il numero uno avversario, l’estremo difensore difende la porta con qualsiasi mezzo a sua disposizione.

Nulla può però al 31′: nel finire del primo dei due minuti indicati dal direttore di gara Andreasi recupera palla, salta la diretta avversaria e mette la palla sui piedi di Sinigaglia puntuale sul secondo palo, la numero 5 non sbaglia ed insacca la palla del 4-4.

“È un pareggio che vale oro”, dichiara Bassi a fine partita, “il Sanvemille è una squadra costruita per il salto di categoria ed a mio avviso ha tutte le qualità individuali e collettive per farlo, ecco perché per noi questo è un punto di partenza e non di arrivo, da questa prestazione dobbiamo e possiamo solo migliorare, un miglioramento da costruire durante la settimana, in serie C con squadre di questo livello le partite si vincono durante gli allenamenti, e le mie atlete lo sanno benissimo e sono pronte ad iniziare il campionato tra quindici giorni.”

C.S.



Articoli correlati


Serie D. I numeri del girone D
Forse giocare con due punte migliorerebbe il gioco…
Adriese. Il presidente Scantamburlo: “Rimango se non si faranno avanti persone serie”.
l'Adriese sarà guidata ancora da Gianluca Mattiazzi
L'Adriese aggiunge un'altra pedina importante.
Il Granzette pianifica l’A2