Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo a S.Donato Tavarnelle bello e…Fortunato

21 novembre 2016 398 visite Stampa articolo

marco-ilariDelta Rovigo bravo e…..Fortunato a S.Donato Tavarnelle. Il successo (2-1) sui toscani è stato il primo in assoluto in trasferta, il secondo di fila dopo quello sulla Correggese mentre in casa i biancazzurri rimangono primi avendovi segnato più gol di tutti (15, vedere altro articolo, ndr). Autore della doppietta vincente è stato Jacopo Fortunato, cui il nuovo ruolo da trequartista sta portandogli grandi soddisfazioni. Il bergamasco infatti è ora a quota quattro gol: oltre ai due al S.Donato T. ha segnato anche alla Correggese e alla Ribelle. Per ora la classifica marcatori dei polesani vede Ferrari con 6 reti; Alessandro 5; Fortunato 4; Gattoni, Miotto, Crescenzi, Migliorini e Sentinelli (rigore) con 1.

Parlato ripensa alla gara di ieri con malcelata soddisfazione: “Abbiamo giocato una partita assennata, strameritando il successo. Col nostro 4-3-1-2 siamo stati nettamente superiori nel primo tempo quando i toscani giocavano col 5-3-2 segnando però un solo gol (molto bello) con Fortunato. Nella ripresa i toscani sono passati al 4-3-1-2 e sono apparsi più ‘rognosi’”.

Il tecnico biancazzurro continua la sua disanima della partita: “La ripresa è stata più equilibrata: abbiamo segnato il secondo gol (sempre con Fortunato) ma a venti minuti dalla fine Carnevale ha realizzato un autentico eurogol che ha rimesso in discussione il risultato”.

Memore delle rimonte subite negli ultimi tempi, è subentrato qualche timore tra i biancazzurri? “Questa volta i ragazzi non hanno ‘perso la testa’ – assicura Parlato -. Abbiamo creato altre ghiotte occasioni (soprattutto con Ilari e Ferrari) e abbiamo controllato con sufficiente attenzione le manovre avversarie. Sono stati indubbiamente tre punti molto corroboranti”.

Tre punti che hanno permesso ai biancazzurri di salire al sesto posto (ad un solo punto dalla zona play off) e di portarsi a cinque punti dalla vetta ritornata appannaggio del Lentigione che ha battuto a domicilio lo Scandicci in pieno recupero.

Il tecnico napoletano smorza ancora una volta i facili entusiasmi: “Lo dico da tempo: non è questo il momento di guardare la classifica – afferma Parlato -. La guarderemo solamente nelle ultime giornate e speriamo che ci riservino grandi soddisfazione. Per ora continuiamo nella politica dei piccoli passi, infarcita di attenzione e continuità da parte di tutti”.

MERCATO. La finestra dicembrina aprirà il 1° per chiudersi il 16. In casa biancazzurra c’è molta carne al fuoco: verrà sicuramente sfoltita la rosa alla luce dei quasi 30 giocatori che la compongono ora. In arrivo potrebbe esserci Emil Zubin (39 anni) mentre sembra già persa la traccia che porta a Nicola Segato. In settimana dovrebbero arrivare in prova due giovani (top secret il loro nome e l’anno di nascita) e questo significa che anche la numerosa batteria degli Juniores subirà un attento maquillage.

GIOVANILI. Hanno giocato solo gli Juniores Nazionali che hanno chiuso sullo 0-0 il match interno con l’Union Feltre. La partita ha segnato l’esordio in panchina di Luca  Crivellari che ha sostituito Renzo Spada. I biancazzurri sono ancora ultimi ma hanno agguantato l’Este a quota 4 punti.

Pierre

titolo. Delta Rovigo. A S.Donato Tavarnelle bello e…Fortunato           

Pierre



Articoli correlati


Il Delta Rovigo umilia lo Scandicci ed è secondo
Domani l’attesissimo derby di Adria
Loreo perde dalla Clodiense ed è ormai in Promozione
Turchese. Fusetto: “Domenica col Crespino Guarda sarà importante ma non decisiva”
Rovigo Over 35 s'impone su Amatori '98
Play off Uisp, ottavi