Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Fortunato: “Il Delta Rovigo è come la mia Atalanta”     

22 novembre 2016 440 visite Stampa articolo

jacopo-fortunatoJacopo Fortunato, trequartista del Delta Rovigo, non dimenticherà tanto facilmente il 20  novembre 2016. Il bergamasco domenica ha segnato infatti la doppietta che è valsa la vittoria a S.Donato Tavarnelle portando il suo bottino a quattro centri stagionali. Nella sua carriera Fortunato aveva segnato quattro gol solo nella scorsa stagione nel Chieri (15 presenze) mentre al Delta Rovigo lo ha fatto in 11. Alla fine mancano ancora 22 partite e chissà dove potrebbe arrivare.

Per la sua felicità completa la sua Atalanta ha messo sotto la Roma (2-1) in rimonta e ha vinto per la quinta volta di fila proponendosi come una delle alternative della Juventus. Fortunato trova analogie evidenti tra nerazzurri lombardi e biancazzurri: “L’Atalanta è guidata da un grande allenatore (Gasperini) e ha un organico molto buono. Il Delta Rovigo ha un allenatore altrettanto preparato e il nostro gruppo è molto coeso oltre che tecnicamente preparato. Ci piacerebbe tanto eguagliare i miei idoli consapevoli però che non sarà così facile; siamo a due vittorie di fila ma già domenica prossima arriverà lo Scandicci, migliore in trasferta con 15 punti in sei partite (cinque vittorie e una sola sconfitta a Castelfranco, ndr)”.

Fortunato sottolinea l’importanza della vittorie a S.Donato: “E’ stata la nostra prima vittoria in trasferta, giunta al termine di una gara che abbiamo giocato molto bene. Ora non siamo più ultimi fuori casa e la vetta è sempre più vicina (cinque punti); ci vuole la massima continuità per pensare in grande”.

Come detto quattro gol sono per lui il massimo in una stagione; dove vuole arrivare? “Se avessi la certezza di vincere il campionato senza altri miei gol ci farei la firma – afferma il centrocampista bergamasco -. L’importante è vincere, non conta chi segna. Il nostro gruppo è sempre più ottimista e coeso e pensa in grande; se continuassimo sulla strada intrapresa negli ultimi quindici giorni ci troveremmo sicuramente alla fine a lottare per salire in Lega Pro; con i dovuti scongiuri”.mboup

Oggi sono ripresi gli allenamenti e nessuno ha marcato visita: un segno che il preparatore atletico Alan Marin sta lavorando molto bene. E così, per fortuna, il fisioterapista Marco Crivellari ha pochissimo lavoro da svolgere.

MERCATO. Assane Mboup è stato finalmente tesserato e sabato ha giocato con gli Juniores Nazionali che hanno chiuso sullo 0-0 (complice il campo infame) contro l’Union Feltre. Il senegalese così è l’unico confermato della scorsa stagione assieme a Tommaso Gattoni. E’ giunta in porto anche la trattativa con Matteo Nichele che però potrà essere tesserato solo a partite dal 1° dicembre quando si aprirà la finestra invernale che si chiuderà il 16. Pertanto potrebbe esordire già il 4 dicembre a Castelfranco, attualmente fanalino di coda del girone D.

 

Pierre



Articoli correlati


Ferrari: “Finalmente in gol dopo più di due mesi….”
Ilari: “Domenica a Budrio sarà veramente dura”
Uisp. 9^ giornata di ritorno
Augusti: “L’Arcella deve sentire il nostro fiato sul collo”
Il Delta Calcio Rovigo lascia il capoluogo
Una bella Adriese stende l’Este