Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo. Domani caccia al tris con lo Scandicci

26 novembre 2016 342 visite Stampa articolo

carmine-parlato“Non c’è due senza tre!”. Carmine Parlato, napoletano purosangue (di Secondigliano) snocciola il detto vecchio come il mondo facendo il più classico dei gesti scaramantici. Il suo Delta Rovigo viene da cinque risultati positivi di fila ma soprattutto da due vittorie consecutive con la Correggese e a S. Donato Tavarnelle) che lo hanno rilanciato a ridosso delle prime posizioni. Ora i biancazzurri sono sesti ad un solo punto dai play off e a cinque dalla capolista Lentigione.

Domani Sentinelli e compagni (ore 14,30) se la vedranno con lo Scandicci che è la migliore in trasferta con 15 punti in sei gare (ha perso solo a Castelfranco, attualmente ultimo), subendovi la miseria di 4 gol. Due segni che depongono per la forza difensiva dei toscani e le loro peculiarità di chiudersi per ripartire in velocità.

Parlato osserva tutto questo e precisa: “Se loro sono i migliori in trasferta, noi lo siamo in casa (14 punti come Lentigione, Correggese, Mezzolara e Pianese). Se vogliamo fare tris di vittorie di fila dovremo applicare l’attenzione delle ultime due gare vinte, evitando rilassamenti deleteri e fastidiosi. Abbiamo la forza per vincere e dovremo giocare le nostre chance con attenzione senza prestare il fianco alle veloci ripartenze dei toscani”.

Il tecnico biancazzurro in settimana ha alternato parecchi schemi, ruotando tutti gli uomini a disposizione (al completo). Gira e rigira però dovrebbe schierare il 4-3-1-2 che ultimamente ha dato ottimi risultati. E cioè Boccanera in porta, Dionisi, Contri, Sentinelli e Fabbri in difesa, Miotto, Tarantino e Gattoni a centrocampo, Fortunato a sostegno delle due punte Ferrari e Ilari.

Marco Brachi, allenatore scandiccense, dovrà rinunciate a vario titolo a Visibelli, Andreotti, Mugelli, Iarrusso e Bini ma non per questo è abbacchiato: “Ci manca parecchia gente importante ma venderemo comunque cara la nostra pelle. Se il Delta Rovigo vuole batterci dovrà dare il 110% per centro ma in campo ci saremo anche noi; vedrete!”.

Brachi potrebbe schierare il solito 5-3-2 con Pellegrini in porta, Pucci, Donnini, Muscas, Mussi e Danesi in difesa, Marchini, Gori e Betti a centrocampo, Gianotti e Vangi di punta. Quest’ultimo ha segnato sinora sei reti come Ferrari; sarà un duello a distanza dal quale potrebbero dipendere le sorti della partita.

Ecco le altre partite di domani: Castelvetro-Ravenna, Colligiana-Poggibonsi, Fiorenzuola-S. Donato T., Imolese-Pianese, Lentigione-Adriese, Ribelle-Correggese, Rignanese-Mezzolara, Sangiovannese-V. Castelfranco.

CLASSIFICA: Lentigione 24; Scandicci 22; Correggese 21; Imolese e Mezzolara 20; Delta Rovigo e Ribelle 19; Pianese 18; Castelvetro 17; Ravenna 16; Rignanese 15; Fiorenzuola e Poggibonsi 13; Colligiana 12; Adriese, S. Donato T. e Sangiovannese 11; V. Castelfranco 10.

Pierre

titolo:

 

Pierre



Articoli correlati


L'Adriese incassa l'intera posta
A Rignano per in invertire la rotta in trasferta
Il Delta Rovigo condanna l'aggressione ai tifosi
Il recupero con l’Imolese il 25 gennaio
Delta Rovigo beffa il Mezzolara
Uisp: è ora di play off