Home » Atletica

La Carica dei 200

Tutti i vincitori della campestre dei Campionati Studenteschi
1 dicembre 2016 Stampa articolo

allieve-squadreIl netto abbassamento delle temperature di questi giorni non ha intimorito gli oltre 200 iscritti alla fase provinciale dei Campionati studenteschi di corsa campestre. La manifestazione, che ha aperto la stagione delle competizioni destinate al mondo scolastico polesano, si è tenuta mercoledì 30 novembre all’Area verde Camping Service Belvedere (“El barachin”) di Lama Polesine. Grande la risposta degli istituti polesani: rispetto alla scorsa edizione della campestre il numero dei partecipanti è infatti praticamente raddoppiato. All’appello dell’Ufficio scolastico provinciale hanno risposto “presente” ben 9 scuole medie della provincia: “Bonifacio” Rovigo, “Riccoboni” Rovigo, Badia Polesine, Lendinara., Villadose, Polesella, Pontecchio, Fratta Polesine e Occhiobello. Sei invece gli istituti secondari di secondo grado rappresentati al via dai propri iscritti: IIS Badia Polesine, liceo scientifico “Paleocapa” Rovigo, Itis “Viola” Rovigo, Ipsia “Marchesini” Rovigo, Itg Rovigo e Itc Porto Viro.

Ottimali le condizioni del percorso di gara su terreno erboso ma compatto e lungo 500 metri. Un bel sole ha fatto da cornice alla lunga mattinata che ha visto susseguirsi le prove delle categorie Cadetti/e, Ragazzi/e e Allievi/e.cadette-squadre

Le prime a partire sono state le Ragazze, che si sono confrontate sui due giri di tracciato (1000 metri). A spuntarla è stata Irene Bragioto (Lendinara) in 4’8”. Seconda piazza per Sofia Palacio (Occhiobello), terza per Susanna Baccaglini (Fratta Polesine). La “Bonifacio” di Rovigo si è aggiudicata la vittoria a squadre, precedendo la scuola media “Alighieri” di Occhiobello e quella di Badia Polesine.

Il successo tra i Ragazzi (sempre sulla distanza dei 1000 metri) è andato a Thomas Nicolin (Lendinara): il tempo di 3’54” gli ha consentito di precedere, seppur di poco, Marco Bergamin (Riccoboni) e Francesco Onesti (Occhiobello). La scuola media di Lendinara ha portato a casa il titolo a squadre; piazza d’onore per Badia Polesine, terzo gradino del podio per l’ “Alighieri” di Occhiobello.

Anche le Cadette si sono date battaglia sulla distanza dei 1000 metri. La vittorie è andata a Elena Costanzo (Bonifacio) in 3’47”, che ha preceduto Virginia Gidoni (Riccoboni) e Ueda Iljazi (Occhiobello). Nella classifica a squadre il successo di categoria è andato all’istituto “Alighieri” di Occhiobello; sul podio “Bonifacio” di Rovigo e scuola media di Lendinara.

ragazzi-squadreTra i Cadetti (1500 metri) vittoria per Andrei Neagu (Bonifacio) in 5’11”, che ha staccato nettamente il secondo classificato Davide Bonavigo (Polesella) e il terzo Matteo Campioni (Occhiobello). Classifica a squadre vinta dalla “Bonifacio” di Rovigo sull’“Alighieri” di Occhiobello e sull’Ic Lendinara.

La categoria Allievi ha quindi portato in gara gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. In campo femminile vittoria di Martina Fasolin (IIS Badia Polesine) che ha coperto i 1500 metri previsti in 6’5”. Al secondo posto Emma Polichetti (Paleocapa), terza Arianna Franzoso (Paleocapa). Il liceo scientifico rodigino si è aggiudicato la classifica a squadre Allieve precedendo l’IIS di Badia Polesine e l’ITG “Bernini” di Rovigo.

La gara maschile degli Allievi (2000 metri) ha visto tagliare per primo il traguardo Alessandro Silvan (Paleocapa): 6’58” il suo crono. Dietro di lui Matteo Pelizza (IIS Badia Polesine) e Alessandro Di Dio (ITIS “Viola”). L’istituto di Badia Polesine si è imposto nella classifica a squadre davanti al “Viola” e al “Paleocapa”.

Alle premiazioni finali di tutti i vincitori, chiamati ora a confrontarsi con le fasi regionali dei Campionati studenteschi, ha partecipato anche il sindaco di Ceregnano Ivan Dall’Ara.

C.S.



Articoli correlati


Confindustria Atletica Rovigo: al via la nuova stagione
Fabio Lodo ottavo agli Italiani
Campionati studenteschi al via con la campestre
Fidal Rovigo, si riparte con il calendario invernale
Medaglie nerarancio ai Campionati regionali Ragazzi
Il giavellotto di Emma vola verso gli Italiani