Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Matteo Nichele è del Delta Rovigo

1 dicembre 2016 604 visite Stampa articolo

nicheleOggi al primo giorno del mercato invernale (si chiuderà il 16) ci sono stati già i primi movimenti nel Delta Rovigo. È stata avviata la pratica per il tesseramento di Matteo Nichele che si allena a Rovigo da alcune settimane. Ha invece lasciato i biancazzurri Valentino Festa che è tornato nella sua Andria dopo avere giocato a Rovigo solo alcuni minuti nella prima partita di Lentigione con Passiatore in panchina.

Non ancora definito invece il passaggio di Emil Zubin (39 anni) in biancazzurro. Le parti non hanno ancora raggiunto un accordo ufficiale anche se sembra che tutto potrebbe accadere nelle prossime ore. Nella trattativa sembra si sia inserito il Cordenons (attuale squadra della punta croata) che domenica affronterà l’Este per un match fondamentale in ottica salvezza e che vorrebbe farlo con Zubin. Staremo a vedere.

Andiamo a conoscere Matteo Nichele. È nato a Bassano il 16 maggio 1981, è alto 1,86 metri per un peso di 83 chilogrammi. Ha iniziato nel Bassano dove in due tronconi ha giocato cinque anni tra serie D e Lega Pro. Per lui annate tra serie D e Lega Pro anche a S. Lucia, Belluno, Portosummaga, Carpenedolo, Venezia (due anni), S. Donà/Jesolo, Pordenone (due anni), Padova, mentre attualmente era in forza all’Eclisse Pievigina.

Nella stagione ‘13/’14 ha contribuito alla vittoria del Pordenone con Parlato in panchina che lo ha voluto anche al Padova e ora al Delta Rovigo. È un mediano al quale piace proteggere la difesa con la massima grinta; lo chiamano infatti il “Leone” capace com’è di “azzannare” gli stinchi di chi vuole entrare in area. In caso di bisogno può anche giocare da difensore. Se le pratiche burocratiche fossero celeri Nichele potrebbe essere a disposizione già domenica prossima a Castelfranco.

“Approdo in una società seria e ritrovo un allenatore col quale ho sempre avuto grande feeling – afferma Nichele -. La squadra sta girando al massimo e io sono qui per mettermi a disposizione del mister; nella speranza di giocare il più possibile. Sono comunque in un gruppo molto forte e coeso che credo possa pensare in grande. Fino a dove nessuno lo sa; noi faremo di tutto per salire in Lega Pro: Ci crediamo e vogliamo centrare l’obiettivo ad ogni costo”.

Nichele è sposato con Michela e ha due figli: Giovanni di sette anni e Giulia di due. Tifa Inter, gradisce la grigliata, ama i film thriller e di avventura e ascolta con piacer il rock anni ‘80 e ’90.

 

Pierre



Articoli correlati


Migliorini: “Con la Colligiana abbiamo gettato due punti”
Sentinelli: “Per vincere il campionato bisogna maturare”        
Uisp: risultati della 20^ giornata
Vittoria tennistica per Rovigo
Boara Polesine: Zanaga: “Incredibile la sconfitta col S. Vigilio; puntiamo comunque al salto in Seco...
Delta Rovigo in finale