Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Delta Rovigo in casa dell’ultima, Adriese sprofonda

3 dicembre 2016 384 visite Stampa articolo

mister-parlato-1Nell’anticipo giocato oggi al Bettinazzi l’Imolese ha battuto largamente (4-1) l’Adriese. I gol: 6’ pt Saporetti, !4’ pt (rigore) e 35’ st Ferretti, 21’ st Ambrosini, 48’ st su rigore. Un risultato che lascia i granata nei bassifondi mentre l’Imolese supera Delta Rovigo, Scandicci e Correggese. Ecco la classifica aggiornata in attesa delle partite di domani: Lentigione con 25 punti, Imolese* 24; Delta Rovigo, Scandicci e Correggese 22; Mezzolara 21; Ribelle 20; Ravenna e Pianese 19; Castelvetro 17; Rignanese e Poggibonsi 16; S. Donato T. e Sangiovannese 14; Fiorenzuola 13; Adriese* e Colligiana 12; V. Castelfranco 10. * una partita in più. 

Domani si attende la risposta di tutte le altre e del Delta Rovigo in particolare. Farà visita al fanalino di coda Virtus Castelfranco con l’obiettivo di calare sul tavolo verde del campionato un poker di vittorie di fila che permetterebbe di guardare al futuro con ancor maggiore entusiasmo. Entusiasmo che deriva dai tre successi consecutivi su Correggese, S. Donato T. e Scandicci, conditi da 12 gol all’attivo e solo tre al passivo.

I biancazzurri detengono molti primati positivi mentre gli emiliani sono ultimi a causa di una lunga serie di record negativi. Parlato ancora una volta getta acqua su fuochi che potrebbero essere fatui se non ben gestiti: “È vero: affrontiamo una squadra che appare in difficoltà – ammette il tecnico biancazzurro -. La Virtus però ha raccolto 8 dei 10 punti in casa e non si sente già retrocessa, visto che sarà della partita il neoacquisto Mezgour (punta) proveniente dal Fiorenzuola, che l’anno scorso col Lentigione segnò al Delta Rovigo”.

E allora attenzione massima: “Dobbiamo dimostrare la nostra continua crescita – afferma Parlato – evitando rilassamenti perniciosi e cadute di stile che spero non facciano più parte del nostro bagaglio tecnico e psicologico. Una grande squadra (titolo a cui aspiriamo) dimostra di essere tale sul campo e non a tavolino. E noi vogliamo diventare grandi: sarà l’ennesimo esame di maturità”.

Domani Parlato avrà a disposizione l’intera rosa, integrata in settimana dall’arrivo del difensore Castaldo, del centrocampista Nichele e della punta Zubin. I tre però dovrebbero sedersi in panchina perché “squadra che vince non si cambia”. E pertanto, a meno di sorprese, lo schieramento iniziale dei biancazzurri (4-3-1-2) potrebbe confermare Boccanera in porta, Dionisi, Contri, Sentinelli e Fabbri in difesa, Miotto, Tarantino e Gattoni a centrocampo; Fortunato dietro le punte Ferrari e Ilari.

Marcello Chezzi, allenatore della Virtus, dovrà rinunciare allo squalificato Zanini (difensore) e potrebbe proporre un 4-4-2 con Gibertini in porta, Ceci, Girelli, Giordani e Farina in difesa, Oubakent, Pane, Bandagoo e Signorini a centrocampo, Personè e Mezgour di punta. L’arbitra sarà Carmen Gautieri di Battipaglia (SA), coadiuvata da Mauro Masia di Sassari, e Angelo Senzi di Arezzo.

Ecco il resto del programma di domani: Correggese-Sangiovannese, Mezzolara-Fiorenzuola, Pianese-Rignanese, Poggibonsi-Lentigione, Ravenna-Colligiana, S.Donato T.-Ribelle, Scandicci-Castelvetro.

 

 

 

Pierre



Articoli correlati


Tris per gli Juniores San Pio X
Numeri del girone di andata
La vittoria sul Castelvetro vale il secondo posto, in attesa del recupero di Imola
Il Delta Rovigo batte la Pianese e rimane alle costole dell’Imolese
La sconfitta di Correggio può essere determinante
Delta Rovigo: "Portami allo stadio"