Home » Rugby

Rugby Rovigo torna da Roma con 5 punti pesanti

3 dicembre 2016 Stampa articolo

rugby-rovigo-vs-calvisano3La FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta porta a casa 5 punti dalla trasferta romana, vincendo 33-30 contro la S.S. Lazio Rugby 1927 dopo un secondo tempo al cardiopalma.

Nel primo tempo è Rovigo a tenere il possesso del gioco e, nonostante qualche in avanti di troppo, dopo 10 minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro il capitano rossoblù Ruffolo riesce a schiacciare l’ovale oltre la linea. Chillon trasforma:

0-7. Poco dopo i padroni di casa hanno la possibilità di accorciare le distanze ma il calcio di Calandro risulta troppo corto. L’apertura laziale si fa però perdonare subito dopo, portando il risultato sul 3-7. I Bersaglieri ne approfittano al 22′, ottenendo un calcio a favore e giocando la rimessa laterale che porta Lubian a segnare la meta poi trasformata da Chillon per il 3-14.

L’indisciplina dei Bersaglieri favorisce però i biancocelesti che al 26′

accorciano ulteriormente le distanze grazie al piede di Calandro. Rovigo risponde subito con una bella azione palla in mano e la meta di prepotenza di Muccignat, che Chillon trasforma per il 6-21. Sul finire del primo tempo le incursioni laziali tornano a prevalere fino alla marcatura di Giacometti, trasformata da Calandro, e le squadre tornano agli spogliatoi sul 13-21.

 

Nella ripresa la FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta sembra finalmente prendere in mano le redini del gioco, mandando Panetti a segnare la meta del bonus dopo pochi minuti dall’inizio. Stavolta Chillon non riesce nella trasformazione: 13-26.

Pochi istanti dopo i padroni di casa ottengono due calci a favore consecutivi, riuscendo a trovare una touche sui 5 metri rossoblu e impostando una rolling maul che li porta oltre la linea: a schiacciare l’ovale è Cugini ma Cioffi dalla piazzola fallisce la trasformazione. I Bersaglieri reagiscono subito, di nuovo con Panetti, e Chillon trasforma per il 18-33. La partita sembra avviarsi verso la fine ma è qui che arriva la grande reazione della Lazio che, prima con Bonavolontà e poi con Toniolatti, sradica le certezze rossoblu. Il match si chiude con il punteggio di 30-33 a favore della FEMI-CZ Rugby Rovigo Delta.

Alla fine della partita l’head coach rossoblu Joe McDonnell: “Sono soddisfatto di portare a casa una vittoria con bonus. Il primo tempo abbiamo preso troppi calci contro, mentre nei primi 20 minuti del secondo tempo abbiamo giocato bene e con più disciplina. Sono felice di aver dato un’opportunità ai giovani ma dobbiamo lavorare di più sulla loro concentrazione in campo. Complimenti alla Lazio che non ha mai mollato, giocando intensamente per tutti gli 80 minuti dimostrando più voglia di noi negli ultimi 10 minuti. La prossima settimana in Belgio sarà un’altra opportunità per i giovani per dimostrare di saper fare una buona performance, un’occasione importante per il loro futuro ma anche per il nostro, per crescere insieme”.

“Sapevamo che non dovevamo lasciare spazio agli avversari – è il commento di Alberto Chillon – dovevamo tenerli sempre sotto controllo ma non è stato così, verso la fine ci siamo un po’ adagiati e loro ne hanno approfittato. In vista della prossima partita dovremo lavorare sul mantenere la concentrazione per tutti gli 80 minuti e sulla disciplina, che oggi è stata carente”.

C.S.



Articoli correlati


Intervista ad Ivan Malfatto, giornalista de Il Gazzettino
Rugby Rovigo in trasferta contro San Donà
I Bersaglieri non passano a San Donà
Rugby Rovigo Cadetta e Under 18 Elite a valanga
Segna una meta con noi
Biscopan Frassinelle impegnato al Lido per l’ultima stagionale