Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Il Delta Rovigo va forte come una Ferrari d’antan

5 dicembre 2016 451 visite Stampa articolo

carmine-parlatoIl Delta Rovigo va forte come una…..Ferrari d’altri tempi. La punta sassuolese ha siglato ieri entrambi i gol della vittoria di Castelfranco raggiungendo quota 10 che vale la testa della classifica marcatori del girone D condivisa con Miftah (Lentigione, 5 rigori) Ambrosini (Imolese) e Sciamanna (Correggese, 1 rigore).

Espugnare Castelfranco è stato più difficile di quanto potesse sembrare dalle rispettive classifiche: secondi i biancazzurri, ultimi i modenesi. Parlato spiega: “Di facile c’è solamente qualche sito internet. Nel primo tempo (col solito 4-3-1-2) abbiamo incontrato qualche difficoltà contro una squadra che si chiudeva a riccio. Era molto difficile trovare pertugi che ci permettessero di puntare a rete. Nella ripresa sono passato ben presto al 4-2-3-1 inserendo Oliveira per Gattoni e Zubin per Fortunato. In pratica davanti alla difesa c’aerano i soli Tarantino (e poi Migliorini) e Miotto mentre Ilari, Zubin e Oliveira lavoravano a supporto di Ferrari. E i risultati si sono visti”.

La quarta vittoria di fila ha permesso di mantenere la seconda posizione (assieme alla Correggese) a tre punti dalla capolista Lentigione al termine di una giornata che ha chiarito un pochino di più le gerarchie. Alla luce delle vittorie, oltre che dei modenesi, anche di Correggese, Imolese e Ribelle che dovrebbero essere le squadre che potrebbero giocarsi il titolo e la partecipazione ai play off. Senza contare che sono a tiro l’ex capolista Scandicci, alla terza sconfitta di fila, e il Mezzolara che ha subito in una sola partita praticamente gli stessi gol (4 contro 6) delle prime 13 giornate (vedi altro articolo sui numeri del campionato).

Giovedì i biancazzurri torneranno in campo al Gabrielli contro il Ravenna che ha con il Mezzolara la miglior difesa (10 gol al passivo). Parlato è laconico: “I numeri confermano come sarà difficile affrontare una squadra che vale certamente di più degli attuali 20 punti. Se vogliamo continuare nella serie positiva (21 punti in 10 gare con Parlato, ndr) dovremo essere bravi e concentrati come negli ultimi tempi”.

Proprio perché si gioca giovedì e poi domenica ad Adria la truppa biancazzurra si è ritrovata oggi nel giorno di solito dedicato al riposo post partita. Alla luce della rosa amplissima nelle prossime due gare Parlato potrebbe far ricorso ad un ampio turn over, nella consapevolezza che tutti meriterebbero di giocare.

 

Pierre



Articoli correlati


S.Donato: Il neo tecnico Fusci: “Affronteremo la più forte del girone”
Crescenzi: “Col Poggibonsi vogliamo farci un bel regalo di Natale”
Parlato: “I nostri avversari saremo…..noi stessi”
Gattoni: “Vogliamo rendere al Lentigione ‘pan per focaccia’”
Porto Viro. Augusti: “Sino alla fine sei finali da vivere intensamente”
Uisp. 9^ giornata di ritorno

Un commento »

  • Mario Tullio ha detto:

    Volevo correggere il sign.Pierre,
    per lo Scandicci è la terza sconfitta…forza Delta….