Home » vari

Con Coni Ragazzi lo sport è davvero per tutti

Candidature delle società fino al 16 dicembre
6 dicembre 2016 Stampa articolo

 

 CONI ROVIGO – Torna anche quest’anno “Coni Ragazzi” il progetto sociale, sportivo ed educativo, frutto della collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e Coni. Alla base dell’iniziativa la convinzione che lo sport debba diventare un diritto di tutti, affinché possa esprimere concretamente il suo ruolo di sviluppo sociale. Bambini e ragazzi, di età compresa tra i 5 e i 13 anni, grazie alla rete capillare di associazioni e società sportive dilettantistiche che operano sul territorio, avranno una possibilità unica: praticare gratuitamente attività sportiva pomeridiana, per 2 ore a settimana.

Ma “Coni Ragazzi” si spinge oltre e prevede anche una campagna informativa sui corretti stili di vita e sulla promozione di comportamenti virtuosi a favore dell’integrazione attraverso lo sport. Ad essere coinvolte, insieme alle scuole, tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche partecipanti all’iniziativa.

Per quanto riguarda il Polesine, i Comuni interessati quest’anno dal progetto sono due: Rovigo e Badia Polesine. Le Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) e le Società Sportive Dilettantistiche (SSD) in possesso dei requisiti indicati nell’avviso pubblico, consultabile nel sito www.coniragazzi.it, potranno candidarsi ad erogare il servizio, a fronte di un contributo specifico. Per farlo occorre compilare il form disponibile nella piattaforma dedicata. Sarà possibile candidarsi fino alle ore 12 del 16 dicembre 2016.

Gli obiettivi di “Coni Ragazzi” sono chiari. Si punta innanzitutto a incoraggiare i bambini a svolgere attività fisica facilitandone un processo di crescita sano. Ma, soprattutto, si vuole dare un’opportunità concreta alle famiglie che non ne hanno le possibilità economiche per sostenere i costi di un’attività sportiva extrascolastica. Il progetto mira inoltre a promuovere corretti stili di vita e i valori educativi dello sport come lo spirito di gruppo e l’inclusione sociale.

Nell’identificazione dei beneficiari si darà la priorità alle famiglie con fasce di reddito più basse; non è richiesto, come requisito di accesso, il possesso di cittadinanza italiana. Per ogni altra informazione è possibile consultare il sito www.coniragazzi.it.

C.S.



Articoli correlati


Tre società polesane all'attività intercentri
Nuovi tablet per la redazione del giornalino on-line grazie a Adriatic Lng
Coni verso le elezioni
Coni: Confermato Bardelle, eletta la giunta
La psicologa Elena Vallin spiega il cibo come nutrimento emotivo
Adventure River Fest 2017 - #downtotheriver