Home » serie B2, Volley

Fruvit due punti d’oro

11 dicembre 2016 Stampa articolo

03-fratte-fruvit-esultanza-finaleFratte S.G. – G-S-Fruvit Rovigo 2-3

18-25, 25-20, 23-25, 25-15, 13-15

Fratte S.G.: Zanola (1), Rulli G (13), Secco (15), Rulli E (12), Dall’Igna F (1), Scaccia 94), Crozzolin (11), Dall’Igna A, Marcato, Botto, Cavinato, Toffanin (L1), Scapolo (L2) Allenatore: Galesso

G.S. Fruvit Rovigo: Coltro (5), Ferrari (3), Tosi (17), Toffanin (8), Battistella (5), Ferroni (15), Bolognesi (12), Bianchini, Zocca E, Zocca M, Negrato (L). Allenatore: Pantaleoni, Assistente: Albini.

 

SANTA GIUSTINA IN COLLE (Padova) – Partita importantissima per le tante aspettative che proponeva, qualche problema la squadra rodigina avrebbe potuto averlo. In attacco, Tosi in settimana ha sofferto il riacutizzarsi della tendinite che la accompagna purtroppo ormai da tempo, e si dava per scontato il suo impiego a tempo limitato. In difesa, avendo di fronte una squadra con attaccanti di posto quattro micidiali. Pantaleoni schiera: Coltro, Ferrari, Tosi, Toffanin, Ferroni, Bolognesi, Negrato libero,

nel corso della partita entreranno Battistella, nel ruolo di opposto, per Ferroni, e Zocca Eleonora per Coltro al centro.

Doppia soddisfazione per Pantaleoni, che riesce a sfatare con un risultato positivo la “maledizione” Fratte, doppia perché oltre ai due preziosissimi punti, Fruvit rimane agganciata alla capolista Carinatese, vincente pure lei al tie break nel derby trevigiano con Therm-is Orizzonti (a due lunghezze di distanza), in compagnia di Salgareda e Natisone, prossimo avversario domenica 18 al palasport di Rovigo, in uno scontro diretto che si preannuncia importantissimo.

E’ stata una partita combattuta, sicuramente caratterizzata da qualche errore di troppo, non bellissima ma avvincente, agguerrite anche le tifoserie sugli spalti, e buono il numero di sostenitori anche per Fruvit, vista la trasferta abbordabile sotto il punto di vista chilometrico.01-fratte-fruvit

Inizia subito bene la squadra rodigina, che domina il primo set, 8-5, 16-8, 21-14 i parziali, più combattuto il secondo, che vede Fruvit in vantaggio nel primo time out tecnico, 8-7, sorpassata nel secondo 14-16, poi 21-16.

Terzo set giocato punto a punto (8-6, 16-15, 21-18) e vinto di misura, dove sicuramente Ferrari e compagne hanno speso molto fisicamente, quarto set da dimenticare per i tanti errori, per un calo di concentrazione, nonostante Fruvit abbia tentato di non cedere terreno alle padrone di casa sino al 9 pari, dopo di che Fratte spinge con Rulli Elena e Secco, allungando di cinque punti, 15-10, che a fine set diventeranno dieci, grazie all’apporto di Crozzolin.

pantaleoniTerzo tie break stagionale, terzo tie break che conta, naturalmente a questo punto nessuno vuol cedere, si cambia campo con un leggero vantaggio per Fruvit, 6-8, la squadra di Pantaleoni si fa recuperare per poi passare sotto, 10-9, pareggiare a 13 per poi gioire a 15.

“Tecnicamente è stata una partita con tanti errori, dove ha prevalso l’attacco nonostante le basse percentuali, alla fine ha vinto chi ha attaccato di più e meglio nei momenti che contavano, noi ci siamo riusciti nel terzo e nel quinto set, secondo me i momenti più importanti. Finalmente abbiamo battuto il Fratte, continua Pantaleoni, i numeri sono questi: la battuta spin è andata benissimo,12 punti, sono state brave Tosi Bolognesi e Ferroni che ha tirato sull’11-13 senza timore, mentre il Fratte in battuta solo 6 punti, battuta che ci ha aperto la possibilità di difendere, vista la poca concretezza del nostro muro. Noi un solo muro punto contro i 14 delle avversarie, la difesa entro certi limiti, è andata bene, noi 41 errori loro 35, quindi siamo riusciti con questi 13 punti di disavanzo a pareggiare il conto con il numero degli attacchi, noi 55 loro 43, anche se la percentuale dell’attacco è stata del 29% per entrambe, non un gran numero, la percentuale della ricezione è nettamente a favore nostro 75% di squadra contro il 54%, direi molto bene, la ricezione ha permesso all’attacco di andare bene (Negrato 81%). Noi abbiamo osato un po’ di più con i centrali, che hanno svolto un gran lavoro per liberare i laterali, anche se le cose potevano andare ancora meglio (Toffanin 8 punti, Coltro 5), e come squadra abbiamo variato di più il gioco. I momenti difficili li abbiamo avuti con l’opposto (Secco) che tirava fortissimo, alcune palle non le abbiamo prese perché arrivavano addosso, una gran potenza. Per fortuna, la giocatrice che temevo di più, Rulli Elena, forse non era in giornata, in termini di punti Bolognesi a pareggiato il confronto diretto con lei, e questo è stato decisivo, altra fortuna forse, è stata che il Fratte ha giocato poco con la Crozzolin, sembrava avesse qualcosa alla spalla, devo ammettere che ci eravamo preparati per uno schieramento diverso da parte loro, ma ci è andata bene cosi. Alla fine abbiamo vinto di misura, ma di esperienza, al tie break, per un attacco e una battuta andati meglio per noi, tipico di queste partite, anche se perdi un set a 15. Devo ringraziare Tosi, ha avuto una settimana non buona per via dei suoi tendini, avevo deciso di farla riposare un po’, nel senso che volevo farla giocare un set o due al massimo, è bastato uno sguardo, e il risultato è nei suoi 17 punti.”

Appuntamento sabato 18 dicembre, alle ore 18 al Palasport di Rovigo, avversario di turno il Natisone.

C.S.



Articoli correlati


La Fruvit presentata a Palazzo Nodari
Secondo successo per Santa Fe' Crg Villadose
Fruvit vince facile con Chions
Alva Inox si arrende al Montichiari
Fruvit impegnata nel testa coda a Codroipo
3° #Masieraday Memorial Livio Romare