Home » Corsa, Pattinaggio

Al Pattinodromo delle Rose il camp sportivo

Il nuovo diesse è Michele Santato
16 dicembre 2016 Stampa articolo

foto-pattinaggio-1A Rovigo, al Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG, a lato del Palasport, si sta organizzando un camp sportivo, in occasione della settimana regionale dedicata allo sport, dal 26 al 28 febbraio 2017. L’evento è organizzato in formula open, e rivolto a qualunque categoria di pattinatori ad esclusione dei Senior. Saranno Tre giorni di altissima preparazione tecnica nelle piste del Pattinodromo delle Rose Adriatic LNG per Giovanissimi, Esordienti, Ragazzi, Allievi, Junior seguiti da atleti ed allenatori di caratura mondiale quali Erika Zanetti, Lorenzo Cassioli e Andrea Bighin. Per informazioni e iscrizioni (entro 23/12/2016): contattare 328 2131485 oppure 339-1219099 o scrivere a info@skatingclubrovigo.it.

Promotori ed organizzatori dell’evento sono i genitori degli atleti agonisti coadiuvati dal nuovo Direttore Sportivo della squadra di pattinaggio rodigina, Michele Santato, al quale abbiamo rivolto qualche domanda.

Parlaci di te e del tuo passato sportivo.

Sono nato a Rovigo il 29 marzo 1975, ho praticato nuoto e canoa polo a partire dagli 8 anni fino ai 25, sono appassionato di sport da praticare all’aperto per esclusiva soddisfazione personale, ho avuto esperienze di mountain bike e scialpinismo, attualmente corro circa un centinaio di chilometri al mese con crescente passione verso le distanze maggiori. Sono stato allenatore di nuoto (2° livello) dal 1993 al 2001 ed ho avuto esperienza di gestione sia del pre-agonismo (equivalente a giovanissimi e esordienti) sia della squadra master (dai 25 anni in su). Nel lavoro sono un ingegnere appassionato di efficienza energetica civile ed industriale.

Come ti sei avvicinato al mondo del pattinaggio?

michele-santato

Michele Santato

Da piccolo pattinavo con i quattro ruote in casa, nei cortili, per la strada e, se ero fortunato nella vecchia pista della palestra di viale Trieste.

Da grande ho conosciuto il mondo del pattinaggio moderno e lo Skating Club Rovigo accompagnando mio figlio Filippo ad allenamenti, gare e raduni.

Cosa ti piace del pattinaggio? Cosa vorresti migliorare.

Il fatto di poterlo praticare anche all’aperto con estrema semplicità. 

Mi piacerebbe contribuire a rendere il mondo del pattinaggio meno soggetto ai campanilismi locali e con regole e tipologie di gara chiare, semplici e non soggette ad interpretazioni.

Cosa spinge una persona a mettersi in gioco e dedicare il proprio tempo libero ad un’associazione, nel caso di specie, sportiva?

La convinzione che criticare è sempre più facile ed inutile che provare a costruire qualcosa di migliore oltre che la possibilità di contribuire alla crescita intellettuale e sportiva di mio figlio e della sua generazione. 

Cosa ti poni come obiettivo?

Rendere il tempo trascorso nel mondo del pattinaggio da parte di atleti, genitori ed allenatori quanto più proficuo e piacevole.

Chi è per te il direttore sportivo?

È il colui che mette in contatto e gestisce i desideri di atleti e genitori con le reali offerte che la società ed il mondo del pattinaggio presentano. pattinaggio-2

C.S.



Articoli correlati


Riccardo Tommasi e Greta Polato ai provini di Kid’s Got Talent
Skating Club Rovigo intervista a Roberta Ponzetti
Diamanti e Visentin protagonisti alle scuole primarie
Oro e bronzo tricolori per lo Skating Club
Una grande serata al Pattinodromo delle Rose
Skating Club Rovigo bene a Piancavallo