Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Domani al Gabrielli ultima di andata contro un insidioso Poggibonsi    

17 dicembre 2016 505 visite Stampa articolo

parlatoDomani il Delta Rovigo, terzo in classifica, riceverà la visita del Poggibonsi, penultimo. Cosa troveranno i biancazzurri nella gerla di babbo Natale? I dolciumi di una vittoria che varrà sicuramente il podio (magari salendo ancora) oppure il carbone di un risultato negativo, considerando tale anche un pareggio?

La situazione caotica della società senese che ha cambiato spesso e malvolentieri assetto e guida tecnica negli ultimi tempi non deve trarre in inganno. Il Poggibonsi infatti ha raccolto in trasferta gli stessi punti del Delta Rovigo (11), espugnando tra gli altri in terreno dell’Imolese. Bisogna considerare anche che in trasferta ha segnato 11 reti a fronte delle 5 interne.

Parlato proprio per questi precedenti suona la carica: “A noi non devono interessare le ‘disgrazie’ altrui. Sappiamo che il Poggibonsi non merita l’attuale difficile posizione di classifica e dovremo tenere ben alte le antenne. Vorremmo farci un regalo di Natale con i fiocchi e perseguiremo l’obiettivo con tutta la nostra forza, fisica, tecnica e mentale”.

Come centrare l’obiettivo? “Ci vorrà la coesione che ci sta caratterizzando negli ultimi tempi – risponde il perfezionista tecnico biancazzurro -. Stiamo percorrendo un solco che ci sta dando risultati positivi (10 risultati utili consecutivi, 22 punti, ndr) ma sbagliamo ancora qualcosa. Solo eliminando alcune sbavature potremo veramente pensare in grande”.

Parlato fa un appello i tifosi: “Fa freddo ma ci piacerebbe che i nostri supporters non ci pensassero. Abbiamo notato un buon incremento delle presenze negli ultimi tempi ma ci piacerebbe vedere la tribuna piena (2.500 posti). Una vittoria in campionato si costruisce sul campo ma anche in tribuna”.

Il club di rifosi “Vecchia Guardia” ha raccolto l’invito e sta già cercando di incrementare le presenze allo stadio dopo avere organizzato per 135 appassionati (assieme alla Società) una splendida serata conviviale al Don Bosco per farsi gli Auguri di Natale e per trarre auspici di Lega Pro per il 2017. Domani il club organizzerà per l’ennesima volta il terzo tempo.

Per quanto riguarda la formazione di domani Parlato recupererà dalla squalifica Miotto e Sentinelli e potrebbe protendere per un 4-3-3 con Boccanera in porta, Dionisi, Contri, Sentinelli e Fabbri in difesa, Miotto, Fortunato e Gattoni a centrocampo, Ilari, Ferrari e Zubin in attacco. Il Poggibonsi ora allenato da Andrea Mosconi non avrà il trequartista Pagliarini per squalifica e potrebbe invece schierare: Gagno, Maini, Ansaloni, Calori, De Vitis, Berretti, Silvestri, Gori, Fontani, Seck, Cela.

Ecco le altre partite di domani: Castelvetro-Adriese, Colligiana-Imolese, Fiorenzuola-V.Castelfranco, Mezzolara-S.Donato T., Pianese-Lentigione, Ribelle-Scandicci, Rignanese-Correggese, Sangiovannese-Ravenna.

Classifica: Correggese 31; Lentigione 30; Delta Rovigo 29; Imolese 28; Ravenna e Mezzolara 24; Castelvetro e Scandicci 23; Ribelle* e Pianese 22; Rignanese 20; Fiorenzuola 19; Sangiovannese 18; Colligiana e S.Donato T. 17; Poggibonsi 16; V.Castelfranco 14; Adriese 12. *un punto penalizzazione.

MERCATO. Facciamo alcune precisazioni sui movimenti di cui abbiamo dato notizia ieri. Bojan Dukic non è andato ad una non meglio precisata squadra del Sud bensì al Lignano, Eccellenza friulana. Il croato pertanto si avvicina ancor più a casa per la gioia sua, della moglie Biljana e delle figlie Viktoria (7 anni) e la neonata Mila.

Franco Caraccio invece è stato svincolato e pertanto non fa più parte della rosa biancazzurra. Rimane comunque a Rovigo in attesa di una buona collocazione. Preso il portiere Filippo Gandolfi (‘97) e ceduto il suo omologo Daniel Spinelli (‘97) al Potenza, restano da definire le posizioni di Giacomo Potenziani (terzino sinistro in prova, ‘98, ex Primavera del Frosinone) e di Petar Turkovic (centrocampista croato, ‘97, che si allena a Rovigo da due mesi senza essere tesserato). Perse le tracce di Nicholas De Santis (ala destra in prova, ‘97) che ha partecipato ad un solo allenamento.

 

Pierre



Articoli correlati


Gattoni: “Vogliamo rendere al Lentigione ‘pan per focaccia’”
Ilari: “Il pareggio col Lentigione non ha precluso nulla di importante”
Il Delta Rovigo batte la Ribelle e torna al vertice
Dionisi: “A Correggio non dovremo pensare alla lunga sosta”
Uisp: è ora di play off
Rovigo Over 35 va in finale