Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Squalificati Fabbri e Capogrosso.

Tarantino fiducioso per il ritorno
21 dicembre 2016 482 visite Stampa articolo

tarantinoROVIGO – Come preventivato, Gianmarco Fabbri e Gaetano Capogrosso, dopo essere stati ammoniti domenica per la quinta volta, sono stati squalificati per una giornata. Salteranno così il match interno col Lentigione dell’8 gennaio, alla ripresa del campionato. Torneranno a disposizione la domenica successiva quando i biancazzurri affronteranno in trasferta l’Imolese. Una partenza difficile ma che sarà cartina di tornasole per il prosieguo del campionato. Oggi intanto si è svolto l’ultimo allenamento pomeridiano prima della sosta di Natale. Infatti la seduta di domani si svolgerà al mattino e poi ci sarà il rompete le righe sino al 27 dicembre; ripresa dei lavori il giorno dopo.

Nel clan biancazzurro regna sovrano l’ottimismo e l’entusiasmo; alla luce del primato d’Inverno ma anche di una solidità psicologica e tecnica di tutto il gruppo. Interprete dell’attuale rosea situazione è Pier Angelo Tarantino che è al settimo cielo anche perché col Poggibonsi ha segnato il suo primo gol in biancazzurro: “Di solito non segno molto (due gol a Pavia e Celano e uno a Fano e Piacenza, ndr) – osserva il centrocampista tarantino (di nome e di fatto) -. Il mio compito soprattutto è quello di presidiare la nostra area e, anche se ho ricoperto altri ruoli di centrocampo, credo che quello di mediano sia il mio habitat naturale. Domenica ho anticipato tutti per un gol di primaria importanza perché ha sbloccato il risultato contro un Poggibonsi molto ostico”.

Come detto, il suo record stagionale è di due centri e a Rovigo è a metà dell’opera: “Sono indubbiamente molto felice – assicura Tarantino – e prima della fine mi piacerebbe ripetermi più volte; magari battendo il mio record precedente. Alla fine però non sarà importante che segni io ma che la squadra vinca il più spesso possibile. Ora siamo in testa e siamo padroni del nostro destino: confermando concretezza e attenzione attuali potremmo confermarci sino alla fine”. Gli scongiuri sono ammessi.sentinelli

Oggi intanto alcuni giocatori biancazzurri, assieme a Parlato, si sono recati nel reparto di Pediatria dell’Ospedale di Rovigo per portare doni ai piccoli pazienti e per rallegrare la loro degenza. Una visita che ha scosso tutti i biancazzurri presenti; per tutti sentiamo capitan Sentinelli che è padre di due maschietti: Christian di sette anni e Thomas di tre: “Ero commosso nel vedere quei bambini che si trovano ricoverati in giorni che dovrebbero essere di festa – commenta il capitano biancazzurro -. Anch’io e mia moglie Patrizia abbiamo dovuto fare “avanti e indietro” dall’Ospedale per assistere i nostri ragazzi. Avevo un magone grosso così; una sensazione struggente e negativa che ho riprovato oggi. Auguro ai ragazzi ricoverati e alle famiglie Buon Natale ma soprattutto che possano tornare presto a casa”. Ci uniamo agli auguri del capitano.

GIUDICE SPORTIVO. Oltre alla giornata rifilata a Fabbri e Capogrosso, ha squalificato per tre giornate (una contro il Delta Rovigo) l’imolese Nikola Olivieri. Fermo per tre turni anche Mauro Gori (Poggibonsi) che domenica è stato espulso per ‘gomitata ad un avversario (Fortunato) a gioco fermo’.

 

Pierre



Articoli correlati


Parlato: “Domenica condizionati dal campo e dalla pioggia”    
Matteo Nichele è del Delta Rovigo
Il Delta Rovigo va forte come una Ferrari d’antan
Gandolfi: “A Rovigo sto toccando il cielo con un dito”
“Bepi” Ruzza, rieletto presidente regionale Figc, guarda al futuro
Rovigo Over 35, rete decisiva di Perrone.