Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Marin: “La rosa è atleticamente a posto”

30 dicembre 2016 358 visite Stampa articolo

alan-marin-preparatore-atletico-760x1140ROVIGO – Il Delta Rovigo ha svolto oggi gli ultimi allenamenti del 2016. Infatti la seduta in programma domani mattina è stata abolita per permettere ai biancazzurri di raggiungere con comodo le rispettive famiglie per festeggiare il Capodanno. La truppa biancazzurra si ritroverà il 3 gennaio (e non il 2 come erroneamente scritto nei giorni scorsi) quando verrà perfezionata la preparazione in vista del difficilissimo match interno col Lentigione che è terzo con due soli punti in meno. Oggi Sentinelli e compagni sono stati in palestra nella mattinata (seduta durissima) mentre nel pomeriggio Parlato ha curato soprattutto la parte tecnica e tattica.

“Regista” occulto della preparazione fisica è stato in questi giorni il preparatore Alan Marin che ha dovuto saltare le sedute di allenamento di questa settimana perché dal giorno di Natale alle prese con una fastidiosa sindrome influenzale che ha coinvolto anche la moglie Susanna e la figlioletta Emma (quasi due anni).

Questo non gli ha impedito di parlare col tecnico biancazzurro col quale ha concordato un programma che è stato sviluppato solamente da Parlato su “manoscritti” di Marin. Il preparatore atletico biancazzurro esanima la stagione: “Quando sono arrivato ho trovato un gruppo fondamentalmente in buon stato di forma; significa che il mio predecessore (Rizzo) ha lavorato bene. Questo ci ha permesso di continuare la stagione con soddisfazione crescente”.

Poi sono arrivati i “pretoriani” di Parlato: nell’ordine di tempo Ilari, Dionisi, Zubin e Nichele e poi Castaldo. “Anch’essi hanno dimostrato che non erano ‘fermi’ – ricorda Marin – e pertanto abbiamo potuto intervenire senza grosse differenziazioni”.

Cosa è accaduto nella settimana prenatalizia (Marin era presente)?. “Abbiamo sottoposto i giocatori a test che ci informassero sulle loro reali condizioni – osserva il preparatore atletico biancazzurro – e questo ci ha permesso di intervenire negli ambiti nei quali ogni singolo risultava ‘deficitario’. Piccole cose che però abbiamo curato al meglio per dare ad ognuno tutte le certezze possibili; sia sotto il profilo puramente fisico ma anche psicologico”.

È stato dunque il classico ‘richiamo”? “Non direi proprio – ci corregge Marin -. Per questo tipo di intervento ci vorrebbe almeno un mese; noi invece abbiamo semplicemente aiutato il singolo a mettersi al pari con gli altri per una uniformità che sarà molto importante nel girone di ritorno”.

Come sarà la seconda parte del campionato? “Posso parlare solo sotto il profilo fisico – osserva Marin – e posso dire che la rosa a disposizione di Parlato sarà pronta a tutto; condicio sine qua non per centrare importanti obiettivi”.

Marin chiude facendo gli auguri a tutti: “Spero che il 2017 sia felice e ricco di soddisfazioni. Noi faremo di tutto per allietare gli sportivi rodigini (e non) nella speranza di festeggiare tutti assieme al termine del campionato”. Un augurio che condividiamo in pieno!

 

Pierre



Articoli correlati


L'Adriese incassa l'intera posta
Manita dell’Adriese al Castelfranco
Parlato: “Domenica condizionati dal campo e dalla pioggia”    
S.Donato: Il neo tecnico Fusci: “Affronteremo la più forte del girone”
Tutto pronto per il superderby polesano
l'Adriese sarà guidata ancora da Gianluca Mattiazzi