Home » ciclismo, Juniores

Chiamata azzurra: Luca Cibrario vola in Coppa del Mondo!

9 gennaio 2017 Stampa articolo

luca-cibrarioLuca Cibrario diciannovenne di Ciriè, ciclocrossista e tesserato da quest’anno nel Team Palazzago è stato convocato dal cittì della nazionale del fuoristrada Fausto Scotti per la prova di Coppa del Mondo di domenica prossima a Fiuggi. Incredulo il giovane crossista che domenica, sul tracciato tricolore di Silvelle di Trebaseleghe, in una corsa in cui stava recuperando alla grande ( a metà gara era già in nona posizione) ha avuto un incidente meccanico che ha compromesso il resto di gara ma gli ha permesso ugualmente di tagliare il traguardo al sedicesimo posto.

“Sono davvero senza parole – dichiara Luca Cibrario, leader del trofeo Lombardia Piemonte di ciclocross – per questa convocazione. Un sogno che si realizza. Ri grazio il cittì per la fiducia, la mia famiglia che mi sostiene da sempre, e Daniele Fiorin e ora Olivano Locatelli che credono in me”.

Felicissimo anche il direttore sportivo del Team Palazzago Olivano Locatelli. “Anche per me un sogno che si realizza. Quello di aver un corridore convocato in azzurro nel ciclocross e in una prova di Coppa del Mondo. E’ anche un premio per la Palazzago e per il presidente Ezio Tironi nell’aver investito risorse, tempo e passione nel cross così come nella pista. Siamo una squadra che ha preso alla lettera la multidisciplina, tanto voluta dai nostri dirigenti federali e che sta dando ottimi risultati. Basti solo pensare all’azzurro su pista Francesco Castegnaro ora in ritiro in Spagna con la nazionale e già partecipante a prove di Coppa del Mondo e appuntamenti internazionali sempre in maglia azzurra. E senza parlare degli atleti su strada, convocati sia in gare internazionali che ai mondiali o nelle corse con i professionisti. A distanza di qualche anno da Fabio Aru, una mia scommessa personale, corridore che avevo preso proprio dal mondo del ciclocross, e azzurro da junior, per la prima volta faccio vestire una maglia della nazionale a un corridore Palazzago nel fuoristrada. Abbiamo capito, con Ezio Tironi, quanto è importante far provare ai ragazzi le discipline del ciclismo senza limitarsi alla sola strada, multidiscipline che creano gli atleti del futuro del ciclismo. Ringrazio – termina Olivano Locatelli, direttore sportivo della Palazzago – personalmente Fausto Scotti che mi ha permesso di coronare un sogno dopo quasi quarant’anni di attività in ammiraglia. E’ per me una grandissima emozione questa. Posso davvero dire di aver fatto vestire ai miei corridori tutte le maglie azzurre in tutte le discipline del ciclismo”.

C.S.



Articoli correlati


Vittorie di prestigio per il 2 Torri
Gasparetto consigliere regionale Fci
Festa di chiusura stagione per il 2 Torri Rovigo
La scuola primaria di Arquà Polesine ha ospitato “Pinocchio in bicicletta”.
2 Torri sempre sulla breccia
Conclusa con la gimkana il progetto “Pinocchio in bicicletta”

Scrivi un commento!