Home » Calcio, Delta Rovigo, Serie D

Contri: “Dimenticare gli errori commessi col Lentigione”.

Il giovane, classe ’98, Marco De Anna in prova
11 gennaio 2017 327 visite Stampa articolo

francesco-contriROVIGO – Francesco Contri domenica è tornato in campo contro il Lentigione dopo aver saltato le ultime due partite del 2016 a causa di qualche problemino fisico. Il veronese fa parte della ristrettissima pattuglia dei ‘97 che oltre a lui annovera solamente Fabbri e Castaldo; un numero certamente esiguo soprattutto se considerato alla luce dell’obbligo di due di loro sempre in campo.

Contri domenica scorsa ha ricoperto il ruolo di centrale difensivo e pensa alla partita con rammarico: “Non abbiamo certamente giocato la nostra migliore gara: siamo stati troppo altalenanti nel rendimento. Dopo il nostro vantaggio abbiamo concesso troppo campo ai reggiani che ne hanno approfittato per crearci qualche grattacapo, sino al rigore che abbiamo concesso su un piatto d’argento. Un rigore causato da Ilari ma sul quale abbiamo colpe un po’ tutti”.

Nella ripresa il Delta Rovigo ha avuto una sola occasione con Ferrari mentre il Lentigione è andato pericolosamente al tiro due volte con altrettanti miracoli di Boccanera……

“In effetti, pur giocando meglio rispetto alla prima frazione, abbiamo commesso alcuni errori di cui hanno approfittato i reggiani – riconosce Contri -; e le due paratone di Pierpaolo lo stanno a testimoniare. La prima su tiro dalla distanza, la seconda (e più difficile) su conclusione da due passi di Bignotti su diagonale di Candio sul quale noi della difesa nulla potevamo fare. Comunque perdere la partita sarebbe stato ingiusto perché anche noi abbiamo avuto alcune occasioni che abbiamo fallito di un nonnulla”.

Contri ha debuttato da titolare (esterno basso destro) proprio contro l’Imolese all’andata (unica vittoria di Passiatore, 3-1)…..

“Vincemmo quella partita ma fummo sinceramente fortunati – ammette il difensore veronese -. I romagnoli giocarono una buona partita ma noi fummo capaci di approfittare al meglio delle occasioni avute con Gattoni, Miotto e Crescenzi. Quella vittoria ci illuse ma tornammo con i piedi per terra una settimana dopo a Castelvetro (0-2) e poi con La Colligiana (2-2)”.

Come vedi la gara di domenica prossima?

“Sarà un altro scontro diretto (l’Imolese ha un solo punto in meno, ndr) e abbiamo pertanto la possibilità di creare un solco ampio – osserva Contri -. Affronteremo una squadra che avrà il dente avvelenato per quanto accaduto all’andata e noi per ben figurare e puntare al successo dovremo dimenticare gli errori commessi contro il Lentigione. Stiamo lavorando in tale direzione e sono convinto che a Imola torneremo ad essere quelli della fine dell’andata”.

MERCATO. Oggi c’era in prova Marco De Anna, trequartista-attaccante, nato a Pordenone il 31 marzo 1998. E’ tesserato con i “ramarri” (Lega Pro) nella categoria Under 19. Nel suo passato esperienze a Sacile e nelle giovanili dell’Inter prima di approdare nella squadra di casa.

AMMENDA. Il Delta Rovigo è stato multato di 200 euro poiché domenica “non ha osservato l’obbligo di assistenza medica durante la gara”.

 

Pierre



Articoli correlati


Delta Rovigo. Fortunato: “Il nostro futuro dipende solo da noi”
Delta Rovigo. In Romagna caccia alla prima vittoria esterna
Morto Mancin, superbo sul campo e uomo di grande umanità
Prima Categoria. Lo Stroppare nelle mani di Marcello Gulmini
De Anna: “Che emozione col Castelvetro!”
Il Delta Rovigo è globalmente la migliore

Scrivi un commento!